Il teologo

Ibn Abbāṣ (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Il teologo è più forte di mille uomini pii per il diavolo!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito at-Tirmìdhī.

045

Il diavolo dirottatore

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLIII – Ayah 19:

وَمَنْ يَعْشُ عَنْ ذِكْرِ الرَّحْمَنِ نُقَيِّضْ لَهُ شَيْطَانًا فَهُوَ لَهُ قَرِينٌ.36
وَإِنَّهُمْ لَيَصُدُّونَهُمْ عَنِ السَّبِيلِ وَيَحْسَبُونَ أَنَّهُمْ مُهْتَدُونَ.37

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    A colui il quale volta le spalle al Ricordo del Sommamente Misericordioso, Noi assegneremo uno sciayṭān, di cui diventerà qarīn (compagno e camerata) (36). In verità, essi, certamente, li sviano, anche se essi (gli sviati) pensano di essere sulla via giusta (37).
  • Nota
    Il rifiuto di credere al Sublime Corano e il disinteresse per il destino ultraterreno dell’uomo comporta l’assegnazione da parte di Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, di un diavolo dirottatore, come compagno inseparabile del miscredente, che lo manipolerà talmente bene che, tenendolo sulla strada sbagliata, la vittima sarà convinto di essere sulla strada giusta.

046

Il sesso degli angeli

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLIII – Ayah 19:

وَجَعَلُوا الْمَلاَئِكَةَ الَّذِينَ هُمْ عِبَادُ الرَّحْمَنِ إِنَاثًا أَشَهِدُوا خَلْقَهُمْ سَتُكْتَبُ شَهَادَتُهُمْ وَيُسْأَلُونَ.19

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Essi hanno stabilito che gli Angeli – i quali sono servi [CIOÈ CREATURE] del Sommamente Misericordioso – hanno sesso femminile. Forse che sono stati testimoni della loro creazione? La loro testimonianza sarà messa per iscritto ed essi saranno chiamati a risponderne (19).
  • Nota
    L’importanza dell’àyah sta nella domanda. Perché una affermazione abbia fondamento, bisogna darne la prova o de visu o per tabulas [o testimoniale o documentale]. Come fanno gli uomini ad affermare che gli angeli hanno la natura femminile se non erano presenti alla loro creazione per vederne il sesso? Inventano e soprattutto fanno sacrilegio, adorandoli [angelolatria – culto degli angeli]

076

Da differenti parti del mondo

Abū Sa’īd al-Khùdrī (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Gli uomini saranno vostri seguaci. Essi verranno da voi da differenti parti del mondo per sapere chi è veramente Iddio/Allàh e quando sono da voi, consigliate loro il bene!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito at-Tirmìdhī.

043

Condanna del politeismo esplicito e del cripto-politeismo

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLIII – Ayah 15:

وَجَعَلُوا لَهُ مِنْ عِبَادِهِ جُزْءًا إِنَّ الإِنسَانَ لَكَفُورٌ مُبِينٌ.15

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Essi hanno attribuito a Lui come parte (di Lui) dei suoi servi (Sue creature); in verità, l’uomo è certamente un ingrato manifesto (15).
  • Nota
    È sacrilegio – quando Allàh afferma con precisione linguistica e chiarezza concettuale che Egli, unico titolare della qualità divina, essendo ETERNO dice esplicitamente che Egli non generò, che Egli non fu generato e che nessuno è co-eguale a Lui, cioè possiede la Qualità Divina – attribuire Qualità Divina a creature e rendere a esse culto di adorazione.

032

Disse (*): “La Recitazione del Sublime Corano

è la forma più eccellente del Ricordo di Allàh della mia ummah!"

Nel nome di Allàh,
il Sommamente Misericordioso 
il Clementissimo

Unicamente Allàh, l’Altissimo, ha titolo esclusivo per essere Destinatario di Lode; e noi, suoi servi fedeli, soltanto a Lui la nostra lode innalziamo, solo di Lui, l’Altissimo Onnipotente, nel bisogno invochiamo il soccorso e solamente a Lui, il Misericordioso il Clementissimo, rivolgiamo il nostro ringraziamento; soltanto a Lui chiediamo protezione dalle nostre passioni e dalle trasgressioni nelle nostre azioni; soltanto a Lui, il Quale ama che Gli si chieda perdono, chiediamo perdono; a Lui chiediamo di guidarci sul retto sentiero; infatti solamente chi è guidato da Allàh cammina sul retto sentiero, che a Lui conduce, mentre per colui che Allàh non guida non troverai maestro in grado di portarlo sulla retta via.

Continua a leggere

Le tre azioni che continuano a produrre bene

Abū Hurayrah (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Quando un uomo muore cessano le sue azioni di bene e, quindi, la loro produzione di bene; tranne che per tre azioni: una beneficenza che continua a produrre bene; un insegnamento che continua a giovare e un figlio virtuoso che prega per lui!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito Muslim.

051

Ricordo di Allàh, saliti su un mezzo di trasporto

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLIII – Ayàt 13-14:

لِتَسْتَوُوا عَلَى ظُهُورِهِ ثُمَّ تَذْكُرُوا نِعْمَةَ رَبِّكُمْ إِذَا اسْتَوَيْتُمْ عَلَيْهِ وَتَقُولُوا سُبْحانَ الَّذِي سَخَّرَ لَنَا هَذَا وَمَا كُنَّا لَهُ مُقْرِنِينَ.13
وَإِنَّا إِلَى رَبِّنَا لَمُنقَلِبُونَ. 14

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Affinché voi stiate seduti in posizione stabile sulle loro groppe e, una volta che vi siate sistemati comodamente su di esse, diciate: “Incondivisa è la divinità di Colui che ci ha assoggettato per l’uso questo, ché noi non saremmo stati capaci di ciò! (13). E, in verità, noi, certamente, ritornanti siamo al nostro Signore”(14).
  • Nota
    La parte finale dell’àyah 13 e l’ayah 14 in nero sono da imparare a memoria: “Subḥāna llàdhī sàkhkhara la-nā hàdhā wa mā kùnnā la-hu muqrinīna wa in-nā li-Ràbbi-nā la-muqalibūna”. E sono da recitare, una volta saliti su un mezzo di trasporto.

052

Sul conflitto Islàm‑occidente

Un articolo di Paolo Franceschetti

066
Introduzione

di Abu Ismail Morselli

Il nostro sito è imperniato sulla fornitura ai lettori di cultura “diversa”, non nel senso della pura sovversione, ma nel senso della rivoluzione culturale islàmica positiva.

Siamo convinti che l’Occidente (il cui stile di vita e i cui principi hanno ormai conquistato quasi tutto il mondo, escluso in parte quello islàmico, o che si pretenderebbe islàmico, per cui possiamo tranquillamente affermare che non esiste più un “Oriente” profondamente alieno all’Occidente), se vuole salvarsi, deve abbracciare l’Islàm.

E’ possibile, secondo noi, un’umanità diversa e migliore, a patto che abbia come base l’Islàm.

Continua a leggere