Bikini e/o burkini

Immagini di civiltà a confronto

Questa è una foto pubblicata da Marco Travaglio sulla prima pagina de “Il Fatto Quotidiano” di sabato 20 agosto scorso. Questa la didascalia del giornalista a commento: “Un secolo – Questa foto l’ho tratta dall’album di famiglia. E’ del 1910. La nonna Grazia (la biondina in primo piano) aveva 4 anni, i miei prozii qualcuno in più, i miei bisnonni una trentina. Tutti a mollo nel mare della Liguria, tutti in burkini senza saperlo. Il bisnonno portava pure la tuba, la bisnonna la cuffia e i colletti di pizzo. E, giuro, nessuno era jihadista”.

Questa è una foto pubblicata da Marco Travaglio sulla prima pagina de “Il Fatto Quotidiano” di sabato 20 agosto scorso. Questa la didascalia del giornalista a commento: “Un secolo – Questa foto l’ho tratta dall’album di famiglia. E’ del 1910. La nonna Grazia (la biondina in primo piano) aveva 4 anni, i miei prozii qualcuno in più, i miei bisnonni una trentina. Tutti a mollo nel mare della Liguria, tutti in burkini senza saperlo. Il bisnonno portava pure la tuba, la bisnonna la cuffia e i colletti di pizzo. E, giuro, nessuno era jihadista”.

.

La bellissima foto qui sopra ci ha stimolato a postare questa breve, ma eloquente, riflessione per mezzo di immagini, che vi proponiamo qui di seguito.

La cosiddetta “evoluzione del costume”, per noi ovviamente è un galoppare velocemente verso la barbarie totale, ed è tuttavia uno degli elementi principali del “Progresso”, e significa sostanzialmente questo: la persona nuda, che nel passato, anche in occidente, è sempre stata sinonimo di persona selvaggia, oggi è considerata chic, alla moda, “trend”.

Anche in questo ambito, Il Corano e la Sunna ci dicono chiaramente verso quale direzione debba necessariamente andare qualsiasi conglomerato umano, a qualsiasi religione o ideologia faccia riferimento, se vuol tornare ad un minimo di sostanza civile.

Questo è un disegno che illustra un costume da bagno di metà Ottocento, si notino i piedi coperti da scarpe.

Questo è un disegno che illustra un costume da bagno di metà Ottocento, si notino i piedi coperti da scarpe.

.

Questo è un esempio di “bathing machine”, la “macchina da bagno”, tipica dei tempi della Regina Vittoria d’Inghilterra. Serviva per raggiungere il punto da cui non essere visti. La cabina era in legno, chiuse con una tenda. I vacanzieri, ovviamente benestanti, divisi per sesso, entravano in cabina, indossavano il costume da bagno, la macchina veniva trascinata in acqua e ci si tuttava da dove veniva fermata. Questo, perché la sfilata in costume da bagno sul bagnasciuga era severamente vietata. E fino al 1870 alle donne era vietato fare il bagno in pubblico. Erano barbari? La vera civiltà è cominciata solo cent’anni fa? E le radici “giudaico-cristiane”?

Questo è un esempio di “bathing machine”, la “macchina da bagno”, tipica dei tempi della Regina Vittoria d’Inghilterra. Serviva per raggiungere il punto da cui non essere visti. La cabina era in legno, chiuse con una tenda. I vacanzieri, ovviamente benestanti, divisi per sesso, entravano in cabina, indossavano il costume da bagno, la macchina veniva trascinata in acqua e ci si tuttava da dove veniva fermata. Questo, perché la sfilata in costume da bagno sul bagnasciuga era severamente vietata. E fino al 1870 alle donne era vietato fare il bagno in pubblico. Erano barbari? La vera civiltà è cominciata solo cent’anni fa? E le radici “giudaico-cristiane”?

 .

Qui siamo al 1890. Si cominciano a scoprire i piedi.

Qui siamo al 1890. Si cominciano a scoprire i piedi.

 .

1910. Si cominciano a vedere le ginocchia. Questo modello era considerato altamente provocatorio. Si noti l’ombrellino. Dal sole ci si doveva comunque proteggere: il concetto di “abbronzatura” (è noto, tra l’altro, che l’abbronzatura invecchia la pelle) era del tutto sconosciuto.

1910. Si cominciano a vedere le ginocchia. Questo modello era considerato altamente provocatorio. Si noti l’ombrellino. Dal sole ci si doveva comunque proteggere: il concetto di “abbronzatura” (è noto, tra l’altro, che l’abbronzatura invecchia la pelle) era del tutto sconosciuto.

 .

Ancora nel 1910. Questa attrice, Annete Kellermann, una volta fu anche arrestata: il costume era troppo aderente.

Ancora nel 1910. Questa attrice, Annete Kellermann, una volta fu anche arrestata: il costume era troppo aderente.

 .

