Nulla sfugge ad Allàh

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXI – Ayah 12:


يَابُنَيَّ إِنَّهَا إِنْ تَكُنْ مِثْقَالَ حَبَّةٍ مِنْ خَرْدَلٍ فَتَكُنْ فِي صَخْرَةٍ أَوْ فِي السَّمَاوَاتِ أَوْ فِي الأَرْضِ يَأْتِ بِهَا اللَّهُ إِنَّ اللَّهَ لَطِيفٌ خَبِيرٌ.16

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    O figlio mio, in verità, quando pure una cosa del peso di un granello di senape fosse in una roccia, o nei cieli o nella terra, Allàh lo troverebbe. In verità, Allàh è il Benevolo, il Bene di tutto informato! (16)
  • NOTA
    In questa āyah Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, per bocca di Luqmān il Savio, ammonisce l’uomo, creatura, di non illudersi mai di farla franca, perché egli non ha vie di scampo dal castigo divino nel creato, che è tutto dominio del Creatore, l’Onnipresente Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce.

056