Rifugiarsi in Allàh

Sa’d, che Allàh si compiaccia di lui, disse che l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, era solito chiedere la protezione di Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, recitando alla fine di ogni rito d’adorazione, la seguente preghiera:

“O Allàh, io mi rifugio in Te, perché Tu mi protegga dalla viltà, dalla pigrizia, dalla demenza senile, dalle sventure di questo mondo e dal castigo della tomba!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da al-Bukhārī.

 075