Menziona il tuo Signore

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XVIII – Ayàt 23-24:

وَلاَ تَقُولَنَّ لِشَيْءٍ إِنِّي فَاعِلٌ ذَلِكَ غَدًا.23
إِلاَّ أَنْ يَشَاءَ اللَّهُ وَاذْكُرْ رَبَّكَ إِذَا نَسِيتَ وَقُلْ عَسَى أَنْ يَهْدِيَنِي رَبِّي ِلأَقْرَبَ مِنْ هَذَا رَشَدًا .24

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Non dire, per qualsiasi cosa – senza aggiungere “se Allàh lo vuole” – “In verità, farò questo, domani!”. (23) Se hai dimenticato [di dirlo], menziona il tuo Signore, e di’: “Può darsi che il mio Signore, mi guidi più vicino (al vero) di questo, quanto a buona direzione!” (24).
  • Nota
    Quando Allàh, rifulga lo splendor della sua luce, adopera l’imperativo negativo, o l’imperativo positivo di un verbo, il musulmano deve obbedire al comando di non fare, o al comando di fare riguardo all’azione indicata dal verbo.

060