La terra come culla

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XX – Ayàt 53/55:

مَاءً فَأَخْرَجْنَا بِهِ أَزْوَاجًا مِنْ نَبَاتٍ شَتَّى.53
كُلُوا وَارْعَوْا أَنْعَامَكُمْ إِنَّ فِي ذَلِكَ لآياتٍ ِلأَوْلِي النُّهَى.54
مِنْهَا خَلَقْنَاكُمْ وَفِيهَا نُعِيدُكُمْ وَمِنْهَا نُخْرِجُكُمْ تَارَةً أُخْرَى.55

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Egli è Colui che vi ha dato la terra come culla, che per voi ha tracciato in essa delle vie e che fa scendere acqua dal cielo! Con essa Noi facciamo uscire dalla terra coppie di vegetali diversi. (53) Mangiate e pascolate il vostro bestiame. In verità, in questo vi sono segni per i dotati d’intelletto. (54). Da essa [dalla terra] vi creammo, in essa vi facciamo ritornare e da essa vi faremo uscire un’altra volta. (55)
  • Nota
    Sono le ayàt nelle quali Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, ci informa del nostro destino di creature. Da quest’àyah [55] è tratto l’estremo commiato al defunto, quando la sua salma è stata inumata. I presenti alla sepoltura gettano tre manciate di terra nella fossa. Al primo getto dicono: “Dalla terra sei stato creato”; al secondo, dicono: “Alla terra stai tornando” e al terzo dicono:” e da essa sarai fatto uscire!”.

066