No gender

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LI – Ayàt 49-50:

وَمِنْ كُلِّ شَيْءٍ خَلَقْنَا زَوْجَيْنِ لَعَلَّكُمْ تَذَكَّرُونَ.49
فَفِرُّوا إِلَى اللَّهِ إِنِّي لَكُمْ مِنْهُ نَذِيرٌ مُبِينٌ.50

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Di ogni realtà Noi creammo una coppia, affinché riflettiate. (49) Fuggite, perciò, (dal politeismo, rifugiandovi) presso Allàh! In verità, io per voi sono, da parte sua, chiaro ammonitore.(50)
  • Nota
    Quando dalla meditazione sul testo del Sublime Corano ci rendiamo conto che il suo Autore è Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, e riflettiamo sul significato di questa àyah, capiamo che quanto all’uomo, la coppia significa “maschio e femmina”. Per questo dobbiamo ripudiare la dottrina “gender”, che è espressione di “politeismo” e cercare rifugio in Allàh, l’Altissimo. Quindi, è dovere di chi ha compreso la verità, l’ammonire con precisione linguistica e chiarezza concettuale del carattere diabolico della suddetta dottrina.

060

La morte

Nel nome di Allàh,
il Sommamente Misericordioso i
l Clementissimo.

Unicamente Allàh, l’Altissimo, ha titolo esclusivo
per esser Destinatario di Lode.
Soltanto a Lui, noi, suoi servi fedeli,
la lode innalziamo.
Soltanto di Lui, l’Onnipotente,
nel bisogno invochiamo il soccorso.
Soltanto a Lui, il Misericordioso il Clementissimo,
va il nostro ringraziamento.
Soltanto a Lui chiediamo protezione dalle nostre passioni
e dalle nostre trasgressioni.

Continua a leggere

Il trono trema

Ànas, che Allàh si compiaccia di lui, raccontò che l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, ebbe a dire:

“Quando un trasgressore viene lodato, Allàh l’Onnipotente, va in collera e il Trono trema!’”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da al-Bàyaqī.

067

Chi poteva saperlo?

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LI – Ayah 47:

وَالسَّمَاءَ بَنَيْنَاهَا بِأَيْيدٍ وَإِنَّا لَمُوسِعُونَ.47

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Il cielo lo abbiamo costruito, magistralmente, e Noi ne allarghiamo di continuo gli spazi!(47)
  • Nota
    Con precisione linguistica e chiarezza concettuale Allàh, l’Altissimo, Autore del Sublime Corano, parla in quest’ayah di una realtà dell’universo scoperta 1400 dopo la “pubblicazione” del Libro. Chi, se non Allàh, rifulga lo splendor della sua Luce, poteva saperlo?

005

Garantisco il Paradiso

Zàyd bin Àrqam, che Allàh si compiaccia di lui, raccontò che l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, ebbe a dire:

“Garantisco il Paradiso a chi di voi mi garantisce: di dire la verità, quando parla, di custodire con diligenza, quando gli viene affidata in deposito una cosa, di governare le proprie parti intime, di governare i propri sguardi, di tenere a freno le proprie mani!’”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da al-Bàyaqī.

057

La preferibile qualità del cibo

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura II – Ayah 61:

وَإِذْ قُلْتُمْ يَا مُوسَى لَنْ نَصْبِرَ عَلَى طَعَامٍ وَاحِدٍ فَادْعُ لَنَا رَبَّكَ يُخْرِجْ لَنَا مِمَّا تُنْبِتُ الأَرْضُ مِنْ بَقْلِهَا وَقِثَّائِهَا وَفُومِهَا وَعَدَسِهَا وَبَصَلِهَا قَالَ أَتَسْتَبْدِلُونَ الَّذِي هُوَ أَدْنَى بِالَّذِي هُوَ خَيْرٌ اهْبِطُوا مِصْرًا فَإِنَّ لَكُمْ مَا سَأَلْتُمْ وَضُرِبَتْ عَلَيْهِمْ الذِّلَّةُ وَالْمَسْكَنَةُ وَبَاءُوا بِغَضَبٍ مِنْ اللَّهِ ذَلِكَ بِأَنَّهُمْ كَانُوا يَكْفُرُونَ بِآيَاتِ اللَّهِ وَيَقْتُلُونَ النَّبِيِّينَ بِغَيْرِ الْحَقِّ ذَلِكَ بِمَا عَصَوْا وَكَانُوا يَعْتَدُونَ.61

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Voi diceste: “O Mūsā (Mosè), siamo stufi di mangiare sempre lo stesso cibo. Invoca per noi il tuo Signore, affinché ci fornisca del cibo vario, formato da ciò che la terra produce: legumi, cetrioli, cereali, lenticchie, cipolle!”. Disse: “Se voi preferite una qualità di cibo inferiore a una qualità di cibo superiore, scendete in Mìṣr e ivi troverete ciò che chiedete!”. Furono colpiti dall’umiliazione e dalla miseria, attirando su loro l’ira di Allàh. Ciò poiché rifiutavano di credere ai Segni di Allàh e uccidevano i Profeti, ingiustamente, e ciò perchè disobbedivano ed erano trasgressori (61).
  • Nota
    È un’àyah che ha per destinatari coloro, i quali preferiscono “a una qualità di cibo superiore una qualità di cibo inferiore”, che si trova nell’area culturale del politeismo idolatrico.

042

Ho udito dire

Ibn Mas‛ūd, che Allàh si compiaccia di lui, raccontò che l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, ebbe a dire:

“Il diavolo prende la forma di uomo e va in mezzo alla gente a dire cose non vere. Poi, uno dice: ‘Ho udito dire questa cosa e quest’altra a un uomo, la cui faccia saprei riconoscere, ma di cui non conosco il nome!’”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da Muslim.

063

Esso è – certamente – vero!

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LI – Ayah 23:

فَوَرَبِّ السَّمَاءِ وَالأَرْضِ إِنَّهُ لَحَقٌّ مِثْلَ مَا أَنَّكُمْ تَنطِقُونَ.23

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Per il Signore del cielo e della terra, in verità, esso è, certamente, vero come il fatto, che voi parliate.(23)
  • Nota
    Il Giorno del Giudizio è vero come è vero che l’uomo è l’unica creatura parlante. Il Sublime Corano è vero Verbo Divino come è vero che l’uomo è l’unica creatura parlante.

054

La bugia bianca

Asmā‹ figlia di Yazīd, Allàh si compiaccia di lei, raccontò che l’Apostolo di Allàh, lo benedica e l’abbia in gloria Allàh, disse:

“La bugia dell’uomo, detta per far felice sua moglie, la bugia in guerra e la bugia per metter pace tra la gente!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da Ahmad e at-Tirmidhī.

055

Ci sono segni

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LI – Ayàt 20-21-22:

وَفِي الأَرْضِ آيَاتٌ لِلْمُوقِنِينَ.20
وَفِي أَنفُسِكُمْ أَفَلاَ تُبْصِرُونَ.21
وَفِي السَّمَاءِ رِزْقُكُمْ وَمَا تُوعَدُونَ.22

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Nella terra ci sono segni per coloro che hanno fede saldissima (20) e in voi stessi. Non vedete? (21) E nel cielo c’è il vostro sostentamento e ciò che vi è promesso.(22)
  • Nota
    Nel macro-cosmo [nella terra] e nel micro-cosmo [l’uomo] ci sono evidenti manifestazioni dell’Onnipotenza e della Sapienza di Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, e sono talmente numerosi da passare inosservati, al punto di far sollecitare ad Allàh l’attenzione degli uomini con la frase: “Non vedete?”.

060