L’esempio del Profeta Ibrāhīm

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXVII – Ayàt 102-107:

فَلَمَّا بَلَغَ مَعَهُ السَّعْيَ قَالَ يَابُنَيَّ إِنِّي أَرَى فِي الْمَنَامِ أَنِّي أَذْبَحُكَ فَانظُرْ مَاذَا تَرَى قَالَ يَا أَبَتِ افْعَلْ مَا تُؤْمَرُ سَتَجِدُنِي إِنْ شَاءَ اللَّهُ مِنْ الصَّابِرِينَ.102
فَلَمَّا أَسْلَمَا وَتَلَّهُ لِلْجَبِينِ.103
وَنَادَيْنَاهُ أَنْ يَا إِبْرَاهِيمُ .104
قَد صَدَّقْتَ الرُّؤْيَا إِنَّا كَذَلِكَ نَجْزِي الْمُحْسِنِينَ .105
إِنَّ هَذَا لَهُوَ الْبَلاَءُ الْمُبِينُ.106
وَفَدَيْنَاهُ بِذِبْحٍ عَظِيمٍ .107

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Quando il fanciullo giunse all’età di andare con lui, disse (Ibrahim): “Figlio mio, in verità, ho visto nel sogno che ti sacrifico (ad Allàh). Guarda che cosa vedi (che io debba fare)!”. Disse: “Padre mio, fa ciò che ti fu ordinato, mi troverai – se Allàh vuole – tra coloro che sopportano!”(102). E dopo che ambedue ebbero fatto islām e che lui (Ibrahim) lo gettò per terra sulla sua fronte,(103) Noi lo chiamammo: “O Ibrāhīm” (104) hai obbedito alla visione!” In verità, così Noi ricompensiamo i bene operanti.(105) In verità, questa è, certamente, l’afflizione tormentosa, (106) che Noi riscattammo con una straordinaria vittima sacrificale.(107).
  • Nota
    Un fulgido esempio di consapevolezza islamica sia da parte del padre [Ibrāhīm] che da parte del figlio [Ismā‛īl], su ambedue la pace, al quale tutti gli uomini – agnostici, atei, agli evoluzionisti, e in una parola, materialisti – come pure credenti nella diverse fiabe dell’aldilà – hanno da ispirarsi per obbedire ai Comandamenti del Sublime Corano e ai precetti del profeta Muhàmmad, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, ai fini della salvezza dal fuoco.

054