Compagni del giardino e compagni del fuoco

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura VII – Ayàt 35-36:

يَابَنِي آدَمَ إِمَّا يَأْتِيَنَّكُمْ رُسُلٌ مِنْكُمْ يَقُصُّونَ عَلَيْكُمْ آيَاتِي فَمَنْ اتَّقَى وَأَصْلَحَ فَلاَ خَوْفٌ عَلَيْهِمْ وَلاَ هُمْ يَحْزَنُونَ.35
وَالَّذِينَ كَذَّبُوا بِآيَاتِنَا وَاسْتَكْبَرُوا عَنْهَا أُوْلَئِكَ أَصْحَابُ النَّارِ هُمْ فِيهَا خَالِدُونَ.36

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    O figli di Ādam (Adamo), Noi susciteremo in mezzo a voi degli Apostoli, che vi racconteranno i Nostri Segni. Per chi è timorato – e si comporta correttamente – non ci sarà spavento ed essi non saranno contristati!(35) [ essi sono i compagni del giardino]
    Invece coloro che smentiscono i Nostri Segni e da essi sdegnosamente si allontanano, quelli sono i compagni del fuoco, in cui rimarranno in eterno.(36)

044

La khutba di Hunàyn

Nel nome di Allàh, il Sommamente Misericordioso il Clementissimo

Unicamente Allàh l’Altissimo ha titolo per essere Degnissimo di Lode

E noi, suoi servi fedeli, soltanto a Lui innalziamo la nostra lode e rivolgiamo il nostro ringraziamento, soltanto a Lui nel bisogno rivolgiamo la nostra invocazione di soccorso, soltanto a Lui chiediamo protezione dalle passioni del nostro io e dai peccati delle nostre azioni, a Lui chiediamo perdono; a Lui chiediamo la guida sulla retta via.

Continua a leggere

Saranno con me in paradiso

Abū Hurayrah (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Coloro che mangiano cibi leciti, mettono in pratica la mia sunna e dalla mano dei quali la gente è al sicuro entreranno in Paradiso”. Uno disse. “O Apostolo di Allàh, al giorno d’oggi ce ne sono molti!”. Disse, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria: “Ce ne saranno anche nelle generazioni dopo me!” [O come disse].

Lo ha riferito Tirmidhī

039

La guida e il fuorviamento

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura VII – Ayàt 29-30:

قُلْ أَمَرَ رَبِّي بِالْقِسْطِ وَأَقِيمُوا وُجُوهَكُمْ عِنْدَ كُلِّ مَسْجِدٍ وَادْعُوهُ مُخْلِصِينَ لَهُ الدِّينَ كَمَا بَدَأَكُمْ تَعُودُونَ.29
فَرِيقًا هَدَى وَفَرِيقًا حَقَّ عَلَيْهِمْ الضَّلاَلَةُ إِنَّهُمْ اتَّخَذُوا الشَّيَاطِينَ أَوْلِيَاءَ مِنْ دُونِ اللَّهِ وَيَحْسَبُونَ أَنَّهُمْ مُهْتَدُونَ .30

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Di’: “Il mio Signore ordina la giustizia! Innalzate a Lui i vostri cuori in ogni luogo di adorazione ed invocateLo, riservando a Lui soltanto il culto. Come Egli vi creò, così ritornerete (ad esistere per effetto della seconda creazione)!’’(29) Una parte (degli uomini) Egli guida e per una parte (degli uomini, a causa del loro rifiuto di credere) è cosa giusta il fuorviamento! In verità, essi hanno preso gli sciayāṭīn (diavoli) come loro patroni al posto di Allàh e ritengono di essere loro i ben guidati.(30)

076

Chi la mia Sunna ama

Anas (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Mi disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Mio caro, sforzati perché nel tuo cuore dalla mattina fino alla sera non ci sia astio verso qualcuno!” Poi, aggiunse: “Questa è la mia Sunna e chi ama la mia sunna, ama me, e chi ama me, sarà con me in Paradiso!” [O come disse].

Lo ha riferito Tirmidhī.

