Chi si lascia guidare e chi devia

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XVII- Ayah 15:

 مَنِ اهْتَدَى فَإِنَّمَا يَهْتَدِي لِنَفْسِهِ وَمَنْ ضَلَّ فَإِنَّمَا يَضِلُّ عَلَيْهَا وَلاَ تَزِرُ وَازِرَةٌ وِزْرَ أُخْرَى وَمَا كُنَّا مُعَذِّبِينَ حَتَّى نَبْعَثَ رَسُولاً.15

 

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Chi si lascia dirigere, si lascia dirigere a suo vantaggio e chi devia, è a proprio danno che devia: nessuno porterà il peso di un altro! Non fummo mai castigatori, senza aver prima suscitato un Apostolo. (15)
  • Nota
    Colui che si lascia guidare da Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, mettendo in pratica il Sublime Corano e la Nobile Sunna, lo fa a proprio vantaggio per la vita di quaggiù e per la vita futura, mentre chi si scosta dalla via indicata dalle direttive del Sublime Corano e dagli insegnamenti del Profeta, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, sarà egli stesso causa del suo male nella vita di quaggiù e, conseguentemente, nella vita futura. Il castigo Divino colpisce i trasgressori, ma questo avviene dopo che essi sono stati inutilmente ammoniti da un Ammonitore inviato da Allàh, con il compito di far loro presente le infauste conseguenze della disobbedienza.

058