Il peggiore degli uomini

Abū Sa‛īd, che Allàh si compiaccia di lui, raccontò quanto segue: L’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Il peggiore degli uomini nel giorno della Resurrezione è colui che racconta le cose intime di sua moglie!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da Muslim.

Nota:
La stessa cosa vale per la moglie, che divulga le cose intime di suo marito.

053

Seconda KHUTBAH di RAMADAN

Nel nome di Allàh,
il Sommamente Misericordioso i
l Clementissimo.

Unicamente Allàh, l’Altissimo, ha titolo esclusivo per esser Destinatario di Lode. Soltanto a Lui, noi, suoi servi fedeli, la lode innalziamo. Soltanto di Lui, l’Onnipotente, nel bisogno invochiamo il soccorso. Soltanto a Lui, il Misericordioso il Clementissimo, va il nostro ringraziamento. Soltanto a Lui chiediamo protezione dalle nostre passioni e dalle nostre trasgressioni.

Continua a leggere

L’adorazione

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LI – Ayah 56:

وَمَا خَلَقْتُ الْجِنَّ وَالإِنسَ إِلاَّ لِيَعْبُدُونِ.56

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    E Noi non creammo i ginn e gli uomini, se non perché mi adorino.(56)
  • Nota
    Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, ci informa del perché siamo stati creati. Siamo stati creati per adorarLo, mettendo in pratica i Comandamenti del Sublime Corano e i precetti dettati dal profeta Muhàmmad, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, nell’esercizio dell’autorità normativa conferitagli da Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce.

066

L’obbligo del segreto

Abū Sa‛īd, che Allàh si compiaccia di lui, raccontò che l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, ebbe a dire:

“Quando uno ti dà un’informazione e ti chiede di mantenere il segreto, ti mette nell’obbligazione del custode!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da at-Tirmìdhī e Abū Dawūd.

077