Archivi categoria: Video

ISLAMOFOBIA IN ITALIA

Una inchiesta sulla percezione pubblica della religione islamica, e sui suoi motivi

islamofobia

Se io voglio estrarre dal Corano tutti versetti che parlano di guerra, riempio qualche pagina.

Se io voglio estrarre dalla Bibbia tutti i versetti che parlano di guerra, riempio molte più pagine.”

Queste parole dell’illustre studioso Franco Cardini, una delle persone intervistate in questo bel video, possono ben fargli da introduzione.

Si indaga sull’entità del fenomeno dell’islamofobia in Italia, che sembra superiore a quello degli altri paesi europei, e si interrogano musulmani italiani e studiosi del tema, come Massimo Campanini, oltre al già citato Franco Cardini

Questo è il link per guardare il video.

IL PRIMO STATO MULTICULTURALE DELLA STORIA EUROPEA

Video - Le tracce musulmane nella lingua, nei monumenti, nella cultura della nostra Sicilia

Il Palazzo “La Zisa” a Palermo

Il Palazzo “La Zisa” a Palermo

.

In questo ottimo video, trovate una sintetica ma efficace illustrazione delle caratteristiche delle tracce della civiltà e cultura islamica che sopravvivono fortemente in Sicilia.

I retaggi musulmani si trovano ovunque, nella cultura siciliana: nella lingua, nei cognomi dei siciliani, nei nomi delle città, nei monumenti e nelle opere d’arte, nelle opere civili e di irrigazione.

La civiltà islamica portò la Sicilia ad essere chiamata “il Giardino d’Europa”, per il suo sviluppo economico-sociale, dovuto ad un sistema fiscale e di distribuzione della terra molto equo, e per il fiorire di tutte le arti.

Palermo, interno del palazzo “La Zisa”, con le tipiche decorazioni muqarnas tipiche dell’arte islamica.

Palermo, interno del palazzo “La Zisa”, con le tipiche decorazioni muqarnas tipiche dell’arte islamica.

.

E come afferma il Prof. Antonino Buttitta, “… la cultura islamica è una cultura tollerante, e… la Sicilia è stato il primo STATO MULTICULTURALE della storia d’Europa”.

Questo è il link per guardare il video.

ECCO IL VIDEO DELLA PRIMA PRESENTAZIONE

Il libro su Papa Francesco al library cafè “Libri Parlanti” di Castiglione del Lago (PG)

Un momento della presentazione del libro.

Un momento della presentazione del libro.

 .

Il giorno sabato 30 settembre 2017, presso il caffè letterario “Libri Parlanti” di Castiglione del Lago, si è svolta la presentazione del libro del sottoscritto, “Comandante Bergoglio – Papa Francesco visto da un musulmano italiano”, Edizioni Civiltà Nuova.

Il tutto si è basato esclusivamente sulle domande dell’organizzatrice dell’evento, Monica, e di molte delle persone presenti, riguardanti anche problematiche di attualità e di religione islamica.

 

Ci scusiamo perché l’audio, per motivi tecnici, è un po’ basso.

Per vedere il video, cliccare qui

 .

La copertina del libro “Comandante Bergoglio – Papa Francesco visto da un musulmano italiano”, Edizioni Civiltà Nuova. Può essere ordinato presso tutte le librerie. Causa concorrenza con Amazon, il modo migliore per ordinarlo online è andare sul sito www.youcanprint.it, cercare “Comandante Bergoglio” e fare l’ordinazione, arriverà in pochi giorni.

La copertina del libro “Comandante Bergoglio – Papa Francesco visto da un musulmano italiano”, Edizioni Civiltà Nuova. Può essere ordinato presso tutte le librerie. Causa concorrenza con Amazon, il modo migliore per ordinarlo online è andare sul sito www.youcanprint.it, cercare “Comandante Bergoglio” e fare l’ordinazione, arriverà in pochi giorni.

Occhio alle caramelle!

Contengono carne di maiale

L’inviata di “Striscia la Notizia”, Rajae, mentre intervista due musulmane, con in mano una busta di caramelle gommose.

L’inviata di “Striscia la Notizia”, Rajae, mentre intervista due musulmane, con in mano una busta di caramelle gommose.

.

Il 4 Ottobre scorso, la trasmissione televisiva “Striscia la Notizia” ha mandato in onda un bel servizio sulle “caramelle gommose”. Si vede che contengono gelatina alimentare, che è prodotta da SCARTI della lavorazione di carni, ed in gran parte da cotenna di maiale. E comunque, come buona abitudine, controlliamo sempre gli ingredienti di TUTTE le caramelle, non solo di quelle gommose.

Le caramelle gommose nei tipici disegnini colorati. Contengono carne suina.

Le caramelle gommose nei tipici disegnini colorati. Contengono carne suina.

.

Dunque per i musulmani, così come anche per gli ebrei, OCCHIO ALLE CARAMELLE! Prima di acquistarle, assicuratevi che non contengano gelatina alimentare.

Per vedere il video, cliccate qui.

Li chiameranno ancora mamma e papà?

La conferenza dell’avvocato Gianfranco Amato a Novedrate

Un momento della conferenza.

Un momento della conferenza.

 .

Presentiamo qui il video della conferenza tenuta dall’avvocato Gianfranco Amato, presidente di “Giuristi per la Vita” e segretario nazionale del “Popolo della Famiglia”, svoltasi a Novedrate il 13/09/16 nel Salone del Municipio.

Il volantino della conferenza.

Il volantino della conferenza.

.

La conferenza ha avuto una coda interessante con le molte domande fatte da molti tra i presenti.

Per vedere la conferenza, cliccate qui.

Attentato a Dacca: c’e’ dietro il governo

Un’intervista a dei musulmani del Bangladesh

Un momento dell’intervista.

