Uomini e donne sono uguali?

Presentazione della sezione

GLI UOMINI E LE DONNE SONO UGUALI?

Dice nel Sublime Corano la Parola d’IDDIO:

E che Egli è Colui che ha creato i due generi,
il maschio e la femmina

(Corano, 53, 45),

e:

“…Il maschio non è certo simile alla femmina!
(Corano, 3, 36).

Il Sommo Creatore di tutto l’Universo, IDDIO, rifulga lo splendore della Sua Luce, nel primo brano qui citato ci dice che Egli creò dunque due generi sessuali diversi e distinti.

Nel secondo insiste sulla diversità, che invero dovrebbe essere evidente.

 Dice ancora IDDIO:

Esse (le donne) sono una veste per voi,
e voi (gli uomini)
siete una veste per loro…
(Corano, 2, 187).

Qui, si pone l’accento sulla complementarietà reciproca di uomo e donna. E sulla necessità l’uno per l’altra; l’uso della parola veste è significativo: non si va infatti in giro nudi.

Dunque, l’uomo e la donna sono complemento necessario l’uno dell’altra.

E poi, in un altro brano ancora, si legge:

e ha stabilito tra voi amore e tenerezza.
Ecco davvero dei segni per coloro che riflettono
(Corano, 30, 21).

Qui si dice che il rapporto tra uomo e donna è basato sull’amore fra i due, che è stato instaurato da IDDIO stesso.

 E poi, in un altro brano ancora, si afferma:

Chiunque, sia esso maschio o femmina,
faccia delle opere buone e sia credente
(appartiene al novero di) quelli che entrano nel giardino
E che non riceveranno il minimo torto
(Corano, 4, 124).

Gli uomini e le donne, di fronte a DIO nel Giorno del Giudizio, saranno quindi giudicati solo in base ai loro comportamenti, e non sarà data preferenza ad un sesso nei confronti dell’altro.

Dunque, la Parola d’IDDIO stabilisce che non v’è superiorità sostanziale di un sesso sull’altro, ma invece diversità sostanziale.

Ciò comporta che ai due sessi vengano assegnati, all’interno della società umana, compiti differenti.

L’odierna società occidentale, anche e soprattutto in questo campo, ha posizione opposta a quella islàmica, e pretende innanzitutto di annullare questa differenza, che peraltro è rimasta evidente e indiscutibile durante tutta la storia della cultura umana, fino a pochi decenni fa.

Il mondo dei media, e del “politicamente corretto”, ci vuole far credere che uomini e donne possiedano identiche prerogative, capacità, inclinazioni e potenzialità, proprio nel momento storico in cui, al contrario, la scienza (quella vera) sta dimostrando ogni giorno di più che è vero piuttosto il contrario.

E la negazione di questa evidenza produce squilibri sociali sempre più evidenti, ed uno sfaldamento progressivo ed inarrestabile della coesione sociale, basata principalmente sulla famiglia formata dall’unione di uomo e donna. Gli uomini e le donne sono ormai ridotti a individui costretti ad essere uguali, e dunque in competizione su tutto. E dunque poco meno che nemici.

Questo naturalmente fa comodo a chi dietro le quinte vuol dominare il mondo, e sa benissimo che la prima cosa necessaria all’uopo è fare degli uomini e delle donne una massa sterminata di individui sostanzialmente soli.

Per costruire una società che abbia un minimo di consistenza e di unità, e che ovviamente può esser basata solo sull’Islàm, è basilare acquisire cognizione scientificamente esatta della differenza tra maschio e femmina. Tali cognizioni, offerteci oggi dalla scienza seria, confermano anche in questo ramo del sapere umano la parola d’IDDIO impressa nel Sublime Corano, e non poteva essere diversamente.

L’intendimento di questa sezione del sito, con tutta la modestia del caso, è quello di fornire un panorama aggiornato delle acquisizioni scientifiche in questa materia.

Articoli pubblicati: