Il ricordo di Allàh è superiore

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXIX – Ayah 45:

اتْلُ مَا أُوحِيَ إِلَيْكَ مِنْ الْكِتَابِ وَأَقِمْ الصَّلاَةَ إِنَّ الصَّلاَةَ تَنْهَى عَنْ الْفَحْشَاءِ وَالْمُنْكَرِ وَلَذِكْرُ اللَّهِ أَكْبَرُ وَاللَّهُ يَعْلَمُ مَا تَصْنَعُونَ.45

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Recita ciò che ti è stato rivelato del Libro ed esegui l’adorazione quotidiana. In verità, l’adorazione quotidiana preserva dalle cose turpi e da ciò che è riprovevole. E, certamente, il Ricordo di Allàh, è superiore! Allàh conosce ciò che voi fate. (45)
  • Nota
    Dhikru-llàh significa, dal punto di vista lessicale, “il Ricordo di Allàh”. Il rito dell’adorazione è una forma elevata del Ricordo di Allàh e, come dice Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce: “Nel Ricordo di Allàh i cuori trovano la pace”. Il Profeta, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse: “La forma più alta del Ricordo di Allàh nella mia ùmmah è la recitazione salmodiata del Corano!” [o come disse, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

044

Io ti perdonerò

Anas, che Allàh si compiaccia di lui, riferì di aver udito dire dal dall’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“L’Onnipotente Allah ha detto: O figlio di Adamo, finché tu mi invocherai implorando il mio perdono io ti perdonerò per ciò che hai fatto e non ne terrò conto. O figlio di Adamo, se i tuoi peccati raggiungessero le nubi del cielo e tu chiedessi il mio perdono, ti perdonerei. O figlio di Adamo, se tu venissi a me con dei peccati grandi quanto la terra e ti rivolgessi a me senza avermi attribuito condomino nella mia divinità, ti concederei un perdono altrettanto grande!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Ḥadīth riferito da at-Tirmidhī che lo ritiene ḥasan e ṣaḥīḥ.

045

Se potessimo tornare indietro

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXVI – Ayàt 92-95:

قَالُوا وَهُمْ فِيهَا يَخْتَصِمُونَ.96
تَاللَّهِ إِنْ كُنَّا لَفِي ضَلاَلٍ مُبِينٍ.97
إِذْ نُسَوِّيكُمْ بِرَبِّ الْعَالَمِينَ.98
وَمَا أَضَلَّنَا إِلاَّ الْمُجْرِمُونَ.90
فَمَا لَنَا مِنْ شَافِعِينَ.100
وَلاَ صَدِيقٍ حَمِيمٍ.101
فَلَوْ أَنَّ لَنَا كَرَّةً فَنَكُونَ مِنْ الْمُؤْمِنِينَ.102

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Il Giorno del Giudizio Diranno [i politeisti alle loro divinità] altercando tra loro:(96) “Per Allàh! Eravamo davvero in errore evidente, (97) quando vi facevamo pari al Signore dell’universo!(98) Non ci hanno traviato se non i delinquenti, (99) sicché, adesso, noi non abbiamo né intercessori, (100) né un amico intimo!(101) Se noi [ora, che abbiamo saputo per certo la verità] potessimo tornare indietro, saremmo credenti!”(102)

066

Islàm dovunque

Tamīm Ad-Darīmī, che Allàh si compiaccia di lui ha riferito quanto segue, dicendo: Ho udito dire all’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“L’Islàm, certamente, si diffonderà in ogni luogo su cui passano il giorno e la notte e Allah non lascerà nessuna casa, o residenza, senza che questa religione vi entri. Con essa chi è meritevole di stima sarà onorato e chi è meritevole di biasimo sarà disonorato e Allah rafforzerà la persona meritevole di stima con l’Islam e disonorerà il meritevole di biasimo con la miscredenza!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da Ahmad.

063

Khutbah dell’Egira

Nel nome di Allàh,
il Sommamente Misericordioso il Clementissimo.

Unicamente Allàh, l’Altissimo, ha titolo per essere Degnissimo di Lode, per cui noi, suoi servi fedeli, soltanto a Lui innalziamo la lode e il ringraziamento; soltanto a Lui rivolgiamo la nostra invocazione di soccorso, soltanto a Lui chiediamo protezione dalle nostre passioni e dalle nostre trasgressioni; a Lui soltanto chiediamo perdono e a Lui, rifulga lo splendor della Sua Luce, chiediamo la guida sul retto sentiero. Infatti, solamente chi è guidato da Allàh cammina sulla retta via, mentre, per colui che Allàh non guida, non si troverà maestro in grado di metterlo sulla retta via.

Continua a leggere

Dove sono quelli che adoravate?

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXVI – Ayàt 92-95:

وَقِيلَ لَهُمْ أَيْنَ مَا كُنْتُمْ تَعْبُدُونَ.92
مِنْ دُونِ اللَّهِ هَلْ يَنْصُرُونَكُمْ أَوْ يَنْتَصِرُونَ.93
فَكُبْكِبُوا فِيهَا هُمْ وَالْغَاوُونَ.94
وَجُنُودُ إِبْلِيسَ أَجْمَعُونَ.95

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Il Giorno del Giudizio dopo che sarà stato detto loro [ai politeisti]: “Dove sono quelli che voi adoravate (92) all’infuori di Allàh? Vi aiutano forse, oppure possono forse aiutare loro stessi?”(93) verranno rotolati in esso nell’Inferno, tanto loro, quanto i traviati, (94) e gli eserciti di Iblīs, tutti e quanti insieme!(95)

070

L’ipocrita – 2

Da Abū Huràyrah, che Allàh si compiaccia di lui. L’Apostolo di Allah, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“I segni distintivi dell’ipocrita sono tre: quando racconta, mente; quando promette, non mantiene; e quando ci si fida di lui, inganna, anche se digiuna, esegue il rito di adorazione e dà a intendere di essere Musulmano!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da Al-Bukhārī e Muslim, che concordano.

045