Archivi categoria: Nobile Sunna

I tre segni dell’ipocrita

Abū Huràyrah (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“I segni distintivi dell’ipocrita sono tre: quando parla dice falsità; quando fa una promessa, non la mantiene; quando gli dai fiducia, la tradisce; e ciò anche se digiuna, esegue il rito d’adorazione e crede di essere musulmano!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito Muslim.

057

L’ipocrita

Abū Huràyrah (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“I segni distintivi dell’ipocrita sono tre: quando parla dice falsità; quando fa una promessa, non la mantiene; quando gli dai fiducia, la tradisce!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo hanno riferito i due Luminari.

041

Non eccedere nella devozione!

Giābir (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Un giorno qualcuno parlò all’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, di un uomo che si distingueva per l’eccezionalità della sua ascesi e delle sue devozioni e di un altro che si distingueva per l’eccezionalità della sua pietà [ar-ri’àh]. L’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria disse:

“Non eccedere nella devozione!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito Tirmīdhī.

073

“Credo in Allàh”

Suf°yān b. Abdullàh al-Sàqaf (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Un giorno, chiesi al Messaggero di Allàh: “Dimmi qualcosa circa l’Islàm, che dopo averlo chiesto a te non avrò da chiederlo a nessun altro”. l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Di’ Credo in Allàh e poi comportati rettamente!!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito Muslim.

077

Io assicuro

Sàhl bin Sa’d (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Io assicuro che entrerà in Paradiso chi mi assicuri di governare come Allàh comanda quello che c’è tra le sue due mascelle e quello che c’è tra le sue due gambe!” [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito al-Bukhārī.

043

L’azione continuata

‘À‹ishah (che Allàh sia compiaciuto di lei) raccontò. Un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“L’azione che, tra le azioni, è la più cara ad Allàh è quella compiuta di continuo, anche se di minor importanza!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo hanno riferito concordemente i due Imām .

061