Non associare

Abū Huràyrah, che Allàh si compiaccia di lui, raccontò che l’Apostolo di Allàh, lo benedica e l’abbia in gloria Allàh, ebbe a dire:

“Allah – incondivisa da altri è la Sua divinità – ha detto: ” Io sono Colui che non ha necessità, che gli venga associato un condomino nella divinità. Se uno nel compiere un’azione, associa a Me qualcun altro, lo lascio a quello che ha associato a Me!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Ḥadīth riferito da Muslim.

057

Il Pellegrinaggio

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura V – Ayah 2 fragm.:

 يَا أَيُّهَا الَّذِينَ آمَنُوا لاَ تُحِلُّوا شَعَائِرَ اللَّهِ وَلاَ الشَّهْرَ الْحَرَامَ وَلاَ الْهَدْيَ وَلاَ الْقَلاَئِدَ وَلاَ آمِّينَ الْبَيْتَ الْحَرَامَ يَبْتَغُونَ فَضْلاً مِنْ رَبِّهِمْ وَرِضْوَانًا وَإِذَا حَلَلْتُمْ فَاصْطَادُوا وَلاَ يَجْرِمَنَّكُمْ شَنَآنُ قَوْمٍ أَنْ صَدُّوكُمْ عَنْ الْمَسْجِدِ الْحَرَامِ أَنْ تَعْتَدُوا وَتَعَاوَنُوا عَلَى الْبِرِّ وَالتَّقْوَى وَلاَ تَعَاوَنُوا عَلَى الإِثْمِ وَالْعُدْوَانِ وَاتَّقُوا اللَّهَ إِنَّ اللَّهَ شَدِيدُ الْعِقَابِ.2

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    O voi che credete, non profanate i rituali del Pellegrinaggio, i luoghi di culto dedicati ad Allàh, né il mese sacro, né le bestie da immolare, né le ghirlande! E non molestate coloro i quali si dirigono alla Moschea Sacra, per ivi implorare la grazia di Allàh ed impetrare il Suo compiacimento…[fragm. Dell’àyah 2]
  • Nota
    Lo scopo del Pellegrinaggio alla Sacra moschea è l’implorazione della grazia di Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, ed ottenere il Suo compiacimento. Il Compiacimento di Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, lo si ottiene con un Pellegrinaggio eseguito come Allàh comanda [ḥàggiun mabrūr] e non ha altra ricompensa che il Paradiso, come disse il Profeta, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria.

056

La mia protezione

Ibn Omar, che Allàh si compiaccia di lui, raccontò che l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, ebbe a dire:

“Mi è stato ordinato di affrontare gli uomini, fino a quando non abbiano reso testimonianza che non c’è divinità, tranne Allah e che Muhammad è l’apostolo di Allàh, eseguano il rito di adorazione e versino l’imposta coranica [az-Zakāt]. Quando avranno fatto tutto questo, essi avranno la mia protezione per la loro vita e per i loro beni, a meno che non abbiano conti in sospeso con l’Islam, perché in tal caso li dovranno saldare con Allah l’Onnipotente!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Ḥadīth riferito da al-Bukhārī e Muslim.

059

Chi si lascia guidare e chi devia

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XVII- Ayah 15:

 مَنِ اهْتَدَى فَإِنَّمَا يَهْتَدِي لِنَفْسِهِ وَمَنْ ضَلَّ فَإِنَّمَا يَضِلُّ عَلَيْهَا وَلاَ تَزِرُ وَازِرَةٌ وِزْرَ أُخْرَى وَمَا كُنَّا مُعَذِّبِينَ حَتَّى نَبْعَثَ رَسُولاً.15

 

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Chi si lascia dirigere, si lascia dirigere a suo vantaggio e chi devia, è a proprio danno che devia: nessuno porterà il peso di un altro! Non fummo mai castigatori, senza aver prima suscitato un Apostolo. (15)
  • Nota
    Colui che si lascia guidare da Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, mettendo in pratica il Sublime Corano e la Nobile Sunna, lo fa a proprio vantaggio per la vita di quaggiù e per la vita futura, mentre chi si scosta dalla via indicata dalle direttive del Sublime Corano e dagli insegnamenti del Profeta, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, sarà egli stesso causa del suo male nella vita di quaggiù e, conseguentemente, nella vita futura. Il castigo Divino colpisce i trasgressori, ma questo avviene dopo che essi sono stati inutilmente ammoniti da un Ammonitore inviato da Allàh, con il compito di far loro presente le infauste conseguenze della disobbedienza.

058

Il libro del destino

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XVII- Ayah 14:

 اقْرَأْ كِتَابَكَ كَفَى بِنَفْسِكَ الْيَوْمَ عَلَيْكَ حَسِيبًا.14

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    “Leggi il tuo libro – sarà detto – oggi, basterai tu a fare il conto! (14)
  • Nota
    Nel giorno della resurrezione a ogni resuscitato sarà presentato aperto un libro, nel quale è stato scritto il suo destino e l’interessato sarà invitato a leggerlo e sarà lui stesso a fare il conto del pro e del contro ai fini della sua destinazione finale, con decreto inappellabile.

007

Le sure apotropaiche

Nel nome di Allàh,
il Sommamente Misericordioso 
il Clementissimo.

Eccellenti Fratelli e Sorelle nell’Islàm,
vi esorto ed esorto me stesso al Timore di Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce; esorto me stesso e vi esorto e a obbedire alle Sue norme di fare e ai Suoi divieti, evitando disobbedienza!

E ciò perché – eccellenti Fratelli e Sorelle nell’Islàm un giorno, del quale solamente Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, la data <<< gli uomini saranno fatti uscire per categorie, affinché vedano le loro azioni; (6) e chi fece un atomo di bene, lo vedrà (7) e chi fece di un atomo, lo vedrà  (8)>>; come ci ricorda Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, nella Sura del Terremoto, la Sura 99, alle ayāt 6-7-8.

Continua a leggere

Il destino

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XVII- Ayah 13:

وَكُلَّ إِنسَانٍ أَلْزَمْنَاهُ طَائِرَهُ فِي عُنُقِهِ وَنُخْرِجُ لَهُ يَوْمَ الْقِيَامَةِ كِتَابًا يَلْقَاهُ مَنشُورًا.13

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    A ogni uomo [Noi] appendiamo al collo il suo destino e il giorno della resurrezione gli tireremo fuori un libro, che egli troverà aperto. (13)
  • Nota
    Nel giorno della resurrezione a ogni resuscitato sarà presentato aperto un libro, nel quale è stato scritto il suo destino.

060