1920. Come in un programma studiato a tavolino per avanzare tappa dopo tappa, il nudo avanza sopra le ginocchia. Resiste ancora la cuffia per coprire i capelli.

1920. Come in un programma studiato a tavolino per avanzare tappa dopo tappa, il nudo avanza sopra le ginocchia. Resiste ancora la cuffia per coprire i capelli.

 .

E siamo nel 1930, si scoprono i capelli. Il più è fatto. Poi, qualche anno più tardi, arriveranno il bikini e il topless. Ma gli uomini sono ancora troppo “vestiti”, e non ci sono ancora i matrimoni omosessuali. Qui sotto, vi mostriamo il prossimo futuro della moda “maschile” (le virgolette sono evidentemente per noi obbligatorie). Senza commento. Se non per dire che per i musulmani, uomini e donne, ammesso che finora sia stata una cosa consigliabile, diventerà di fatto del tutto impossibile frequentare le spiagge, a meno che non siano spazi separati e chiusi, e con regole precise.

E siamo nel 1930, si scoprono i capelli. Il più è fatto. Poi, qualche anno più tardi, arriveranno il bikini e il topless. Ma gli uomini sono ancora troppo “vestiti”, e non ci sono ancora i matrimoni omosessuali. Qui sotto, vi mostriamo il prossimo futuro della moda “maschile” (le virgolette sono evidentemente per noi obbligatorie). Senza commento. Se non per dire che per i musulmani, uomini e donne, ammesso che finora sia stata una cosa consigliabile, diventerà di fatto del tutto impossibile frequentare le spiagge, a meno che non siano spazi separati e chiusi, e con regole precise.

 .

 COSTUMI 8

 

COSTUMI 9

 

COSTUMI 10

Non credettero

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXI – Ayah 6:

مَا آمَنَتْ قَبْلَهُمْ مِنْ قَرْيَةٍ أَهْلَكْنَاهَا أَفَهُمْ يُؤْمِنُونَ.6

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Prima di loro non credettero delle città, che Noi abbiamo distrutto. Forse che essi crederanno adesso?(6)
  • Nota
    A tutti coloro che ricevono il Messaggio di Salvezza e non credono viene rammentato che anche prima di loro il Messaggio fu mandato ad altri, i quali, come loro fanno adesso, rifiutarono di accogliere il Messaggio e metterlo in pratica; rifiutarono e furono distrutti per la loro miscredenza, come la storia racconta! Ciò nonostante i noncuranti non crederanno.

005

Le donne ipocrite

Abū Huràyrah (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Le donne ipocrite sono quelle che disobbediscono al marito e quelle che chiedono il divorzio!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito Nisai.

063

Khutba del Pellegrinaggio

 La Lode tutta appartiene ad Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, il Sommamente Misericordioso, il Sublime, il Quale effondendo la Sua Grazia in abbondanza sui Suoi servi fedeli, li guida sul sentiero della Rettitudine.

-o-

Rendo testimonianza che non c’è divinità, tranne Allàh, il Quale non ha compartecipi nella sua divinità né per figliolanza né per condominio nella Signoria sull’universo visibile e invisibile e rendo, altresì, testimonianza, che Muhàmmad, è servo di Allàh e di Lui Apostolo, il quale ha portato la Guida divina, per mettere a nudo le fantasie teologiche dei fabbricanti di dei falsi e bugiardi. Allahùmma [o Iddio] benedici ed esalta il tuo servo e apostolo Muhàmmad e compiaciti della Sua Famiglia e dei suoi Compagni.

Continua a leggere

Essi dicono …

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXI – Ayah 5:

بَلْ قَالُوا أَضْغَاثُ أَحْلاَمٍ بَلْ افْتَرَاهُ بَلْ هُوَ شَاعِرٌ فَلْيَأْتِنَا بِآيَةٍ كَمَا أُرْسِلَ الأَوَّلُونَ.5

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Però essi dicono: “Son sogni confusi!”, oppure (dicono): “Lo ha inventato lui!”, oppure (dicono): “Egli è un poeta!”, oppure (dicono): “Ci porti un segno, come quelli che furono inviati agli antichi!”(5)
  • Nota
    Coloro i quali sono indifferenti al Messaggio si danno da fare per screditare il Messaggero e convincere loro stessi e gli altri della fallacia delle comminatorie contenute nel Messaggio con varie argomentazioni l’accusa di menzogna, l’accusa di fantasie teologiche la richiesta del miracolo.

074

L’ipocrita

Abū Huràyrah (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Due son le cose che non vanno insieme in un ipocrita e son la buona condotta e la sapienza religiosa!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito at-Tirmìdhī .

