Suratu-l-Fatiha – Ayah 6

اهْدِنَا الصِّرَاطَ الْمُسْتَقِيمَ
Ihdi‑nā
Guida noi

ṣ‑ṣirāa l‑mustaqīma
(indicandoci) la via diritta

Ihdi-nā è l’invocazione del fedele in forma implorativa del verbo guidare (hàdā) con il pronome suffisso di prima persona plurale -nā in caso accusativo, con accusativo di aṣ‑ṣirāu l-mustaqīm cioè “la via diritta” (doppio accusativo in arabo): questa via è l’Islām.

Il fedele chiede ad Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, di essere guidato sulla Retta Via, per non deviare e per non allontanarsi da essa. Con questa invocazione il fedele chiede di essere rafforzato nella sua coerenza al Sublime Corano e alla Nobile Sunna nella linea di condotta e di essere accresciuto in conoscenza. La conoscenza, infatti, fa parte della fede; più essa è grande, più solida è la fede e l’aumento della fede ha come frutto una maggior saldezza sulla via. Allàh dice: “Quanto a coloro che si sono aperti alla guida, Egli accresce la loro guida” [Sūrah  Muḥāmmad, āyah 17]” .