Il Titolare della Regalità

  • QUESTE SONO PAROLE D’ IDDIO, Sura III – Ayàt 26-27:


قُلْ اللَّهُمَّ مَالِكَ الْمُلْكِ تُؤْتِي الْمُلْكَ مَنْ تَشَاءُ وَتَنْزِعُ الْمُلْكَ مِمَّنْ تَشَاءُ وَتُعِزُّ مَنْ تَشَاءُ وَتُذِلُّ مَنْ تَشَاءُ بِيَدِكَ الْخَيْرُ إِنَّكَ عَلَى كُلِّ شَيْءٍ قَدِيرٌ.26
تُولِجُ اللَّيْلَ فِي النَّهَارِ وَتُولِجُ النَّهَارَ فِي اللَّيْلِ وَتُخْرِجُ الْحَيَّ مِنْ الْمَيِّتِ وَتُخْرِجُ الْمَيِّتَ مِنْ الْحَيِّ وَتَرْزُقُ مَنْ تَشَاءُ بِغَيْرِ حِسَابٍ . 27

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Di’: “Allahùmma, Titolare della regalità,
    Tu dai il regno a chi vuoi Tu e a chi vuoi Tu lo togli.
    Tu esalti chi vuoi e umilii chi vuoi.
    Il bene è nelle Tue mani.
    In verità, Tu hai potere su tutte le cose. (26)
    Tu avvolgi la notte nel giorno
    e avvolgi il giorno nella notte.
    Tu fai uscire il vivo dal morto e fai uscire il morto dal vivo
    e Tu procuri ciò che è necessario
    a chi vuoi Tu senza fare conteggio”. (27)

024

La religione di Allàh è l’Islàm

  • QUESTE SONO PAROLE D’ IDDIO, Sura III – Ayàt 18-19:


شَهِدَ اللَّهُ أَنَّهُ لاَ إِلَهَ إِلاَّ هُوَ وَالْمَلاَئِكَةُ وَأُوْلُوا الْعِلْمِ قَائِمًا بِالْقِسْطِ لاَ إِلَهَ إِلاَّ هُوَ الْعَزِيزُ الْحَكِيمُ . 18
إِنَّ الدِّينَ عِنْدَ اللَّهِ الإِسْلاَمُ وَمَا اخْتَلَفَ الَّذِينَ أُوتُوا الْكِتَابَ إِلاَّ مِنْ بَعْدِ مَا جَاءَهُمْ الْعِلْمُ بَغْيًا بَيْنَهُمْ وَمَنْ يَكْفُرْ بِآيَاتِ اللَّهِ فَإِنَّ اللَّهَ سَرِيعُ الْحِسَابِ. 19

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    È Allàh che rende testimonianza riguardo a SE stesso, (affermando) che non c’è ilāh [titolare del diritto di essere adorato], tranne Lui e così pure (rendono testimonianza) gli angeli e coloro che sanno, esercitando la giustizia; non c’è divinità, tranne Lui, al-’azīz (il Possente) il Sapiente.(18)In verità, la religione di Allàh è l’Islàm! Non discordarono coloro, i quali avevano ricevuto il Libro, se non dopo che fu giunta loro la scienza e ciò per astio reciproco! Coloro i quali rifiutano di credere ai Segni di Allàh, (sappiano che), in verità, Allàh è rapido nel fare il conto!(19)

010

Di’: “Voi sarete sconftti…”

  • QUESTE SONO PAROLE D’ IDDIO, Sura III – Ayàt 8-12:


رَبَّنَا لاَ تُزِغْ قُلُوبَنَا بَعْدَ إِذْ هَدَيْتَنَا وَهَبْ لَنَا مِنْ لَدُنْكَ رَحْمَةً إِنَّكَ أَنْتَ الْوَهَّابُ. 8
رَبَّنَا إِنَّكَ جَامِعُ النَّاسِ لِيَوْمٍ لاَ رَيْبَ فِيهِ إِنَّ اللَّهَ لاَ يُخْلِفُ الْمِيعَادَ. 9
إِنَّ الَّذِينَ كَفَرُوا لَنْ تُغْنِيَ عَنْهُمْ أَمْوَالُهُمْ وَلاَ أَوْلاَدُهُمْ مِنْ اللَّهِ شَيْئًا وَأُوْلَئِكَ هُمْ وَقُودُ النَّارِ. 10
كَدَأْبِ آلِ فِرْعَوْنَ وَالَّذِينَ مِنْ قَبْلِهِمْ كَذَّبُوا بِآيَاتِنَا فَأَخَذَهُمْ اللَّهُ بِذُنُوبِهِمْ وَاللَّهُ شَدِيدُ الْعِقَابِ. 11
قُلْ لِلَّذِينَ كَفَرُوا سَتُغْلَبُونَ وَتُحْشَرُونَ إِلَى جَهَنَّمَ وَبِئْسَ الْمِهَادُ. 12

