La fede

Nel nome di Allàh,
il Sommamente Misericordioso il Clementissimo.

Unicamente Allàh, l’Altissimo, ha titolo per essere Degnissimo di Lode, per cui noi, suoi servi fedeli, soltanto a Lui innalziamo la lode e il ringraziamento; soltanto a Lui rivolgiamo la nostra invocazione di soccorso, soltanto a Lui chiediamo protezione dalle nostre passioni e dalle nostre trasgressioni; a Lui soltanto chiediamo perdono e a Lui, rifulga lo splendor della Sua Luce, chiediamo la guida sul retto sentiero. Infatti, solamente chi è guidato da Allàh cammina sulla retta via, mentre per colui che Allàh non guida non si troverà maestro in grado di metterlo sulla retta via.

Continua a leggere

I migliori e i peggiori

Abdu-r-Rahman Bin Ghànam (che allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“I migliori servi di Allàh sono quelli che quando vengono visti fanno ricordare Allàh, mentre i peggiori sono quelli che con le loro offese creano discordia tra i pii!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito al-Bàyhaqī.

028

Incondivisa è la divinità

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLIII- Ayàt 12-14:

وَالَّذِي خَلَقَ الأَزْوَاجَ كُلَّهَا وَجَعَلَ لَكُمْ مِنَ الْفُلْكِ وَالأَنْعَامِ مَا تَرْكَبُونَ.12
لِتَسْتَوُوا عَلَى ظُهُورِهِ ثُمَّ تَذْكُرُوا نِعْمَةَ رَبِّكُمْ إِذَا اسْتَوَيْتُمْ عَلَيْهِ وَتَقُولُوا سُبْحانَ الَّذِي سَخَّرَ لَنَا هَذَا وَمَا كُنَّا لَهُ مُقْرِنِينَ.13
وَإِنَّا إِلَى رَبِّنَا لَمُنقَلِبُونَ.14

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    *** [ ALLÀH è ] Colui il Quale creò tutte le coppie e fece per voi delle navi e del bestiame, ciò che voi montate, (12) affinché stiate seduti in posizione stabile sulle loro groppe e, una volta che vi siate sistemati, comodamente, su di esse, diciate: “Incondivisa è la divinità di Colui che ci ha assoggettato per l’uso questo, ché noi non saremmo stati capaci di ciò! (13) E, in verità, noi, certamente, ritornanti siamo al nostro Signore.(14)
  • Nota
    Dall’àyah 14 è tratta l’invocazione che il musulmano dice nel salire su un mezzo di trasporto:
    Al-ḥàmdu li-llàdhī sàkhkhara la-na hàdhā wa mā kùnna lah-u muqrinīna lau là àn hada-na llàh. Wa in-nā ilā ràbbi-nā la-munqalibūna.

040

Insistono col gioco del rispetto

Ma la lotta sarà lunga

Ricapitoliamo, per chi si fosse perso le puntate precedenti.

A Trieste, in una scuola materna, si vuole far fare ai bambini il cosiddetto “Gioco del Rispetto”, che tra le tante amenità prevede anche che i maschietti si travestano da femminucce, e viceversa. Il tutto, nell’ottica della imposizione a livello scolastico della famigerata “ideologia gender”, che pretende di cancellare dalla psiche dei bambini le differenze, pure evidenti ed ineliminabili, fra maschio e femmina.

Continua a leggere

Peggio della fornicazione

Abū Sa’īd e Giābir (che Allàh sia compiaciuto di loro) raccontarono. Un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“La diffamazione è più grave della fornicazione!”

Chiesero: “O Apostolo di Allàh, per qual motivo la diffamazione è peggio della fornicazione?”. Rispose, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Il fornicatore, quando si pente Allàh lo perdona, mentre il diffamatore, per essere perdonato da Allàh, deve prima ottenere il perdono del diffamato!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito al-Bàyhaqī.

055

 

Un esercito pronto

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXVI – Ayah 75:

لاَ يَسْتَطِيعُونَ نَصْرَهُمْ وَهُمْ لَهُمْ جُندٌ مُحْضَرُونَ .75

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    I loro dei non hanno alcun potere di soccorrerli, mentre essi sono in loro difesa un esercito pronto!(75)

034

Il livello del silenzio

Imrān Bin Ḥusàyn (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Il livello a cui porta il silenzio è più elevato di quello a cui porta sessanta anni di ‘ibadāt !”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito al-Bàyhaqī.

033

E i morti salirono all’ultimo piano…

Non lasciano in pace nemmeno i defunti

Il progetto del nuovo cimitero che dovrebbe sorgere a Verona.

Il progetto del nuovo cimitero che dovrebbe sorgere a Verona.

 

E’ proprio vero che al peggio non c’è mai fine!

Noi, persone più o meno “normali”, specialmente se non più adolescenti, si pensa sempre di averne ormai viste di tutti i colori. E invece, puntualmente, ci stupiamo di essere testimoni sempre di nuove nefandezze, ingenui come siamo.

E dunque eccolo, l’ultimo colpo di genio di Shaitàn (Satana): il cimitero-grattacielo!

Venghino signori, venghino! 

Continua a leggere

Questa è Giahannam

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXVI – Ayàt 63-64-65:

هَذِهِ جَهَنَّمُ الَّتِي كُنتُمْ تُوعَدُونَ.63
اصْلَوْهَا الْيَوْمَ بِمَا كُنتُمْ تَكْفُرُونَ.64
الْيَوْمَ نَخْتِمُ عَلَى أَفْوَاهِهِمْ وَتُكَلِّمُنَا أَيْدِيهِمْ وَتَشْهَدُ أَرْجُلُهُمْ بِمَا كَانُوا يَكْسِبُونَ.65

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Questa è Giahànnam, che vi era stata promessa.(63) Oggi arrostite in essa, perchè rifiutavate di credere.(64) Oggi Noi sigilliamo le loro bocche! Sono le loro mani a parlarci ed i loro piedi rendono testimonianza di ciò che guadagnavano.(65)

028

È diffamatore

Ibn Omar (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Chi ascolta una diffamazione è diffamatore anche lui!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito at-Tibrānī.

023