Un chiaro avvertimento

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLIII- Ayàt 7-8:

وَمَا يَأْتِيهِمْ مِنْ نَبِيٍّ إِلاَّ كَانُوا بِهِ يَسْتَهْزِئُون.7
فَأَهْلَكْنَا أَشَدَّ مِنْهُمْ بَطْشًا وَمَضَى مَثَلُ الأَوَّلِينَ.8

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Non giungeva loro un Profeta, senza che essi si facessero beffe di lui.(7) Perciò Noi distruggemmo (popoli) più forti di essi, quanto a potenza. E l’esempio degli antichi è già stato proposto! (8)
  • Nota
    Quest’ayah è un chiaro avvertimento, in particolare ai Meccani e in generale a tutti coloro i quali rifiutano di credere all’unità, unicità e uni-personalità divina e si fanno beffe dell’Inviato di Allàh, cui è stata affidata la missione apostolica di liberare il suo popolo dal dominio della parola dell’uomo, per portarlo all’obbedienza dei Comandamenti del suo Creatore.

007