No alla liberalizzazione delle droghe “leggere”

Un ottimo intervento di Mario Adinolfi

Mario Adinolfi, presidente del Popolo della Famiglia e direttore del quotidiano on-line “La Croce”.

Mario Adinolfi, presidente del Popolo della Famiglia e direttore del quotidiano on-line “La Croce”.

.

Cosa pensate che sia il primo argomento all’ordine del giorno nel nostro Parlamento italico, al rientro dalle lunghissime ferie?

Il terremoto ad Amatrice? La crisi economica? Il problema immigrazione? Le tasse troppo alte?

No! La prima cosa da fare è LEGALIZZARE LE DROGHE “LEGGERE”!

Riprendiamo volentieri un articolo su questo argomento, pubblicato alcuni giorni fa da Mario Adinolfi sul quotidiano on-line “La Croce”.

E’ un articolo decisamente esaustivo, contiene tutte le evidenze scientifiche che dimostrano la dannosità delle cosiddette “droghe leggere”. Vale la pena leggerlo e conservarlo.

Per di più, vi è anche un ragionevole, sia pur breve, cenno alla necessità, da parte dei genitori, di consapevollezza, riguardo ai termini del problema ed alla necessità dell’educazione e, se necessario, della capacità di correzione nei confronti dei figli.

Sullo sfondo, però, si intravede un problema ancor più grosso: quello del consumo di alcool, in crescita anche fra i giovani. Un problema che provoca ogni anno più morti di una guerra, e devastazioni incalcolabili del tessuto sociale. E che abbisognerebbe di una soluzione similare a quella di tutte le altre droghe: LA PROIBIZIONE TOTALE.

A nostro parere, non c’è altra soluzione.

Per leggere l’articolo, cliccate qui:  Adinolfi – Sulla cannabis