063

L’ottima compagnia degli obbedienti

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura IV – Ayàt 69-70:

وَمَنْ يُطِعْ اللَّهَ وَالرَّسُولَ فَأُوْلَئِكَ مَعَ الَّذِينَ أَنْعَمَ اللَّهُ عَلَيْهِمْ مِنْ النَّبِيِّينَ وَالصِّدِّيقِينَ وَالشُّهَدَاءِ وَالصَّالِحِينَ وَحَسُنَ أُوْلَئِكَ رَفِيقًا.69
ذَلِكَ الْفَضْلُ مِنْ اللَّهِ وَكَفَى بِاللَّهِ عَلِيمًا.70

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Chi obbedisce ad Allàh e all’Apostolo appartiene al novero dei Profeti, dei Confermatori della Verità, dei Martiri, dei Bene operanti, sui quali Allàh effuse la Sua grazia.(69)
    Questo è il favore di Allàh e basta Allàh a saperlo.(70)

052

Far rivivere una sunna obsoleta

Bilāl Bin Al-Ḥārith al-Mùznī (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Chiunque fa rivivere una sunna delle mie pratiche di vita divenuta obsoleta dopo di me avrà una ricompensa uguale alla ricompensa di coloro che la seguiranno senza nulla aggiungere o togliere alla ricompensa di quelli; e coloro che introducono innovazioni che Allàh e il Suo Apostolo riprovano commetteranno lo stesso peccato che commettono coloro che le praticano senza nulla aggiungere o togliere al peccato di quelli!” [O come disse].

Lo hanno riferito Titmidhī e Ibn Māǧah.

059

Il criterio esegetico islamico

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura IV – Ayah 59:

يَا أَيُّهَا الَّذِينَ آمَنُوا أَطِيعُوا اللَّهَ وَأَطِيعُوا الرَّسُولَ وَأُوْلِي الأَمْرِ مِنْكُمْ فَإِنْ تَنَازَعْتُمْ فِي شَيْءٍ فَرُدُّوهُ إِلَى اللَّهِ وَالرَّسُولِ إِنْ كُنتُمْ تُؤْمِنُونَ بِاللَّهِ وَالْيَوْمِ الآخِرِ ذَلِكَ خَيْرٌ وَأَحْسَنُ تَأْوِيلاً. 59

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    O voi che credete, obbedite ad Allàh, obbedite all’Apostolo e a coloro di voi che hanno l’autorità (islamica)! Se non siete d’accordo su qualcosa – se siete credenti in Allàh e nell’ultimo giorno -
    rimettete la decisione ad Allàh e all’Apostolo. Per l’interpretazione questo è meglio e più giusto.(59)

070

Questo è il mio sentiero

Abdullàh bin Mas’ūd (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, tracciò una linea retta e disse:

“Questo è il sentiero che porta ad Allàh!”. Poi tracciò diverse linee a destra e a sinistra di essa e disse: “Questi sono sentieri a ogni lato dei quali c’è un diavolo che invita a entrarvi”.
Poi recitò: [Ayah 153, Sura VI] “In verità, questo è il Mio sentiero, un sentiero che mena diritto. Seguite esso e non seguite vie diverse, poiché vi separerebbero, allontanandovi dalla Sua via. Questo ve l’ho consigliato affinché siate timorati.(153)
!” [o come disse].

Lo ha riferito Ahmad, An-Nisā‹ī .

061

Il sacrilegio senza perdono

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura IV – Ayah 48:

إِنَّ اللَّهَ لاَ يَغْفِرُ أَنْ يُشْرَكَ بِهِ وَيَغْفِرُ مَا دُونَ ذَلِكَ لِمَنْ يَشَاءُ وَمَنْ يُشْرِكْ بِاللَّهِ فَقَدْ افْتَرَى إِثْمًا عَظِيمًا.48

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    In verità, Allàh non perdona che Gli si diano condomini (nella Sua divinità), mentre perdona ogni peccato al di sotto di questo a chi Egli vuole; e chi dà ad Allàh condomini nella Sua divinità commette un sacrilegio imperdonabile con la sua menzogna!(48)

034

famiglia_popup

Cliccate su: www.no-gender.it
Cultura, informazione e lotta contro l’ideologia gender.
Per difendere i nostri figli.

BOICOTTIAMO!
I prodotti che
i musulmani NON devono comprare