I MIRACOLI DEL CORANO – 4

L’espansione dell’universo

L’universo continua ad espandersi, e ad una velocità sempre maggiore. Questa è un’immagine che tenta di darne un’idea.

L’universo continua ad espandersi, e ad una velocità sempre maggiore. Questa è un’immagine che tenta di darne un’idea.

.

Dice il Sublime Corano:

وَالسَّمَاءَ بَنَيْنَاهَا بِأَيْيدٍ وَإِنَّا لَمُوسِعُونَ

Il cielo lo abbiamo costruito, magistralmente,
e Noi ne allarghiamo di continuo gli spazi!

(Corano, 51,47)

Ed ecco il commento dello Shaykh Abdurrahman Rosario Pasquini:

Con precisione linguistica e chiarezza concettuale Allàh, l’Altissimo, Autore del Sublime Corano, parla in quest’ayah di una realtà dell’universo scoperta 1400 dopo la “pubblicazione” del Libro. Chi, se non Allàh, rifulga lo splendor della sua Luce, poteva saperlo?”.

Già. Chi poteva saperlo?

L’espansione dell’universo è infatti scoperta scientifica recente.

Il primo a parlare di universo in espansione fu il belga George Lemaitre.

George Edouard Lemaitre (1894-1966), sacerdote belga, fu fisico e astronomo.

George Edouard Lemaitre (1894-1966), sacerdote belga, fu fisico e astronomo.

.

Nel 1927 Lemaitre ipotizzò che l’universo è in espansione. Fu il primo a formulare la legge della proporzionalità fra la distanza e la velocità di recessione degli oggetti astronomici, legge che sarà poi confermata da E. P. Hubble qualche anno dopo.

Altro modello esplicativo dell’espansione dell’universo. Si noti che l’espansione, dal punto di vista della velocità, è accelerata, non costante.

Altro modello esplicativo dell’espansione dell’universo. Si noti che l’espansione, dal punto di vista della velocità, è accelerata, non costante.

.

Ipotizzò che l’Universo si fosse espanso a partire da un punto iniziale, che egli chiamò atomo primigenio, e descrisse la sua teoria come l’uovo cosmico che esplodeva al momento della creazione. Era la prima formulazione di quella che in seguito sarebbe stata definita la “Teoria del Big Bang”. La sua stima dell’età dell’universo fu tra 10 e 20 miliardi di anni, (in accordo con le attuali stime). Einstein dapprima rifiutò la teoria di Lemaitre, in quanto in quel periodo considerava l’universo immutabile. Ma qualche anno dopo disse che questo fu uno degli errori più grandi della sua vita.

Fu Edwin P. Hubble a scoprire in seguito che alcune nebulose sono in realtà delle galassie, con strutture simili alla Via Lattea, e poste esternamente ad essa. Ne diede in seguito una classificazione morfologica, e misurò lo spostamento verso il rosso delle righe spettrali (red shift). Lo spostamento delle righe che costituiscono lo spettro elettromagnetico emesso dalle galassie verso lunghezze d’onda maggiore (cioè verso il rosso), è indice che esse si allontanano le une dalle altre. Il tutto è conosciuto oggi come la Legge di Hubble.

E. P. Hubble (1889-1953), astronomo e astrofisico americano.

E. P. Hubble (1889-1953), astronomo e astrofisico americano.

.

Ulteriori studi hanno in seguito mostrato che l’espansione è isotropa e omogenea, cioè sembra non avere un punto privilegiato come “centro” dell’espansione, ma appare universale e indipendente da ogni punto “centrale” fissato. La qual cosa è ulteriore conferma dell’espansione metrica.

Quest’immagine mostra che le distanze tra le galassie o ammassi di galassie sono in continuo aumento, e che quindi l’universo è in espansione.

Quest’immagine mostra che le distanze tra le galassie o ammassi di galassie sono in continuo aumento, e che quindi l’universo è in espansione.

.

Un’ulteriore conferma delle asserzioni di Hubble si è avuta poi quando sono stati misurati gli effetti della radiazione cosmica di fondo sulla dinamica dei sistemi astronomici più distanti. Un gruppo di astronomi dello European Southern Observatory notarono, misurando la temperatura di una nube intergalattica in equilibrio termico con la radiazione di fondo, che la radiazione proveniente dal Big Bang era più calda in tempi passati. Il raffreddamento uniforme della radiazione di fondo avvenuto in miliardi di anni è spiegabile solo se l’universo sta attraversando una fase di espansione metrica.

Lo Osservatorio Europeo Australe (ESO – European Southern Observatory) è un’organizzazione astronomica internazionale, di cui fanno parte 16 nazioni. Ha sede in Germania.

Lo Osservatorio Europeo Australe (ESO – European Southern Observatory) è un’organizzazione astronomica internazionale, di cui fanno parte 16 nazioni. Ha sede in Germania.

.

L’universo, dunque, si espande.

Disegno esemplificatore dell’espansione dell’universo.

Disegno esemplificatore dell’espansione dell’universo.

.

Ma chi poteva saperlo, millequattrocento anni fa?

Nessuno, fra gli umani.

Solo chi ha creato l’universo tutto poteva conoscerne queste caratteristiche, scoperte solo recentemente dal progresso scientifico. E Colui che ha creato tutto, il “Signore dei Mondi (Rabbi-l- ‘Aalamiin)”, lo ha Rivelato, per mezzo del Profeta Muhàmmad, che IDDIO lo benedica e lo abbia in gloria, nel Sublime Corano, Parola di ALLAH, Parola d’IDDIO.

Millequattrocento anni fa.

Il Sublime Corano

Il Sublime Corano

.

Ma come finirà, l’universo?

Ce lo ha già anticipato il Sublime Corano stesso. Finirà

Quando il cielo si squarcerà
e saranno dispersi gli astri…”

(Corano, 82, 1-2).

E succederà all’improvviso.