Guida e fuorviamento

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXV – Ayah 8:

أَفَمَنْ زُيِّنَ لَهُ سُوءُ عَمَلِهِ فَرَآهُ حَسَنًا فَإِنَّ اللَّهَ يُضِلُّ مَنْ يَشَاءُ وَيَهْدِي مَنْ يَشَاءُ فَلاَ تَذْهَبْ نَفْسُكَ عَلَيْهِمْ حَسَرَاتٍ إِنَّ اللَّهَ عَلِيمٌ بِمَا يَصْنَعُونَ .8

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    … Allàh, in verità, chi Egli vuole fuorvia e chi Egli vuole guida. Perciò non sia angustiata la tua anima per loro…( 8)
  • NOTA
    In questo frammento di àyah Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, rammenta al fedele che invita all’Islàm che la guida e il fuorviamento sono prerogativa esclusiva di Allàh, per cui non deve rattristarsi se coloro ai quali l’invito è rivolto rifiutano di riconoscere che non c’è divinità tranne Allàh e che Muhàmmad è l’Apostolo di Allàh, che allàh lo benedica e l’abbia in gloria. “Non è dato ad anima di credere [nella verità della divinità dell’Autore del Sublime Corano] se non con il permesso di Allàh”.

070