Il Conoscitore dell’invisibile

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXIV – Ayah 3:

وَقَالَ الَّذِينَ كَفَرُوا لاَ تَأْتِينَا السَّاعَةُ قُلْ بَلَى وَرَبِّي لَتَأْتِيَنَّكُمْ عَالِمِ الْغَيْبِ لاَ يَعْزُبُ عَنْهُ مِثْقَالُ ذَرَّةٍ فِي السَّمَاوَاتِ وَلاَ فِي الأَرْضِ وَلاَ أَصْغَرُ مِنْ ذَلِكَ وَلاَ أَكْبَرُ إِلاَّ فِي كِتَابٍ مُبِينٍ.3

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Per il Conoscitore dell’invisibile! Non gli sfugge il peso di un ATOMO nei cieli e nella terra; né qualcosa di PIÙ PICCOLO [di un atomo] né qualcosa di più grande esiste, la cui esistenza non sia (scritta) in un libro chiaro!(3)
  • Nota
    Domanda che esige una risposta ragionata è questa: “Chi poteva sapere dell’esistenza di realtà più piccole di un atomo [particelle sub-atomiche] 1400 anni or sono?”. La risposta esatta è: “Il Creatore”.

064