Precetti alimentari

  • QUESTE SONO PAROLE D’ IDDIO, Sura II – Ayah 173:


إِنَّمَا حَرَّمَ عَلَيْكُمْ الْمَيْتَةَ وَالدَّمَ وَلَحْمَ الْخِنزِيرِ وَمَا أُهِلَّ بِهِ لِغَيْرِ اللَّهِ فَمَنْ اضْطُرَّ غَيْرَ بَاغٍ وَلاَ عَادٍ فَلاَ إِثْمَ عَلَيْهِ إِنَّ اللَّهَ غَفُورٌ رَحِيمٌ. 173

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
  • O voi che credete, mangiate del cibo di tra le cose buone che vi abbiamo fornito nella nostra provvidenza e siate grati ad Allàh, se, veramente, Lui soltanto adoravate.(172) Solamente, vi proibisce la bestia morta, il sangue, la carne di porco, ciò su cui viene invocato il nome d’altri che Allàh. Tuttavia è esente da peccato chi è costretto (e mangia cose proibite) senza spirito di ribellione o trasgressione. In verità, Allàh è perdonatore e clementissimo.(173)

036

La caratura della fede

Raccontò Amr b. Shu’àyb di aver udito da suo padre che suo nonno disse: “L’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, un giorno fece la seguente domanda:

“Chi voi amate di più per la loro fede?”. Gli risposero: “Gli Angeli”. Disse: “Come potrebbero non avere fede dal momento che hanno la vicinanza del loro Signore?”. Dissero: “I Profeti”. Disse : “Come potrebbero non avere fede, dato che ricevono la rivelazione?”. Dissero: “Allora noi”. Disse: “Come potreste non avere fede, dato che io sono in mezzo a voi?”. Tacque. Poi soggiunse: “Le persone che mi sono più care per la loro fede sono quelle che verranno dopo di me leggeranno il Corano e crederanno in ciò che vi è scritto”.

Lo ha registrato Bayhaqī.

035

Il paragone della bestia

  • QUESTE SONO PAROLE D’ IDDIO, Sura II – Ayah 172:


يَا أَيُّهَا الَّذِينَ آمَنُوا كُلُوا مِنْ طَيِّبَاتِ مَا رَزَقْنَاكُمْ وَاشْكُرُوا لِلَّهِ إِنْ كُنتُمْ إِيَّاهُ تَعْبُدُونَ. 172

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
  • Il paragone di coloro che rifiutano di credere è quello della bestia, che non ode, se non il suono di un grido, o di un richiamo. Sono sordi, muti, ciechi e non capiscono.(171)

046

I ben guidati

  • QUESTE SONO PAROLE D’ IDDIO, Sura II – Ayàt 156-157:


الَّذِينَ إِذَا أَصَابَتْهُمْ مُصِيبَةٌ قَالُوا إِنَّا لِلَّهِ وَإِنَّا إِلَيْهِ رَاجِعُونَ. 156
أُوْلَئِكَ عَلَيْهِمْ صَلَوَاتٌ مِنْ رَبِّهِمْ وَرَحْمَةٌ وَأُوْلَئِكَ هُمْ الْمُهْتَدُونَ. 157

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Su coloro i quali, quando una sventura li colpisce, dicono: ‘‘In verità, apparteniamo ad Allàh e, in verità, a Lui noi facciamo ritorno!”, (156) (scendono) benedizioni e misericordia da parte del loro Signore! Quelli sono i ben guidati.(157)

044

La compagnia di Allàh, gloria a Lui l’Altissimo

  • QUESTE SONO PAROLE D’ IDDIO, Sura II – Ayah 153:


يَا أَيُّهَا الَّذِينَ آمَنُوا اسْتَعِينُوا بِالصَّبْرِ وَالصَّلاَةِ إِنَّ اللَّهَ مَعَ الصَّابِرِينَ. 153

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    O voi che credete, chiedete soccorso alla pazienza e al rito d’adorazione! In verità, Allàh è con i pazienti.(153)

042

famiglia_popup

Cliccate su: www.no-gender.it
Cultura, informazione e lotta contro l’ideologia gender.
Per difendere i nostri figli.

BOICOTTIAMO!
I prodotti che
i musulmani NON devono comprare