Io mi rifugio in te

Sa’d, che Allàh si compiaccia di lui, disse che l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, era solito chiedere la protezione di Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, recitando alla fine di ogni rito d’adorazione, la seguente preghiera:

“O Allàh, io mi rifugio in Te, perché Tu mi protegga dalla viltà, dalla pigrizia, dalla demenza senile, dalle sventure di questo mondo e dal castigo della tomba!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da al-Bukhārī.

 053

Mogli averi e figli: pericoli di distrazione

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LXIV – Ayàt 14-15:

يَاأَيُّهَا الَّذِينَ آمَنُوا إِنَّ مِنْ أَزْوَاجِكُمْ وَأَوْلاَدِكُمْ عَدُوًّا لَكُمْ فَاحْذَرُوهُمْ وَإِنْ تَعْفُوا وَتَصْفَحُوا وَتَغْفِرُوا فَإِنَّ اللَّهَ غَفُورٌ رَحِيمٌ.14
إِنَّمَا أَمْوَالُكُمْ وَأَوْلاَدُكُمْ فِتْنَةٌ وَاللَّهُ عِنْدَهُ أَجْرٌ عَظِيمٌ.15

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    O voi che credete, voi avete un nemico nelle vostre mogli e nei vostri figli, perciò state in guardia da essi! Se siete indulgenti e scusate e perdonate, ebbene Allàh è Perdonatore Clementissimo. (14) Davvero i vostri averi ed i vostri figli sono una tentazione, mentre presso Allàh c’è la sublime ricompensa.(15)

052