Islàm – Il Credo e i Pilastri

Nel nome di Allàh,
il Sommamente Misericordioso il Clementissimo.

Unicamente Allàh, l’Altissimo, ha titolo per essere Degnissimo di Lode, per cui noi, suoi servi fedeli, soltanto a Lui innalziamo la lode e il ringraziamento; soltanto a Lui rivolgiamo la nostra invocazione di soccorso, soltanto a Lui chiediamo protezione dalle nostre passioni e dalle nostre trasgressioni; a Lui soltanto chiediamo perdono e a Lui, rifulga lo splendor della Sua Luce, chiediamo la guida sul retto sentiero. Infatti, solamente chi è guidato da Allàh cammina sulla retta via, mentre per colui che Allàh non guida non si troverà maestro in grado di metterlo sulla retta via.

Continua a leggere

Un nemico dichiarato

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXVI – Ayàt 60-61:

أَلَمْ أَعْهَدْ إِلَيْكُمْ يَابَنِي آدَمَ أَنْ لاَ تَعْبُدُوا الشَّيْطَانَ إِنَّهُ لَكُمْ عَدُوٌّ مُبِينٌ.60
وَأَنْ اعْبُدُونِي هَذَا صِرَاطٌ مُسْتَقِيمٌ.61

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    O figli di Adamo, non vi ho forse impegnato a non adorare Sciayṭān? – in verità, egli è per voi un nemico dichiarato – (60) e ad adorare Me? Questo è un sentiero diritto.(61)

022

Espiazione della diffamazione

Anas (che allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“L’espiazione per aver parlato male di qualcuno è chiedergli perdono dicendo: “Allahùmma ghfìr la-nā wa là-hu” (o Allàh, perdona noi e lui!) !”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito al-Bàyhaqī.

039

Motivo nella fede nella Onniagenza Divina – Sesto articolo del Credo Islamico

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LVII – Ayàt 22-23:

مَا أَصَابَ مِنْ مُصِيبَةٍ فِي الأَرْضِ وَلاَ فِي أَنْفُسِكُمْ إِلاَّ فِي كِتَابٍ مِنْ قَبْلِ أَنْ نَبْرَأَهَا إِنَّ ذَلِكَ عَلَى اللَّهِ يَسِيرٌ.22
لِكَيْلاَ تَأْسَوْا عَلَى مَا فَاتَكُمْ وَلاَ تَفْرَحُوا بِمَا آتَاكُمْ وَاللَّهُ لاَ يُحِبُّ كُلَّ مُخْتَالٍ فَخُورٍ.23

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Non si abbatte nessuna sventura sulla terra, né sulle vostre persone, che non sia in un Libro, prima che Noi la facciamo accadere – in verità, ciò è facile ad Allàh – (22) perché voi non vi rattristiate, a causa di ciò che vi è sfuggito e non vi rallegriate, a causa di ciò che avete conseguito! Allàh non ama uno che ostenta presunta superiorità, tronfio di boria!(23)

022

Lo commetterà lui

Khalid Bin Ma’dān (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò di aver udito da MU’ĀDH che un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Se qualcuno parla male di un suo fratello a proposito di un fallo da quello compiuto [se il fratello si è pentito d’averlo commesso] quello stesso fallo lo commetterà lui prima di morire!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito at-Tirmīdhī.

053

Autore della Rivelazione Salvifica

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LVII – Ayah 9:

هُوَ الَّذِي يُنَزِّلُ عَلَى عَبْدِهِ آيَاتٍ بَيِّنَاتٍ لِيُخْرِجَكُمْ مِنْ الظُّلُمَاتِ إِلَى النُّورِ وَإِنَّ اللَّهَ بِكُمْ لَرَءُوفٌ رَحِيمٌ.9

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    E’ Lui che manda dall’alto segni chiari al suo servo, perchè vi faccia uscire dalle tenebre alla luce. E in verità, Allàh nei vostri confronti è benevolo e clementissimo.(9)

046

Questa!

Ànas (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Un giorno chiesi all’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria: “Qual è la cosa dalla quale temi mi possa derivare maggior danno?”. Egli prese con l’indice e il pollice la punta della lingua e poi disse:

“Questa!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito at-Tirmīdhī.

043

Autore della nykthemera

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LVII – Ayah 6:

يُولِجُ اللَّيْلَ فِي النَّهَارِ وَيُولِجُ النَّهَارَ فِي اللَّيْلِ وَهُوَ عَلِيمٌ بِذَاتِ الصُّدُورِ.6

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Egli fa penetrare la notte nel giorno e il giorno nella notte. Ciò che sta nei petti Egli lo conosce, perfettamente.(6)

044

Il rispetto verso i genitori

  Nel nome di Allàh,
il Sommamente Misericordioso, il Clementissimo

Unicamente Allàh, l’Altissimo, ha titolo esclusivo
per esser Destinatario di Lode.
Soltanto a Lui, noi, suoi servi fedeli, la lode innalziamo.
Soltanto di Lui, l’Onnipotente,
nel bisogno invochiamo il soccorso.
Soltanto a Lui, il Misericordioso il Clementissimo,
va il nostro ringraziamento.
Soltanto a Lui chiediamo protezione dalle nostre passioni
e dalle nostre trasgressioni.
Soltanto a Lui chiediamo perdono.
A Lui chiediamo di guidarci sul retto sentiero.
Infatti chi è guidato da Allàh
cammina sul sentiero della rettitudine
che a Lui conduce,
mentre per colui che Allàh non guida
non troverai maestro in grado di portarlo sulla retta via.

Continua a leggere

Il piu’ alto livello dell’Islàm

Ali bin Husàyn (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Il più alto livello dell’Islàm lo raggiunge l’uomo che non si interessa delle cose che non lo riguardano!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito Ahmad.

023