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
  • Signore nostro, non traviare i nostri cuori, dopo averci guidato e donaci una misericordia da presso Te. In verità, Tu sei al-Wahhāb (il Donatore) .(8) Signore nostro, Tu sei l’Adunatore degli uomini in un giorno, su cui non c’è dubbio. In verità, Allàh, non mancherà all’appuntamento. (9) In verità, a coloro che rifiutano di credere non saranno di alcuna utilità contro Allàh né le loro ricchezze né i loro figli. Quelli sono materiale da ardere del fuoco (infernale)!(10) Come la casta di Faraone e quelli prima di loro. Rifiutarono di credere ai Nostri Segni, perciò Allàh li colpì per i loro peccati ed Allàh è severo nel castigo.(11) A coloro che rifiutano di credere, di’: “Voi sarete sconfitti e sarete convogliati all’inferno!’’. Pessima fine.(12)

020

La religiosità

  • QUESTE SONO PAROLE D’ IDDIO, Sura II – Ayah 177:


لَيْسَ الْبِرَّ أَنْ تُوَلُّوا وُجُوهَكُمْ قِبَلَ الْمَشْرِقِ وَالْمَغْرِبِ وَلَكِنَّ الْبِرَّ مَنْ آمَنَ بِاللَّهِ وَالْيَوْمِ الآخِرِ وَالْمَلاَئِكَةِ وَالْكِتَابِ وَالنَّبِيِّينَ وَآتَى الْمَالَ عَلَى حُبِّهِ ذَوِي الْقُرْبَى وَالْيَتَامَى وَالْمَسَاكِينَ وَابْنَ السَّبِيلِ وَالسَّائِلِينَ وَفِي الرِّقَابِ وَأَقَامَ الصَّلاَةَ وَآتَى الزَّكَاةَ وَالْمُوفُونَ بِعَهْدِهِمْ إِذَا عَاهَدُوا وَالصَّابِرِينَ فِي الْبَأْسَاءِ وَالضَّرَّاءِ وَحِينَ الْبَأْسِ أُوْلَئِكَ الَّذِينَ صَدَقُوا وَأُوْلَئِكَ هُمْ الْمُتَّقُونَ. 177

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
  • La religiosità non consiste nell’alzare gli occhi al cielo verso il levante, o verso il ponente. La religiosità è il sentimento di colui che crede in Allàh, nella vita futura, negli angeli, nei libri e nei profeti; però, oltre a credere, (il credente) dà per amore di Lui (Allàh) al prossimo parente, agli orfani, ai poveri, ai viandanti, ai questuanti e dà per il riscatto dei prigionieri di guerra e, inoltre, esegue l’adorazione e paga l’imposta coranica. Ci sono, poi, coloro che mantengono gli impegni, quando si sono impegnati e i pazienti nelle avversità, nella malattia e nella disdetta. Quelli sono coloro che dicono il vero, quelli sono i timorati di Allàh.(177)

030

Precetti alimentari

  • QUESTE SONO PAROLE D’ IDDIO, Sura II – Ayah 173:


إِنَّمَا حَرَّمَ عَلَيْكُمْ الْمَيْتَةَ وَالدَّمَ وَلَحْمَ الْخِنزِيرِ وَمَا أُهِلَّ بِهِ لِغَيْرِ اللَّهِ فَمَنْ اضْطُرَّ غَيْرَ بَاغٍ وَلاَ عَادٍ فَلاَ إِثْمَ عَلَيْهِ إِنَّ اللَّهَ غَفُورٌ رَحِيمٌ. 173

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
  • O voi che credete, mangiate del cibo di tra le cose buone che vi abbiamo fornito nella nostra provvidenza e siate grati ad Allàh, se, veramente, Lui soltanto adoravate.(172) Solamente, vi proibisce la bestia morta, il sangue, la carne di porco, ciò su cui viene invocato il nome d’altri che Allàh. Tuttavia è esente da peccato chi è costretto (e mangia cose proibite) senza spirito di ribellione o trasgressione. In verità, Allàh è perdonatore e clementissimo.(173)

036

La caratura della fede

Raccontò Amr b. Shu’àyb di aver udito da suo padre che suo nonno disse: “L’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, un giorno fece la seguente domanda:

“Chi voi amate di più per la loro fede?”. Gli risposero: “Gli Angeli”. Disse: “Come potrebbero non avere fede dal momento che hanno la vicinanza del loro Signore?”. Dissero: “I Profeti”. Disse : “Come potrebbero non avere fede, dato che ricevono la rivelazione?”. Dissero: “Allora noi”. Disse: “Come potreste non avere fede, dato che io sono in mezzo a voi?”. Tacque. Poi soggiunse: “Le persone che mi sono più care per la loro fede sono quelle che verranno dopo di me leggeranno il Corano e crederanno in ciò che vi è scritto”.

Lo ha registrato Bayhaqī.

035

famiglia_popup

Cliccate su: www.no-gender.it
Cultura, informazione e lotta contro l’ideologia gender.
Per difendere i nostri figli.

BOICOTTIAMO!
I prodotti che
i musulmani NON devono comprare