L’unico titolare della “natura divina”

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXVI – Ayah 36:

سُبْحَانَ الَّذِي خَلَقَ الأَزْوَاجَ كُلَّهَا مِمَّا تُنْبِتُ الأَرْضُ وَمِنْ أَنفُسِهِمْ وَمِمَّا لاَ يَعْلَمُونَ (يس: 36).

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Incondivisa è la divinità di Colui che creò tutte le coppie di ciò che la terra produce, di loro stessi e di ciò che essi non sanno!(36)
  • Nota
    Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, è l’unico titolare della “natura divina”, in cui non ha “soci”, condomini, compartecipi. Uno, Unico e Uni-Personale Egli è, rifulga lo splendor della Sua Luce. L’Unità e Unicità Divina è una realtà aritmetica uni-personale, non una realtà mistericamente pluri-personale [unità cripto-politeistica]. Un destinato all’inferno commenta il Sublime Corano, beffardamente, quanto alla paternità divina del Libro, scrivendo: “parla di, cavalli, di muli, di asini…ma perché non parla di ornitorinco?” . Si vede che non aveva riflettuto sul significato di “creò tutte le coppie di ciò che la terra produce, di loro stessi e di ciò che essi non sanno!”(36)

072