Archivi categoria: Sublime Corano

Egli Sarà grande

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura III – Ayah 45-finale:

إِذْ قَالَتْ الْمَلاَئِكَةُ يَامَرْيَمُ إِنَّ اللَّهَ يُبَشِّرُكِ بِكَلِمَةٍ مِنْهُ اسْمُهُ الْمَسِيحُ عِيسَى ابْنُ مَرْيَمَ وَجِيهًا فِي الدُّنْيَا وَالآخِرَةِ وَمِنْ الْمُقَرَّبِينَ.45

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Egli [il Messia Gesù figlio di Maria] sarà grande nella vita di quaggiù ed in quella futura e sarà tra coloro che staranno vicino (ad Allàh).(45)

076

Màryam (Maria)

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura III – Ayah 45:

إِذْ قَالَتْ الْمَلاَئِكَةُ يَامَرْيَمُ إِنَّ اللَّهَ يُبَشِّرُكِ بِكَلِمَةٍ مِنْهُ اسْمُهُ الْمَسِيحُ عِيسَى ابْنُ مَرْيَمَ وَجِيهًا فِي الدُّنْيَا وَالآخِرَةِ وَمِنْ الْمُقَرَّبِينَ.45

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Gli Angeli dissero a Màryam (Maria): “O Màryam (Maria), in verità, Allàh ti dà la buona novella di un VERBO di Lui, il cui nome sarà al-Masīḥ ’Īsā bnu Màryam (il Messia Gesù figlio di Maria). [inizio àyah 45]

007

Le notizie dell’ignoto

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura III – Ayah 44:

ذَلِكَ مِنْ أنْبَاءِ الْغَيْبِ نُوحِيهِ إِلَيْكَ وَمَا كُنْتَ لَدَيْهِمْ إِذْ يُلْقُونَ أَقْلاَمَهُمْ أَيُّهُمْ يَكْفُلُ مَرْيَمَ وَمَا كُنْتَ لَدَيْهِمْ إِذْ يَخْتَصِمُونَ.44

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Questo dalle notizie dell’ignoto, che Noi riveliamo a te. Tu non eri presso di loro quando (i pretendenti alla tutela di Màryam) lanciarono le loro penne, per stabilire quale di loro avrebbe avuto la tutela di Màryam (Maria) e non eri presso di loro, quando disputavano.(44)

072

Maryam la prescelta

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura III – Ayàt 42-43:

وَإِذْ قَالَتْ الْمَلاَئِكَةُ يَا مَرْيَمُ إِنَّ اللَّهَ اصْطَفَاكِ وَطَهَّرَكِ وَاصْطَفَاكِ عَلَى نِسَاءِ الْعَالَمِينَ.42
يَا مَرْيَمُ اقْنُتِي لِرَبِّكِ وَاسْجُدِي وَارْكَعِي مَعَ الرَّاكِعِينَ.43

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Gli Angeli dissero: “O Màryam (Maria), Allàh ti ha prescelto, ti ha fatto pura e ti ha innalzato su tutte le donne dell’universo.(42) O Màryam (Maria), sii sottomessa al tuo Signore e prosternati e inchinati con quelli che si inchinano!’’(43)

060

Un ammonitore

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXIV – Ayah 46:

قُلْ إِنَّمَا أَعِظُكُمْ بِوَاحِدَةٍ أَنْ تَقُومُوا لِلَّهِ مَثْنَى وَفُرَادَى ثُمَّ تَتَفَكَّرُوا مَا بِصَاحِبِكُمْ مِنْ جِنَّةٍ إِنْ هُوَ إِلاَّ نَذِيرٌ لَكُمْ بَيْنَ يَدَيْ عَذَابٍ شَدِيدٍ.46

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    …Il vostro compagno non è un fuori di testa [posseduto da un ginn]! Egli altro non è che un ammonitore per voi, a fronte d’un castigo tremendo.(46)
  • Nota
    Una delle tecniche usate da coloro che non hanno nulla da opporre alla verità, per poterla oscurare agli occhi dei destinatari del messaggio, è quella di screditare il portatore del messaggio.

