La picnolinea, 1400 anni prima della sua scoperta

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXV- Ayah 53:

وَهُوَ الَّذِي مَرَجَ الْبَحْرَيْنِ هَذَا عَذْبٌ فُرَاتٌ وَهَذَا مِلْحٌ أُجَاجٌ وَجَعَلَ بَيْنَهُمَا بَرْزَخًا وَحِجْرًا مَحْجُورًا. 53

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Egli è Colui che fa confluire, senza che si confondano, i due mari: questo è dolce e questo è salato! Egli ha posto fra di essi una barriera e un grembo interdetto!(53)
  • Nota
    La barriera” [bàrzakh] è la picnolinea la cui esistenza è stata accertata nel secolo scorso, 1400 anni dopo che ne parlò l’Autore del Sublime Corano, il cui testo fu pubblicato 1400 anni or sono! La picnolinea [dal greco pikhnòs = denso] è il sipario che divide due masse d’acqua con diversa densità [cifr: Cor. Sura al-Rahmān. “Bayna-humā bàrzakhun – lā yaltaqiyān”, che significa: “Tra le due masse d’acqua con diversa densità c’è una barriera che nessuna delle due supera”.

064

Come un pellegrinaggio perfetto

Ibn ‘Abbāṣ (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Allàh riconosce a ogni figlio obbediente ai genitori la ricompensa di un Pellegrinaggio perfetto per ogni occhio di riguardo che egli ha nei loro confronti!” [O come disse]. Chiesero: “E se uno lo fa cento volte?”.  Rispose. “Allàh è Grande e  Generoso!”. [O come disse].

Lo ha riferito  al-Baihaqī.

065

Allah non perdona la disobbedienza ai genitori

Abū Bakrah (che Allàh sia compiaciuto di lui e di suo padre) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Allàh, Altissimo, può perdonare tutte le trasgressioni che vuole, fatta eccezione per la disobbedienza ai genitori e a uno che la commette anticipa la punizione in questa vita prima della morte!” [O come disse].

Lo ha riferito al-Bàyhaqī.

043

Fanatismo politeistico

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXV- Ayàt 41-42:

وَإِذَا رأَوْكَ إِنْ يَتَّخِذُونَكَ إِلاَّ هُزُوًا أَهَذَا الَّذِي بَعَثَ اللَّهُ رَسُولاً.41
إِنْ كَادَ لَيُضِلُّنَا عَنْ آلِهَتِنَا لَوْلاَ أَنْ صَبَرْنَا عَلَيْهَا وَسَوْفَ يَعْلَمُونَ حِينَ يَرَوْنَ الْعَذَابَ مَنْ أَضَلُّ سَبِيلاً.42

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Quando ti vedono [coloro che rifiutano di credere nella paternità divina del Corano e nella missione apostolico-profetica di te (o Muhàmmad)], essi non fanno nient’altro che prendersi gioco di te (dicendo): “È questo colui che Allàh ha suscitato come Apostolo!? (41) Poco mancò che ci sviasse dalle nostre divinità, se noi non fossimo stati saldi nella devozione verso di loro!”. Quando vedranno il castigo, sapranno chi è più errante, quanto a via! (42)
  • Nota
    A coloro, i quali rifiutano di credere nella paternità divina del Corano e nella missione apostolico-profetica di Muhàmmad, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, sarà data nel giorno del Giudizio la prova inoppugnabile della verità di quello che avevano rifiutato di credere e la prova inoppugnabile della verità di quello che era stato loro comminato.

056

L’uomo che possiede tre cose…

Ǧābir (che Allàh sia compiaciuto di lui e di suo padre) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Allàh darà una morte senza sofferenza e ammetterà in Paradiso l’uomo che possiede tre cose: “Misericordia verso i deboli, gentilezza verso i genitori, buon trattamento verso il dipendente” [O come disse].

Lo ha riferito al-Tirmìdhī.

063

Rivelazione a brani del Corano: scopo

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXV- Ayàt 32-33:

وَقَالَ الَّذِينَ كَفَرُوا لَوْلاَ نُزِّلَ عَلَيْهِ الْقُرْآنُ جُمْلَةً وَاحِدَةً كَذَلِكَ لِنُثَبِّتَ بِهِ فُؤَادَكَ وَرَتَّلْنَاهُ تَرْتِيلاً.32
وَلاَ يَأْتُونَكَ بِمَثَلٍ إِلاَّ جِئْنَاكَ بِالْحَقِّ وَأَحْسَنَ تَفْسِيرًا.33

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Dicono coloro i quali rifiutano di credere: “Perché il Corano non gli è stato fatto scendere tutto in una sola volta?”. Noi facciamo così, per rafforzare il tuo cuore! Noi lo abbiamo articolato armoniosamente (32) ed essi non ti portano alcun paragone, senza che Noi ti portiamo la verità e la migliore spiegazione!(33)
  • Nota
    La rivelazione a brani del Sublime Corano, nell’arco di tempo di 23 anni, ebbe una funzione corroborante e pedagogica, al fine di facilitarne l’apprendimento a memoria. Dato che è il Creatore a Parlare, qualunque parola umana di creatura non potrà mai raggiungere la verità oggettiva, come quella del Creatore, né dare spiegazione migliore di quella data dal Creatore.