006

Confabulano in segreto

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXI – Ayah 3:

لاَهِيَةً قُلُوبُهُمْ وَأَسَرُّوا النَّجْوَى الَّذِينَ ظَلَمُوا هَلْ هَذَا إِلاَّ بَشَرٌ مِثْلُكُمْ أَفَتَأْتُونَ السِّحْرَ وَأَنْتُمْ تُبْصِرُونَ.3

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    I loro cuori sono indifferenti e coloro che trasgrediscono, confabulano in segreto: “Forse che questo è altro che un uomo come voi? Aderirete voi alla magia, vedendoci bene?” (3)
  • Nota
    Coloro i quali, indifferenti al Messaggio, continuano nel loro sistema di vita trasgressivo, per neutralizzare le prospettive negative, derivanti dal loro perseverare nella noncuranza rispetto all’invito alla conversione, si danno da fare per screditare il Messaggero e convincere loro stessi e gli altri della fallacia delle comminatorie contenute nel Messaggio.

005

L’ipocrita e la pecora

Ibn Omar (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“L’ipocrita è paragonabile a quella pecora che un giorno pascola con un gregge e l’altro giorno pascola con un altro!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito Muslim.

073

La noncuranza

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXI – Ayàt 1-2:

اقْتَرَبَ لِلنَّاسِ حِسَابُهُمْ وَهُمْ فِي غَفْلَةٍ مُعْرِضُونَ .1
مَا يَأْتِيهِمْ مِنْ ذِكْرٍ مِنْ رَبِّهِمْ مُحْدَثٍ إِلاَّ اسْتَمَعُوهُ وَهُمْ يَلْعَبُونَ.2

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Si avvicina agli uomini il rendiconto loro, ma essi in noncuranza stanno lontani!(1) Non giunge ad essi dal loro Signore nessun nuovo ricordo, senza che lo ascoltino, continuando a spassarsela, (2)
  • Nota
    Ogni uomo è destinato a morire, a risorgere, a presentarsi al Giudizio divino inappellabile; di questa verità essi vengono informati, ma non se ne curano e continuano a spassarsela, cioè a vivere su una via diametralmente opposta a quella della salvezza dal fuoco.

052

Hillary Clinton odia i musulmani

E i Bush la appoggiano, contro Trump

Hillary Clinton mentre dice “attaccheremo l’Iràn”.

Hillary Clinton mentre dice “attaccheremo l’Iràn”.

.

Donald Trump si è certamente reso odioso a tutti i musulmani, per le sue dichiarazioni di cui tutti hanno saputo. Ma pensare che la Clinton ami i musulmani, o anche solo li rispetti più di Trump, è del tutto sbagliato. Hillary Clinton ha appoggiato da sempre nella sostanza le politiche guerrafondaie americane, che hanno portato morte e distruzione in tutto il pianeta, soprattutto ai danni di MILIONI di musulmani. E’ stata responsabile diretta, tra le altre cose, dello scandalo di Bengasi, e invischiata nel coordinamento diretto di un traffico di armi diretto ai terroristi siriani (ISIS, al-Qaeda, ecc.) contrari all’altro terrorista Bashar Asad. E ha sempre promesso che, se sarà eletta Presidente degli USA, farà guerra all’Iràn.

In queste presidenziali USA, c’è la solita lotta tra massoneria cosiddetta “progressista” e massoneria cosiddetta “neoaristocratica”. In una recente intervista sul web, Gioele Magaldi, massone di area “democratica”, e autore del famoso libro “MASSONI. Società a responsabilità illimitata. La scopeta delle Ur-Lodges”, di cui abbiamo già parlato in più occasioni, ha sostenuto che Trump sarebbe stato “messo lì” ed “aiutato” ad emergere nelle primarie repubblicane, per mettere innanzitutto fuorigioco la famiglia Bush, che candidava Jeb, ai fini poi di provocare la reazione popolare che dovrebbe portare all’elezione di Hillary Clinton.

La quale elezione, non cambierebbe molto nella politica estera USA, che rimarrebbe sempre interventista, guerrafondaia e filoisraeliana, forse soltanto con un filo di espansionismo in meno.

Il vero cambiamento sarebbe invece, qualora mantenesse le promesse, la vittoria di Trump. Gli USA penserebbero più agli affari interni, ci sarebbe un ridimensionamento della NATO, ed un notevole rallentamento, almeno, della “terza guerra mondiale… a pezzi” così come la stiamo vivendo ora.

C’è un bel video, sia pur breve e in lingua inglese, che smonta del tutto lo stereotipo secondo cui la Clinton sarebbe “amica dell’Islàm”. Per vedere cliccate qui.

E per le ultime notizie sul gran daffare che si danno le varie massonerie, omicidi compresi, per eleggere la Clinton, leggete qui.

 E per un bel promemoria sugli intrallazzi del recente passato della Clinton, potete leggere l’ennesimo bell’articolo di Maurizio Blondet. Per leggere, cliccate qui.

E sul fatto che l’ISIS (o DAESH che dir si voglia) sia “fratello” della Clinton, contro Putin, leggete qui.

Il tutto, ne converrete, molto chiaro, anche se molto poco rassicurante.