Compagni del fuoco e compagni del giardino

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura II – Ayàt 81-82:

بَلَى مَنْ كَسَبَ سَيِّئَةً وَأَحَاطَتْ بِهِ خَطِيئَتُهُ فَأُوْلَئِكَ أَصْحَابُ النَّارِ هُمْ فِيهَا خَالِدُونَ.81
وَالَّذِينَ آمَنُوا وَعَمِلُوا الصَّالِحَاتِ أُوْلَئِكَ أَصْحَابُ الْجَنَّةِ هُمْ فِيهَا خَالِدُونَ.82

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Chi pratica il male, e vien imprigionato nella rete dei suoi peccati, fa parte di coloro che sono i compagni del fuoco e che in esso, eternamente, rimarranno.(81) Invece, coloro i quali credono e compiono le buone azioni [credono nella paternità divina del Sublime Corano, nella missione apostolico-profetica di Muhàmmad e praticano l’Islàm], quelli sono i compagni del giardino, in cui, eternamente, rimarranno. (82)

066