054

Il castigo del fuoco

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXIV – Ayah 42:

فَالْيَوْمَ لاَ يَمْلِكُ بَعْضُكُمْ لِبَعْضٍ نَفْعًا وَلاَ ضَرًّا وَنَقُولُ لِلَّذِينَ ظَلَمُوا ذُوقُوا عَذَابَ النَّارِ الَّتِي كُنتُمْ بِهَا تُكَذِّبُون.42

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Noi diremo ai trasgressori: “Gustate il castigo di quel fuoco, del quale smentivate l’esistenza!”(42)
  • Nota
    Allàh, il Maestoso, si esprime con il plurale di maestà per dire, nel Giorno del Giudizio, ai destinatari del messaggio di liberazione dell’uomo dal dominio dell’uomo – affidato con la missione apostolico-profetica a Muhàmmad, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria – i quali dicono che l’inferno non esiste: “Gustate il castigo di quel fuoco, del quale smentivate l’esistenza!”.

062

La Missione

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXIV – Ayah 28:

وَمَا أَرْسَلْنَاكَ إِلاَّ كَافَّةً لِلنَّاسِ بَشِيرًا وَنَذِيرًا وَلَكِنَّ أَكْثَرَ النَّاسِ لاَ يَعْلَمُونَ.28

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Noi non ti abbiamo affidato la missione (di Profeta ed Apostolo), se non per tutti gli uomini, come annunciatore della buona novella e ammonitore, ma la maggior parte degli uomini non sanno.(28)
  • Nota
    Allàh, il Maestoso, si esprime con il plurale di maestà per assicurare che i destinatari del messaggio di liberazione dell’uomo dal dominio dell’uomo, affidato con la missione apostolico-profetica a Muhàmmad, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, sono tutti gli uomini, è tutta l’umanità.

044

Iblīs e la suggestione

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXIV – Ayah 20:

وَلَقَدْ صَدَّقَ عَلَيْهِمْ إِبْلِيسُ ظَنَّهُ فَاتَّبَعُوهُ إِلاَّ فَرِيقًا مِنْ الْمُؤْمِنِينَ.20

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Iblīs, a suo tempo, fece loro apparire come verità la sua suggestione, perciò essi lo seguirono, tranne un gruppo di credenti.(20)
  • Nota
    Il Diavolo [Iblīs] seduce le masse con i suoi artifici e raggiri per mezzo dei quali fa apparire come verità la falsità, però non gli è dato potere sui credenti nella paternità divina del sublime Corano e nella missione apostolico-profetica di Muhàmmad, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria.

064

Il Conoscitore dell’invisibile

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXIV – Ayah 3:

وَقَالَ الَّذِينَ كَفَرُوا لاَ تَأْتِينَا السَّاعَةُ قُلْ بَلَى وَرَبِّي لَتَأْتِيَنَّكُمْ عَالِمِ الْغَيْبِ لاَ يَعْزُبُ عَنْهُ مِثْقَالُ ذَرَّةٍ فِي السَّمَاوَاتِ وَلاَ فِي الأَرْضِ وَلاَ أَصْغَرُ مِنْ ذَلِكَ وَلاَ أَكْبَرُ إِلاَّ فِي كِتَابٍ مُبِينٍ.3

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Per il Conoscitore dell’invisibile! Non gli sfugge il peso di un ATOMO nei cieli e nella terra; né qualcosa di PIÙ PICCOLO [di un atomo] né qualcosa di più grande esiste, la cui esistenza non sia (scritta) in un libro chiaro!(3)
  • Nota
    Domanda che esige una risposta ragionata è questa: “Chi poteva sapere dell’esistenza di realtà più piccole di un atomo [particelle sub-atomiche] 1400 anni or sono?”. La risposta esatta è: “Il Creatore”.

064

Il ciclo dell’acqua

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXIV – Ayah 2:

يَعْلَمُ مَا يَلِجُ فِي الأَرْضِ وَمَا يَخْرُجُ مِنْهَا وَمَا يَنزِلُ مِنْ السَّمَاءِ وَمَا يَعْرُجُ فِيهَا وَهُوَ الرَّحِيمُ الْغَفُورُ .2

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Egli sa ciò che entra nella terra e ciò che da essa esce e ciò che discende dal cielo e ciò che a esso sale ed Egli è il Clementissimo Il Generoso nel perdonare.(2)
  • Nota
    Chiara allusione al ciclo dell’acqua che discende dal cielo sotto forma di pioggia o di neve e al cielo sale sotto forma di vapore acqueo, da cui si formano nel cielo le nuvole imbrifere, da cui l’acqua discende.

070