Accusare un innocente

Abū Dhàrr (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Non c’è uno che accusi un altro di disobbedienza ad Allàh e di miscredenza, senza che l’accusatore cada nella disobbedienza ad Allàh e nella miscredenza, se l’accusato è innocente di ciò che gli viene attribuito!” [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito al-Bukhārī.

067