Hillary Clinton odia i musulmani

E i Bush la appoggiano, contro Trump

Hillary Clinton mentre dice “attaccheremo l’Iràn”.

Hillary Clinton mentre dice “attaccheremo l’Iràn”.

.

Donald Trump si è certamente reso odioso a tutti i musulmani, per le sue dichiarazioni di cui tutti hanno saputo. Ma pensare che la Clinton ami i musulmani, o anche solo li rispetti più di Trump, è del tutto sbagliato. Hillary Clinton ha appoggiato da sempre nella sostanza le politiche guerrafondaie americane, che hanno portato morte e distruzione in tutto il pianeta, soprattutto ai danni di MILIONI di musulmani. E’ stata responsabile diretta, tra le altre cose, dello scandalo di Bengasi, e invischiata nel coordinamento diretto di un traffico di armi diretto ai terroristi siriani (ISIS, al-Qaeda, ecc.) contrari all’altro terrorista Bashar Asad. E ha sempre promesso che, se sarà eletta Presidente degli USA, farà guerra all’Iràn.

In queste presidenziali USA, c’è la solita lotta tra massoneria cosiddetta “progressista” e massoneria cosiddetta “neoaristocratica”. In una recente intervista sul web, Gioele Magaldi, massone di area “democratica”, e autore del famoso libro “MASSONI. Società a responsabilità illimitata. La scopeta delle Ur-Lodges”, di cui abbiamo già parlato in più occasioni, ha sostenuto che Trump sarebbe stato “messo lì” ed “aiutato” ad emergere nelle primarie repubblicane, per mettere innanzitutto fuorigioco la famiglia Bush, che candidava Jeb, ai fini poi di provocare la reazione popolare che dovrebbe portare all’elezione di Hillary Clinton.

La quale elezione, non cambierebbe molto nella politica estera USA, che rimarrebbe sempre interventista, guerrafondaia e filoisraeliana, forse soltanto con un filo di espansionismo in meno.

Il vero cambiamento sarebbe invece, qualora mantenesse le promesse, la vittoria di Trump. Gli USA penserebbero più agli affari interni, ci sarebbe un ridimensionamento della NATO, ed un notevole rallentamento, almeno, della “terza guerra mondiale… a pezzi” così come la stiamo vivendo ora.

C’è un bel video, sia pur breve e in lingua inglese, che smonta del tutto lo stereotipo secondo cui la Clinton sarebbe “amica dell’Islàm”. Per vedere cliccate qui.

E per le ultime notizie sul gran daffare che si danno le varie massonerie, omicidi compresi, per eleggere la Clinton, leggete qui.

 E per un bel promemoria sugli intrallazzi del recente passato della Clinton, potete leggere l’ennesimo bell’articolo di Maurizio Blondet. Per leggere, cliccate qui.

E sul fatto che l’ISIS (o DAESH che dir si voglia) sia “fratello” della Clinton, contro Putin, leggete qui.

Il tutto, ne converrete, molto chiaro, anche se molto poco rassicurante.