Egli vi sosterrà

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLVII – Ayah 7:

يَاأَيُّهَا الَّذِينَ آمَنُوا إِنْ تَنصُرُوا اللَّهَ يَنصُرْكُمْ وَيُثَبِّتْ أَقْدَامَكُمْ.7

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    O voi che credete, se sosterrete Allàh (operando per il trionfo della Sua causa) Egli vi sosterrà, rendendo stabili i vostri piedi (7).
  • NOTA
    Coloro i quali operano con i loro beni e con le loro persone per affermare il primato della Parola di Allàh, Creatore e Signore dell’uomo, su qualsiasi parola umana che contrasti il Verbo Divino, saranno, immancabilmente, fortificati dal Suo sostegno, perché Egli quello che promette, lo mantiene.

070

La famiglia di Allàh

Abdullàh e Anas (che Allàh sia compiaciuto di loro) raccontarono. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Il creato è la famiglia di Allàh, perciò il più caro degli uomini ad Allàh è colui che è il migliore verso la propria famiglia!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito Baihaqī.

057

Liberateli

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLVII – Ayah 4:

فَإِذا لَقِيتُمُ الَّذِينَ كَفَرُوا فَضَرْبَ الرِّقَابِ حَتَّى إِذَا أَثْخَنتُمُوهُمْ فَشُدُّوا الْوَثَاقَ فَإِمَّا مَنًّا بَعْدُ وَإِمَّا فِدَاءً حَتَّى تَضَعَ الْحَرْبُ أَوْزَارَهَا ذَلِكَ وَلَوْ يَشَاءُ اللَّهُ لاَنتَصَرَ مِنْهُمْ وَلَكِنْ لِيَبْلُوَ بَعْضَكُمْ بِبَعْضٍ وَالَّذِينَ قُتِلُوا فِي سَبِيلِ اللَّهِ فَلَنْ يُضِلَّ أَعْمَالَهُمْ.4

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Quando (sul campo di battaglia) incontrate coloro, che rifiutano di credere (dovete loro infliggere) battitura dei colli. Dopo che li avrete bastonati di santa ragione (e fatti prigionieri), legateli e poi (quando essi avranno capito di essere alla vostra mercè) o LIBERATELI per generosa concessione, oppure [LIBERATELI] per riscatto, finché la guerra non deponga i suoi fardelli (4 fragm.).
  • NOTA
    Quando in battaglia avrete sbaragliato gli aggressori, se fate prigionieri LIBERATELI o PER GENEROSA CONCESSIONE oppure DIETRO RISCATTO. Regola fondamentale del codice di guerra islamico concernente la sorte dei prigionieri.

070

Ristabilite la pace

Abū Dardā‹ (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Volete sapere ciò che ha maggior valore del digiuno, della zakàh e del rito d’adorazione?”

Noi dicemmo: “Sì!”. Disse:

“Ristabilire la pace tra due litiganti, perché il litigio è fonte di devastazione [dei rapporti]!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito Muslim.

053

Credo e, inseparabilmente, opere

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLVII – Ayàt 1-2:

الَّذِينَ كَفَرُوا وَصَدُّوا عَنْ سَبِيلِ اللَّهِ أَضَلَّ أَعْمَالَهُمْ .1
وَالَّذِينَ آمَنُوا وَعَمِلُوا الصَّالِحَاتِ وَآمَنُوا بِمَا نُزِّلَ عَلَى مُحَمَّدٍ وَهُوَ الْحَقُّ مِنْ رَبِّهِمْ كَفَّرَ عَنْهُمْ سَيِّئَاتِهِمْ وَأَصْلَحَ بَالَهُمْ.2

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Egli (Allàh) renderà vane le azioni di coloro, i quali rifiutano di credere e distolgono dalla via di Allàh (1), mentre Egli – a coloro che credono e operano il bene, credono a ciò che è stato fatto scendere su Muhàmmad e (credono) che esso (il Sublime Corano) è la verità (proveniente) dal loro Signore – cancellerà le loro malefatte ed emenderà il loro cuore! (2)
  • NOTA
    Il rifiuto di credere alla paternità divina del Sublime Corano e alla missione apostolico-profetica di Muhàmmad, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria e la propaganda contro, per distogliere la gente dall’intraprendere il percorso dell’Islàm, renderà vane ai fini della salvezza dal fuoco le opere materialmente buone dei miscredenti e degli oppositori. Mentre i credenti alla Paternità Divina del Sublime Corano e alla Missione Apostolico-Profetica di Muhàmmad, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, che non soltanto credono, ma anche mettono in pratica il Corano e la Sunna, riceveranno il perdono delle trasgressioni e i loro cuori saranno emendati.

072