La parola e il controllo della lingua

Fratelli e Sorelle in Allàh,

Dobbiamo imparare a dare sempre inizio ai nostri discorsi con la lode di Allàh** e l’onore al Profeta* . Possibilmente dobbiamo farlo in arabo con le parole della frase:

الحَمْدُ اللَّهِ وَالصَّلاةُ وَالسَّلام عَلى رَسُولِ اللَّهِ

al-hàmdu lillàhi wa ṣ- ṣalàtu wa s-salàmu ‘alà rasùlillàh.

Continua a leggere

Allah è con i pazienti

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura II – Ayàt 152-153

فَاذْكُرُونِي أَذْكُرْكُمْ وَاشْكُرُوا لِي وَلاَ تَكْفُرُونِي.152
يَا أَيُّهَا الَّذِينَ آمَنُوا اسْتَعِينُوا بِالصَّبْرِ وَالصَّلاَةِ إِنَّ اللَّهَ مَعَ الصَّابِرِينَ.153

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Ricordatevi di Me e Io mi ricorderò di voi! siateMi grati e non rifiutate di credere in Me!(152) O voi che credete, chiedete soccorso alla pazienza e alla preghiera! In verità, Allàh è con i pazienti.(153):

070

I Libri e gli Inviati

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura II – Ayah 136:

قُولُوا آمَنَّا بِاللَّهِ وَمَا أُنزِلَ إِلَيْنَا وَمَا أُنزِلَ إِلَى إِبْرَاهِيمَ وَإِسْمَاعِيلَ وَإِسْحَاقَ وَيَعْقُوبَ وَالأَسْبَاطِ وَمَا أُوتِيَ مُوسَى وَعِيسَى وَمَا أُوتِيَ النَّبِيُّونَ مِنْ رَبِّهِمْ لاَ نُفَرِّقُ بَيْنَ أَحَدٍ مِنْهُمْ وَنَحْنُ لَهُ مُسْلِمُونَ. 136

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Dite: “Crediamo in Allàh, in ciò che fu fatto scendere a noi
    [IL CORANO], in ciò che fu fatto scendere ad Ibrāhīm (Abramo), [AS-SÙHUF] Ismā‛īl (Ismaele), Isḥāq (Isacco), Yà’qūb (Giacobbe) e alle Tribù, in ciò che dal loro Signore ricevettero Mūsā (Mosè) [TORÀH] e ’Īsā (Gesù) [AL-INGĪL] e in ciò che han ricevuto i Profeti, a nessuno dei quali neghiamo la qualità di profeta e noi a Lui musulmani siamo in tutto e per tutto!”.(136)
  • Nota:
    Il terzo e il quarto articolo di fede del credo islamico riguardano rispettivamente i LIBRI e gli INVIATI cioè il musulmano crede che Allàh abbia rivelato i LIBRI indicati nel Sublime Corano e che Suoi INVIATI siano coloro che Egli ha qualificato come tali, ma crede che solo l’obbedienza al CORANO è la via di salvezza dal fuoco.

066

La Qualità Divina di Allàh è incondivisa

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura II – Ayàt 116-117:

وَقَالُوا اتَّخَذَ اللَّهُ وَلَدًا سُبْحَانَهُ بَلْ لَهُ مَا فِي السَّمَاوَاتِ وَالأَرْضِ كُلٌّ لَهُ قَانِتُونَ .116
بَدِيعُ السَّمَاوَاتِ وَالأَرْضِ وَإِذَا قَضَى أَمْرًا فَإِنَّمَا يَقُولُ لَهُ كُنْ فَيَكُونُ.117

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Essi hanno detto: ‘‘Allàh ha preso un figlio!”. No! La Sua qualità divina è incondivisa. Anzi, a Lui appartiene ciò ch’esiste nei cieli e sulla terra e tutti Gli sono sottomessi.(116)
    Egli è il Creatore dei cieli e della terra e quando ha deciso una cosa dice ad essa: ‘‘Esisti!”. Ed essa si produce.(117)

068

Adorazione e beneficenza

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura II – Ayah 110:

وَأَقِيمُوا الصَّلاَةَ وَآتُوا الزَّكَاةَ وَمَا تُقَدِّمُوا ِلأَنفُسِكُمْ مِنْ خَيْرٍ تَجِدُوهُ عِنْدَ اللَّهِ إِنَّ اللَّهَ بِمَا تَعْمَلُونَ بَصِيرٌ.110

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Eseguite l’adorazione quotidiana [compiendo i cinque riti, ciascuno nel suo tempo] e purificatevi con la beneficenza [elargendo ai bisognosi]. Fatevi precedere da opere pie, perchè il bene che avrete fatto, lo ritroverete presso Allàh. In verità, Allàh osserva attentamente ciò che fate.(110)

003

Tre ricompense divine

Abū Mālik al-‘àsh’arī (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Allàh, l’Altissimo il Glorioso, vi ha ricompensato con tre caratteristiche speciali: il vostro Profeta non chiederà mai di distruggervi; i perversi non trionferanno mai sui devoti e, infine, che voi non sarete mai uniti su un fuorviamento !” [O come disse].

Lo ha riferito Abū Dawūd.

067

famiglia_popup

Cliccate su: www.no-gender.it
Cultura, informazione e lotta contro l’ideologia gender.
Per difendere i nostri figli.

BOICOTTIAMO!
I prodotti che
i musulmani NON devono comprare