La ricompensa della beatitudine

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XVIII – Ayàt 30-31:

إِنَّ الَّذِينَ آمَنُوا وَعَمِلُوا الصَّالِحَاتِ إِنَّا لاَ نُضِيعُ أَجْرَ مَنْ أَحْسَنَ عَمَلاً.30
أُوْلَئِكَ لَهُمْ جَنَّاتُ عَدْنٍ تَجْرِي مِنْ تَحْتِهِمُ الأَنْهَارُ يُحَلَّوْنَ فِيهَا مِنْ أَسَاوِرَ مِنْ ذَهَبٍ وَيَلْبَسُونَ ثِيَابًا خُضْرًا مِنْ سُندُسٍ وَإِسْتَبْرَقٍ مُتَّكِئِينَ فِيهَا عَلَى الأَرَائِكِ نِعْمَ الثَّوَابُ وَحَسُنَتْ مُرْتَفَقًا.31

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    In verità, coloro che credono e la linea di condotta dei quali è costituita dalle azioni buone (avranno successo). In verità, Noi non trascuriamo la ricompensa di chi si è comportato bene, quanto ad azione. (30) Quelli avranno giardini di ’àdn e sotto i loro piedi scorreranno i fiumi. Si adorneranno in essi di bracciali di oro, porteranno abiti verdi di seta e di broccato, stando sdraiati in essi su divani. Che bella ricompensa! E staranno bene, quanto a punto d’appoggio!(31)
  • Nota
    Le porte del Paradiso e le beatitudini dei Giardini di Eden saranno aperte soltanto a coloro i quali, avranno creduto nella paternità divina del Sublime Corano e nella missione apostolico-profetica di Muhàmmad, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, e che avranno messo in pratica, conseguentemente, il codice di vita dell’Islàm, che nel Sublime Corano e nella Sunna del Profeta, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, ha le sue fonti.

072