Non tu guidi chi ami

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXVIII – Ayah 56:

إِنَّكَ لاَ تَهْدِي مَنْ أَحْبَبْتَ وَلَكِنَّ اللَّهَ يَهْدِي مَنْ يَشَاءُ وَهُوَ أَعْلَمُ بِالْمُهْتَدِينَ.56  

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    In verità, non tu guidi chi ami, ma è Allàh che guida chi Egli vuole e Lui ne sa di più riguardo a chi si lascia guidare. (56)
  • Nota
    Ayah di consolazione per il Profeta, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, afflitto per la morte dello zio Abū Ṭālib, al quale fino all’ultimo suo momento di vita il Profeta aveva chiesto invano di pronunciare la testimonianza che non c’è divinità, tranne Allàh e che Muhàmmad è l’apostolo di Allàh, cosa che il morente non fece per rispetto umano, essendo presenti gli esponenti principali della classe dominante alla Mecca.

062