Il dare appartiene ad Allàh

Usamah, che Allàh si compiaccia di lui, raccontò quanto segue: Ero con l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, ed erano presenti anche Sa’d figlio di Ubayy, figlio di Ka’b e Mu’adh, quando arrivò l’incaricato di una delle sue figlie, portando la notizia che uno dei figli di lei stava morendo. L’Apostolo di Allàh che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, le mandò a dire:

“Il dare appartiene ad Allàh come pure appartiene ad Allàh il togliere. Tutto ha una fine! Sopporta e il tuo dolore sarà ricompensato nella vita futura!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Sahih-Al-Bukhari.

073