Nel Giorno della Resurrezione

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XVIII – Ayàt 47-48:

وَيَوْمَ نُسَيِّرُ الْجِبَالَ وَتَرَى الأَرْضَ بَارِزَةً وَحَشَرْنَاهُمْ فَلَمْ نُغَادِرْ مِنْهُمْ أَحَدًا .47
وَعُرِضُوا عَلَى رَبِّكَ صَفًّا لَقَدْ جِئْتُمُونَا كَمَا خَلَقْنَاكُمْ أَوَّلَ مَرَّةٍ بَلْ زَعَمْتُمْ أَلَّنْ نَجْعَلَ لَكُمْ مَوْعِدًا.48

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Il giorno, in cui faremo viaggiare le montagne, nel quale tu vedrai la terra spianata, nel quale li raduneremo senza lasciarne uno, (47) e nel quale a schiere saranno presentati al tuo Signore. (Egli dirà loro): “Siete venuti a Noi come vi abbiamo creato la prima volta, anche se voi non credevate che vi avremmo dato appuntamento!”. (48)
  • Nota
    Ai materialisti, che – ingannati da Satana – dicono che il paradiso e l’inferno sono qui sulla Terra, nel Giorno della Resurrezione Allàh, l’Altissimo, dirà: ““Siete venuti a Noi come vi abbiamo creato la prima volta, anche se voi non credevate che vi avremmo dato appuntamento!”. In quel giorno essi sapranno la verità, ma sarà fuori tempo massimo e il loro destino sarà l’Inferno, a cui erano destinati dal 120° giorno da loro concepimento, per cui non avevano creduto nell’esistenza di esso.

066