La capra senza un corno

Abu Huràyrah, che Allàh si compiaccia di lui, raccontò che l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Nel Giorno della Resurrezione chi aveva diritto a qualcosa, la riceverà! Perfino la capra senza un corno, riceverà il suo corno mancante!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da Muslim.

073

Non sono uguali

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LIX – Ayah 20:

لاَ يَسْتَوِي أَصْحَابُ النَّارِ وَأَصْحَابُ الْجَنَّةِ أَصْحَابُ الْجَنَّةِ هُمْ الْفَائِزُونَ.20

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Non sono eguali i compagni dell’Inferno e i compagni del Paradiso. Sono i compagni del Paradiso coloro che hanno successo.(20)
  • Nota
    Già da 120° giorno dal concepimento uno è “compagno dell’Inferno” – shaqìyyun – oppure “compagno del Paradiso” – sa’īdun – e ciò perché sono diverse le loro linee di condotta [‘àmal], cioè l’ininterrotta catena delle azioni in cui si realizza la loro vita terrena. In Paradiso vanno coloro, i quali hanno messo in pratica il Sublime Corano e la nobile Sunna, mentre tutti gli altri, quelli che si presenteranno nel Giorno del Giudizio con altro che l’Islàm, saranno respinti e nella vita futura saranno perdenti.

070

Khutbah dei doveri familiari

Nel nome di Allàh,
il Sommamente Misericordioso i
l Clementissimo.

Unicamente Allàh, l’Altissimo, ha titolo esclusivo
per esser Destinatario di Lode.
Soltanto a Lui, noi, suoi servi fedeli,
la lode innalziamo.
Soltanto di Lui, l’Onnipotente,
nel bisogno invochiamo il soccorso.
Soltanto a Lui, il Misericordioso il Clementissimo,
va il nostro ringraziamento.
Soltanto a Lui chiediamo protezione dalle nostre passioni
e dalle nostre trasgressioni.

Continua a leggere

Oscurità profonda

Ibn ‘Ùmar, che Allàh si compiaccia di lui, raccontò che l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Nel giorno della Resurrezione l’ingiustizia sarà oscurità profonda!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato a ambedue i Luminari.

067

I perversi

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LIX – Ayah 19:

وَلاَ تَكُونُوا كَالَّذِينَ نَسُوا اللَّهَ فَأَنْسَاهُمْ أَنْفُسَهُمْ أُوْلَئِكَ هُمْ الْفَاسِقُونَ.19

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    E non siate come quelli che hanno dimenticato Allàh, per cui Egli ha fatto loro dimenticare loro stessi! Quelli sono i perversi!(19)
  • Nota
    Allàh, l’Altissimo, mette in guardia dalla negligenza nella pratica dell’Islàm, perché ai trasgressori – a causa del loro agire colpevolmente in difformità dal Sublime Corano e dalla Nobile Sunna – Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, al Quale nulla sfugge, poiché Egli è Onnipresente, tutto vede e tutto ode – fa dimenticare loro medesimi : “Quelli sono i perversi!”.  

007

Lui, lei, ed “Ess”

Laddove insegnano ai bambini il genere "neutro"

Un asilo d’infanzia in Svezia, dove sono sempre “avanti”.

Questa è la scuola materna “EGALIA” di Stoccolma, e questo documentario è stato prodotto dalla TV francese ARTE.

In questo video potete vedere come avanza l’indottrinamento forzato, ai bambini come ai genitori, dell’ideologia gender.

Il genere “neutro” ha trovato anche un nome, “ESS” (in svedese, “HEN”).

“Tra qualche anno, diremo tutti “ESS”, afferma trionfante un’insegnante.

In questo incredibile video, possiamo assistere alle tecniche di instupidimento di massa, già applicate con discreto (ma non totale) successo sugli adulti, applicate ai bambini.

Bambini che, dall’alto della loro naturalezza e innocenza, mostrano una discreta resistenza all’assimilazione di queste assurdità, nonostante anche i genitori spesso (ma non sempre e non del tutto), non sempre nella piena consapevolezza, siano complici di questa macchinazione satanica.