066

O paradiso o inferno

Abū ‘Umāmah (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò che, un giorno, un uomo chiese all’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria: “O Apostolo di Allàh, quali sono i diritti dei genitori nei confronti dei figli?”. Rispose, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“I genitori sono per i figli o il loro Paradiso o il loro inferno!”
[O come disse].

Lo ha riferito Ibn Māǧah.

063

Inutile rammarico del destinato alla perdizione

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXV- Ayàt 25-29:

وَيَوْمَ تَشَقَّقُ السَّمَاءُ بِالْغَمَامِ وَنُزِّلَ الْمَلاَئِكَةُ تَنزِيلاً.25
الْمُلْكُ يَوْمَئِذٍ الْحَقُّ لِلرَّحْمَنِ وَكَانَ يَوْمًا عَلَى الْكَافِرِينَ عَسِيرًا.26
وَيَوْمَ يَعَضُّ الظَّالِمُ عَلَى يَدَيْهِ يَقُولُ يَالَيْتَنِي اتَّخَذْتُ مَعَ الرَّسُولِ سَبِيلاً.27
يَاوَيْلَتِي لَيْتَنِي لَمْ أَتَّخِذْ فُلاَنًا خَلِيلاً.28
لَقَدْ أَضَلَّنِي عَنْ الذِّكْرِ بَعْدَ إِذْ جَاءَنِي وَكَانَ الشَّيْطَانُ لِلإِنسَانِ خَذُولاً.29

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Il giorno, nel quale il cielo con le nubi, si fenderà e saranno fatti discendere gli angeli, (25) quel giorno, il Regno apparterrà al Sommamente Misericordioso e sarà un giorno duro per coloro che rifiutano di credere. (26) Quel giorno, il trasgressore si morderà le sue due mani, dicendo: “Avessi preso strada con l’Apostolo!(27) Misero me! Non avessi preso il tale come intimo amico!(28) Egli mi ha sviato dal Ricordo, dopo che mi era giunto!”. Sciayṭān è per l’uomo un disertore!”. (29)
  • Nota
    Nel giorno della Fine del Mondo, coloro i quali hanno rifiutato di credere alla paternità divina del Sublime Corano e alla missione apostolico-profetica di Muhàmmad, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, si rammaricheranno di avere camminato su strade diverse da quella dell’Islàm, suggerite da Shayṭān o dai suoi procacciatori di dannati, ma il rammarico non gioverà loro.

070

UNISEX

La guerra dei seguaci di Satana per cancellare i sessi

Dolcetti con le parole maschio e femmina col punto interrogativo. Di tutto ci si inventa per corrompere i bambini!

Dolcetti con le parole maschio e femmina col punto interrogativo. Di tutto ci si inventa per corrompere i bambini!

 

Verrà un giorno in cui,
per chiamare
pietre le pietre,
bisognerà sguainare la spada

(G. K. Chesterton).

 Dice l’Unica Vera Parola d’IDDIO:

E che Egli è Colui che ha creato i due generi,
il maschio e la femmina

(Corano, 53, 45);

 “…Il maschio non è certo simile alla femmina!
(Corano, 3, 36);

 IDDIO stabilisce dunque due generi sessuali distinti.

Continua a leggere

Divorziala!

Ibn Omar, (che Allàh sia compiaciuto di lui e di suo padre) raccontò. Avevo una moglie ed ero innamorato di lei, ma a mio padre non piaceva. Egli mi disse: “Divorziala!”. Io, naturalmente. Rifiutai. Allora Omar si recò dall’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, e gli raccontò il fatto. L’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, mandò a chiamarmi e quando fui alla sua presenza mi disse:

“Divorziala!” [O come disse].

Lo hanno riferito al-Tirmìdhī e Abū Dawūd.

051

famiglia_popup

Cliccate su: www.no-gender.it
Cultura, informazione e lotta contro l’ideologia gender.
Per difendere i nostri figli.

BOICOTTIAMO!
I prodotti che
i musulmani NON devono comprare