La fede nel cuore

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LVIII – Ayah 22 fragm.2 :

لاَ تَجِدُ قَوْمًا يُؤْمِنُونَ بِاللَّهِ وَالْيَوْمِ الآخِرِ يُوَادُّونَ مَنْ حَادَّ اللَّهَ وَرَسُولَهُ وَلَوْ كَانُوا آبَاءَهُمْ أَوْ أَبْنَاءَهُمْ أَوْ إِخْوَانَهُمْ أَوْ عَشِيرَتَهُمْ أُوْلَئِكَ كَتَبَ فِي قُلُوبِهِمْ الإِيمَانَ وَأَيَّدَهُمْ بِرُوحٍ مِنْهُ وَيُدْخِلُهُمْ جَنَّاتٍ تَجْرِي مِنْ تَحْتِهَا الأَنْهَارُ خَالِدِينَ فِيهَا رَضِيَ اللَّهُ عَنْهُمْ وَرَضُوا عَنْهُ أُوْلَئِكَ حِزْبُ اللَّهِ أَلاَ إِنَّ حِزْبَ اللَّهِ هُمْ الْمُفْلِحُونَ.22

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    A quelli Allàh ha scritto nel cuore la fede, li ha fortificati con uno spirito da Lui e li introdurrà in giardini percorsi da fiumi, ove resteranno in eterno. Allàh si compiace di loro ed essi si compiacciono di Lui ( àyah 22 seconda parte).
  • Nota
    Coloro i quali credono nella paternità divina del Sublime Corano e nella dignità apostolico-profetica di Muhàmmad, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, con ciò privilegiando il rapporto con Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, rispetto ai rapporti di famiglia e di tribù, poiché Allàh ha scritto nel cuore la fede e li ha fortificati con uno spirito da Lui, saranno eternamente beati in Paradiso.

054

Settantamila della mia Comunità

Abū Umamah, che Allàh si compiaccia di lui ha riportato quanto in appresso. Ho udito dire all’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Il mio Signore Glorificato mi ha promesso che settantamila della mia Comunità entreranno in Paradiso, senza resa dei conti e senza subire punizioni. Per ogni mille ce ne saranno altri settantamila, e tre manciate delle manciate del mio Signore l’Eccelso, il Maestoso”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da Ibn Māǧah.

004

Tu non vedrai mai

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LVIII – Ayah 22 fragm.1 :

لاَ تَجِدُ قَوْمًا يُؤْمِنُونَ بِاللَّهِ وَالْيَوْمِ الآخِرِ يُوَادُّونَ مَنْ حَادَّ اللَّهَ وَرَسُولَهُ وَلَوْ كَانُوا آبَاءَهُمْ أَوْ أَبْنَاءَهُمْ أَوْ إِخْوَانَهُمْ أَوْ عَشِيرَتَهُمْ أُوْلَئِكَ كَتَبَ فِي قُلُوبِهِمْ الإِيمَانَ وَأَيَّدَهُمْ بِرُوحٍ مِنْهُ وَيُدْخِلُهُمْ جَنَّاتٍ تَجْرِي مِنْ تَحْتِهَا الأَنْهَارُ خَالِدِينَ فِيهَا رَضِيَ اللَّهُ عَنْهُمْ وَرَضُوا عَنْهُ أُوْلَئِكَ حِزْبُ اللَّهِ أَلاَ إِنَّ حِزْبَ اللَّهِ هُمْ الْمُفْلِحُونَ.22

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Tu non vedrai mai gente che crede in Allàh e nell’ultimo giorno fare amicizia con coloro che si oppongono ad Allàh e al suo Apostolo, siano essi pure i loro padri, o figli, o fratelli o appartenenti alla stessa tribù…
  • Nota
    Coloro i quali credono nella paternità divina del Sublime Corano e nella dignità apostolico-profetica di Muhàmmad, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, cessano di avere amichevoli rapporti confidenziali con chi si oppone ad Allàh e al Suo Apostolo, dissacrando il Corano da Parola di Allàh a parola d’uomo e definendo il Profeta, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, un falso profeta e ancor peggio, essendo l’importanza dei rapporti di famiglia e di tribù in confronto all’importanza del rapporto con Allàh come la luce di candela in confronto alla luce del Sole, se pure può esser considerato valido il paragone.

070

La ricompensa

‘Ā‹ishah, che di lei sia soddisfatto Allah, raccontò che l’Apostolo di Allàh che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Quando una donna dà in beneficienza del cibo intatto, essa riceve la ricompensa per ciò che ha dato e suo marito riceve la ricompensa per ciò che ha guadagnato [in modo che sua moglie potesse comprare quel cibo] e anche il negoziante che ha venduto il cibo riceve una ricompensa simile.  di ciascuno di loro non diminuisce quella degli altri”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da Muslim.

073

Vincerò Io con i miei Apostoli!

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LVIII – Ayah 21:

كَتَبَ اللَّهُ لَأَغْلِبَنَّ أَنَا وَرُسُلِي إِنَّ اللَّهَ قَوِيٌّ عَزِيزٌ.21

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Allàh ha scritto: “ e, in verità, Allàh è Forte e Possente.(21)
  • Nota
    Allàh, rifulga lo splendor della sua Luce, comunica in forma concisa, con precisione linguistica e chiarezza concettuale a coloro che si oppongono a Lui e ai Suoi Inviati, che la loro opposizione sarà vinta, poiché nessuna creatura ha la capacità di avere la meglio su Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, perché “Allàh è Forte e Possente”.

058