Si può vedere l’assurdità di adulti che insistono nel far vestire un maschietto da donna, si mischiano i bambini e perfino i colori, ma se si deve scegliere “è meglio il rosa”.

Non si usano mai le parole “bambino” o “bambina”, ma “compagn”!

“E’ bene che ciascuno decida come essere chiamato”!

“Il sesso vero è come la persona si sente!”

C’è una mamma che è preoccupata perchè la figlia ama troppo il colore rosa! E vuole obbligarla a indossare altri colori!

Ma cosa succede se un bambino maschio si sente decisamente maschio e non vuol saperne di essere nè femmina nè “neutro”? Semplice, si passa al cosiddetto “piano B”: gli si spiega che “non è una questione centrale”. Lottano strenuamente per imporre le loro concezioni diaboliche, e quando si accorgono che perdono, dicono che non è importante! Questa è la dimostrazione migliore della falsità scientifica di tutto l’impianto!

E invece è una questione centralissima.

Invitiamo tutti a vedere e rivedere questo video, onde assimilare le tecniche di indottrinamento, e saperle sempre contrastare.

Ricordando che, nell’insegnamento islàmico, sono contemplati solo il maschio e la femmina, che ogni insegnamento diverso da questo proviene da Satana, e ricordando che i genitori musulmani hanno, come abbiamo ricordato in molti nostri precedenti post, il DOVERE di preservare se stessi e i propri figli da Satana.

Per vedere il video cliccate qui:

Documentario – “Il, elle, hen
La pedagogia neutra secondo la Svezia” [SUB_ITA]

Esortazione al timor di Allàh e onnipresenza Divina

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LIX – Ayah 18:

يَاأَيُّهَا الَّذِينَ آمَنُوا اتَّقُوا اللَّهَ وَلْتَنْظُرْ نَفْسٌ مَا قَدَّمَتْ لِغَدٍ وَاتَّقُوا اللَّهَ إِنَّ اللَّهَ خَبِيرٌ بِمَا تَعْمَلُونَ .18

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    O voi che credete, siate timorati di Allàh, e consideri ognuno ciò che ha messo innanzi per domani. Sì, siate timorati di Allàh! In verità, Allàh è bene informato di quello che fate.(18)
  • Nota
    Allàh, l’Altissimo, esorta alla diligenza nella pratica dell’Islàm, perché l’agire devotamente in conformità al Sublime Corano e alla Nobile Sunna, dà meriti per il Paradiso e il bene che si compie viene accreditato da Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, al quale nulla sfugge, poiché Egli è Onnipresente; tutto vede e tutto ode. 

 058

Il consenso

Abū Hurrah al-Raqqāshī , che Allàh si compiaccia di lui, ha detto quanto segue. L’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, ha detto:

“Guardatevi dall’essere ingiusti! La proprietà di un uomo non è lecita per voi, tranne il caso che egli ve la ceda!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da Bayhaqī.

065

Funzione nomotetica del Profeta

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LIX – Ayah 7:

مَا أَفَاءَ اللَّهُ عَلَى رَسُولِهِ مِنْ أَهْلِ الْقُرَى فَلِلَّهِ وَلِلرَّسُولِ وَلِذِي الْقُرْبَى وَالْيَتَامَى وَالْمَسَاكِينِ وَابْنِ السَّبِيلِ كَيْ لاَ يَكُونَ دُولَةً بَيْنَ الأَغْنِيَاءِ مِنْكُمْ وَمَا آتَاكُمْ الرَّسُولُ فَخُذُوهُ وَمَا نَهَاكُمْ عَنْهُ فَانْتَهُوا وَاتَّقُوا اللَّهَ إِنَّ اللَّهَ شَدِيدُ الْعِقَابِ.7

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    …quello che l’Apostolo vi dà, prendetelo, astenetevi da ciò che egli vi proibisce, e temete Allàh! In verità, Allàh è severo nel castigare. (7)
  • Nota
    Il Profeta, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, ha funzione di comunicare, di spiegare, di esemplificare, facendo da modello, di dare ordini [funzione nomotetica].

054