Un momento dell’intervista.

.

Dietro l’attentato terroristico a Dacca, in Bangladesh, non ci sarebbe “l’ISIS”, e nemmeno chi c’è dietro l’ISIS, vale a dire i massoni della UR-LODGE “Hathor Pentalpha”. Stavolta, si tratterebbe di un attentato “FALSE FLAG” (falsa bandiera), messo in opera in realtà da ambienti legati al governo e ai servizi segreti bengalesi, che avrebbero utilizzato l’ISIS come un brand, con una falsa rivendicazione. Gli scopi sarebbero politici, e sostanzialmente ad uso interno, e probabilmente volti a ottenere leggi speciali limitative delle libertà individuali. Purtroppo, niente di nuovo sotto il sole.

Ce lo racconta una breve ma interessante intervista a dei musulmani bengalesi di Milano, curata da www.ilfattoquotidiano.it .

Per vedere la breve intervista, cliccate qui.

Contro il gender, “il popolo della famiglia” (3/3)

Terza parte della conferenza di Gianfranco Amato a Segrate

L’avvocato Gianfranco Amato, Segretario del “Popolo della Famiglia”, durante l’ultima parte della conferenza tenuta presso la Moschea di Segrate.

L’avvocato Gianfranco Amato, Segretario del “Popolo della Famiglia”, durante l’ultima parte della conferenza tenuta presso la Moschea di Segrate.

Infine, ecco la terza parte del video della conferenza tenuta, il giorno 22 Maggio 2016, nei locali del Centro Islamico di Milano e Lombardia presso la Moschea di Segrate, dal Presidente dell’associazione “Giuristi per la Vita”, e ora Segretario Generale del neonato movimento politico “Il Popolo della Famiglia”, Gianfranco Amato.

Si espongono qui i tentativi di imporre nuovi giochi ai nostri bambini, apparentemente innocenti ed educativi, come il cosiddetto “Gioco del Rispetto”, che invece in realtà nascondono vere e proprie diavolerie, come quella di far travestire i maschietti da femminucce, e viceversa.

Per vederla, cliccate qui.

Per chi vuole, è possibile visionare la conferenza per intero, pur se con diversa inquadratura. Potete farlo cliccando qui.

Come e perché amare il profeta Muhàmmad (che Iddio lo benedica e l’abbia in gloria)

Una conferenza dello sheikh ‘Ali Abu Shwaima


L’Imam del Centro Islamico di Milano e Lombardia ‘Ali Abu Shwaima durante la conferenza.

Pubblichiamo qui il video di una conferenza tenuta, nel gennaio 2015, dallo Sheykh ‘Ali Abu Shwaima, l’Imam del Centro Islamico di Milano e Lombardia e della Moschea di Segrate (Mi).

L’argomento è quello dell’amore che i musulmani sentono verso il Profeta Muhàmmad, che Iddio lo benedica e l’abbia in gloria, dei suoi modi di insegnare l’Islàm, ai più giovani e ai più anziani, e di come i suoi insegnamenti venissero accolti con adesione immediata ed incondizionata.

Indirizzata soprattutto ad un pubblico di musulmani, questa conferenza può essere anche, IDDIO volendo, per chi musulmano non è, una buona introduzione agli insegnamenti dell’Inviato d’IDDIO, che IDDIO lo benedica e l’abbia in gloria.

Contro il gender, “il popolo della famiglia” (2/3)

Seconda parte della conferenza di Gianfranco Amato a Segrate

L’avvocato Gianfranco Amato, Segretario del “Popolo della Famiglia”, mentre legge un post tratto dal nostro sito. Questo post viene letto in tutte le sue conferenze.

L’avvocato Gianfranco Amato, Segretario del “Popolo della Famiglia”, mentre legge un post tratto dal nostro sito. Questo post viene letto in tutte le sue conferenze.

Ed ecco la seconda parte del video della conferenza tenuta, il giorno 22 Maggio 2016, nei locali del Centro Islamico di Milano e Lombardia presso la Moschea di Segrate, dal Presidente dell’associazione “Giuristi per la Vita”, e ora Segretario Generale del neonato movimento politico “Il Popolo della Famiglia”, Gianfranco Amato.

Si espongono la proposta legislativa di legalizzare l’incesto, l’unicità di intenti tra musulmani e cristiani sull’argomento gender, e la presentazione del nuovo movimento politico “Il Popolo della Famiglia”, che è presente in tutte le prossime elezioni amministrative del 5 giugno.

Per vederla, cliccate qui.

Contro il gender, “il popolo della famiglia” (1/3)

La conferenza di Gianfranco Amato a Segrate

L’Imam del Centro Islamico di Milano e Lombardia ‘Ali Abu Shwaima, mentre introduce la conferenza.

L’Imam del Centro Islamico di Milano e Lombardia ‘Ali Abu Shwaima, mentre introduce la conferenza.

Pubblichiamo qui il video della conferenza tenuta, il giorno 22 Maggio 2016, nei locali del Centro Islamico di Milano e Lombardia presso la Moschea di Segrate, dal Presidente dell’associazione “Giuristi per la Vita”, e ora Segretario Generale del neonato movimento politico “Il Popolo della Famiglia”, Gianfranco Amato.

In questa prima parte, Amato ripercorre rapidamente la storia della famiglia nell’umanità, mettendone in risalto la centralità presso tutti gli aggregati umani, per poi analizzare i tentativi di distruggerla, operati dal marxismo soprattutto, per arrivare alla recente ignobile approvazione, da parte del parlamento italiano, della legge sui cosiddetti “diritti civili”, che equipara le “unioni gay” al matrimonio fra uomo e donna.

Per vederla, cliccate qui.