La verità su Maria

La verità su Maria
viene dal Calamo di Allàh l’Altissimo
,

Sura della Famiglia di Imrān

Capitolo Terzo del Sublime Corano
(sūratu  āl ’Imrān)

La moglie di Imrān [ nome coranico del padre di Maria] , quando si rese conto di essere incinta disse: ‘‘Mio Signore, in verità, io consacro a Te ciò che è nel mio grembo! Accetta da me. In verità, Tu sei al-Samī’u (Colui che tutto ode) al-’alīm (Colui che tutto sa)”.(35)

Ella pensava che sarebbe stato un maschio. Ma quando la diede alla luce (la sua creatura) disse: ‘‘O mio Signore, l’ho data alla luce femmina!”. Orbene Allàh meglio informato era di ciò che ella aveva messo al mondo e, certamente, il maschio non è come la femmina.

Ella continuò: ‘‘In verità, io le ho dato come nome Màryam (Maria) ed in verità io la metto sotto la Tua protezione, come pure la sua discendenza, contro  Sciayān (Satana) il lapidato”.(36)

Il suo Signore l’accolse con una ottima accoglienza, la fece crescere con una crescita eccellente e Zakarìyya (Zaccaria) la tenne sotto tutela. Tutte le volte che (Zaccaria) entrava nel santuario, trovava presso di lei del cibo. Una volta egli chiese: ‘‘O Màryam (Maria), donde a te questo?” Ella rispose: ‘‘Ciò è da presso Allàh!”. In verità, Allàh provvede di ciò ch’è necessario chi vuole senza far conti.(37)

Allora Zakarìyya (Zaccaria) pregò il suo Signore, dicendo: ‘‘O mio Signore, donami una discendenza buona da presso Te, in verità, Tu sei Colui che ascolta l’invocazione!’’(38) E lo chiamarono gli angeli, mentre stava raccolto in preghiera all’interno del santuario, (annunciandogli): “Allàh ti dà la buona novella di (Giovanni), confermante una Parola di Allàh, capo, casto e profeta nel novero dei pii.’’(39) Disse: ‘‘Signore mio, in che modo avrò un figlio, essendo io vecchio e mia moglie sterile?”. Rispose: “È così! Allàh fa ciò che vuole”.(40) Disse: “Signor mio, dammi un segno”. Rispose: “Il tuo segno (sarà) che tu non potrai parlare alla gente per tre giorni se non a gesti. E ricorda molto il tuo Signore e proclama la Sua divinità incondivisa al calar della notte e sul far del giorno.”(41)

Quando la Vergine fu in età di concepire,  gli angeli dissero: “O Màryam (Maria) , Allàh ti ha prescelto, ti ha fatto pura e ti ha innalzato su tutte le donne dell’universo.(42) O Màryam (Maria), sii sottomessa al tuo Signore e prosternati e inchinati con quelli che si inchinano!’’(43)

Questo dalle notizie dell’ignoto, che Noi riveliamo a te. Tu non eri presso di loro quando (i pretendenti alla tutela di Màryam) lanciarono le loro penne per stabilire quale di loro avrebbe avuto la tutela di Màryam (Maria) e non eri presso di loro, quando disputavano.(44)

Gli angeli dissero a Màryam (Maria): “O Màryam (Maria), in verità, Allàh ti dà la buona novella di una Parola di Lui il cui nome sarà  al-Masī  ’Īsā  bnu  Màryam (il Messia Gesù figlio di Maria). Egli sarà grande nella vita di quaggiù ed in quella futura e sarà tra coloro che staranno vicino (ad Allàh).(45) Egli parlerà alla gente nella culla e nell’età matura e sarà un pio”.(46) Disse: ‘‘Signor mio, come potrò avere un figlio, se mai un uomo mi ha toccato?”. Disse: ‘‘Sarà proprio così! Allàh crea ciò che vuole. Quando ha deciso una cosa, basta che dica: ‘‘Esisti!” e la cosa viene in esistenza. Egli insegnerà a lui il Libro, la Sapienza, la Toràh ed al-Ingīl (il Vangelo),(48) facendo di lui un Apostolo ai Figli d’Israele.

Ai Figli d’Israele egli dirà: “Io vi porto un Segno da parte del vostro Signore: modellerò per voi dalla creta una forma d’uccello, poi soffierò in essa e diventerà un uccello vivo, con il permesso di Allàh. Guarirò il cieco dalla nascita ed il lebbroso; darò la vita ai morti, con il permesso di Allàh e saprò dirvi quello che mangiate e quello che tenete di scorta nelle vostre case. In verità, c’è in questo un segno per voi, se siete credenti.(49) Darò la Conferma di ciò di cui sono in possesso della Toràh e renderò lecite per voi alcune cose che vi sono state proibite. Vi ho portato un Segno da parte del vostro Signore. Perciò, temete Allàh e ubbiditemi.(50) In verità, Allàh è il mio Signore ed il vostro; perciò, adorate Lui. Questo è un sentiero diritto!

 

Sura   “Il dichiarare illecito”.

Capitolo sessantaseiesimo

Ed Allàh  ha proposto, come esempio ai credenti, la moglie di Faraone, la quale disse:”Signor mio, edificami una casa in Paradiso, salvami da Faraone, dalla sua linea di condotta e salvami dal popolo dei trasgressori.”(11)

e Màryam (Maria) la figlia di Imrān, la quale mantenne vergine il suo corpo, nel quale Noi insufflammo del nostro spirito! Essa era credente nelle parole del suo Signore e nei suoi Libri!  Ella apparteneva al novero di quelli che vivono il loro tempo nell’ adorazione [del Signore].(12)