Una faccia esente dal fuoco

Da ‘Abdullàh bin Mas‛ūd (ràḍiā-llàhu ‘àn-hu) e registrato da Ibn Màǧah (ràḥima-hu Allàh). L’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Non c’è credente il quale, dopo che dagli occhi suoi siano scese lacrime piccole come occhi di mosca, allontana dal suo volto qualche segno di paura, senza che per questo suo fare Allàh, renda la faccia di lui esente dal fuoco dell’inferno”.

[O come disse meglio in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

002