Il Signore dell’Universo

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXVI – Ayàt 77-82:

فَإِنَّهُمْ عَدُوٌّ لِي إِلاَّ رَبَّ الْعَالَمِينَ.77
الَّذِي خَلَقَنِي فَهُوَ يَهْدِينِ.78
وَالَّذِي هُوَ يُطْعِمُنِي وَيَسْقِينِ.79
وَإِذَا مَرِضْتُ فَهُوَ يَشْفِينِ.80
وَالَّذِي يُمِيتُنِي ثُمَّ يُحْيِينِ.81
وَالَّذِي أَطْمَعُ أَنْ يَغْفِرَ لِي خَطِيئَتِي يَوْمَ الدِّينِ.82

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    In verità, essi sono un nemico per me, fatta eccezione del Signore dell’Universo, (77) il Quale mi ha creato ed è Lui, il Quale mi guida, (78) il Quale mi sfama, il Quale mi disseta, (79) il Quale, quando sono ammalato, mi guarisce, (80) il Quale mi farà morire e poi rivivere, (81) e il Quale io spero mi perdoni il mio peccato, nel giorno del Giudizio!(82)
  • Nota
    È una motivata dichiarazione di guerra senza quartiere al politeismo idolatrico di quell’epoca e di ogni epoca, compresa, quindi, anche quella in cui viviamo, che nasce dalla presa di coscienza della propria condizione di creatura nei confronti del Creatore, Uno, Unico, Uni-personale, il Quale non solo ha dato l’esistenza terrena, ma anche una vita futura nella quale raggiungere il Paradiso, dopo il giorno del giudizio, ha dato il codice di vita da seguire.

070