L’ho ristretto a letto…

Shaddād bin Aws e Ṣonāǧǧī (che Allàh sia compiaciuto di loro) raccontarono di essere andati da un uomo malato per assisterlo. Gli chiesero: “Come stai questa mattina?”. “Mi sono alzato con una benedizione!”. Shaddād disse: “Ti do una buona notizia: Espiazione di peccati e cancellazione di colpe! Questo te lo dico perché ho udito dire al Apostolo di Allàh:

“L’ Onnipotente e Glorioso Allàh, dirà: <<< Quando io sottopongo alla prova uno dei miei servi credenti ed egli loda Allàh in relazione a ciò in cui l’ho sottoposto alla prova, io lo farò uscire dal quel letto di malattia mondo di tutti i suoi peccati esattamente come il giorno in cui sua madre lo mise al mondo!>>>. Poi Allàh, il Benedetto il Glorioso, dirà: <<< L’ho ristretto a letto. Registrate a suo favore un merito come eravate soliti registrare, quando era in salute”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito Ahmad.

071