Infedeli e ipocriti

Omar (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Quanto agli infedeli e agli ipocriti nel giorno della resurrezione essi saranno denunciati come tali davanti alle creature più importanti del creato! Una voce dirà: ‘Questi sono coloro che hanno fabbricato menzogne riguardo al loro Signore. Per questo la maledizione di Allàh è sui delinquenti!’”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo hanno riferito concordi i due luminari.

069

La promessa

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXI – Ayah 9:

ثُمَّ صَدَقْنَاهُمْ الْوَعْدَ فَأَنجَيْنَاهُمْ وَمَنْ نَشَاءُ وَأَهْلَكْنَا الْمُسْرِفِينَ.9

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Noi mantenemmo verso di loro la promessa, per cui salvammo loro e chi volemmo, mentre distruggemmo coloro che avevano superato i limiti. (9)
  • Nota
    La Promessa di Allàh è Verità! Si avvera sempre. I Messaggeri e i loro seguaci furono salvi e i trasgressori vennero distrutti.

066

Chi ha due lingue

‘Ammār (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Colui che in questo mondo ha avuto due lingue, avrà due lingue di fuoco nel giorno della resurrezione!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Sono concordi i due luminari.

053

La guerra in Siria per un gasdotto

Lo ha detto Robert Kennedy Junior

Robert Kennedy Junior, figlio del senatore Robert Kennedy, che fu assassinato poco prima di diventare presidente degli USA, oggi è un importante avvocato.

Robert Kennedy Junior, figlio del senatore Robert Kennedy, che fu assassinato poco prima di diventare presidente degli USA, oggi è un importante avvocato.

.

La notizia non è fresca, ma ci era sfuggita, e data l’importanza la riproponiamo a chi non la sapesse. Viene da una voce autorevole. E’ quella di Robert Kennedy Jr, figlio di quel senatore Robert Kennedy, che fu assassinato poco prima di diventare, molto probabilmente, presidente degli USA. Sostiene che la vera causa della guerra in Siria fu il rifiuto di questa ad autorizzare la costruzione di un mega gasdotto.

La “rivolta” della popolazione fu dunque organizzata fin dall’inizio dagli USA e dai suoi alleati. Anzi, meglio dire, visti i protagonisti citati, soprattutto dai massoni della “Hathor Pentalpha”, Bush e gli alleati sauditi e compagnia bella. Questo conferma la nostra analisi della situazione politica contemporanea, già espressa più volte.

E cogliamo l’occasione per ricordare che la cosiddetta “rivolta” contro Asad (che naturalmente sappiamo essere dittatore sanguinario, ed appartenente ad una setta eretica), non era per nulla giustificata dal punto di vista della shari’ah islamica. Anzi.

Ricordiamo infatti che, alla domanda fattagli, se i musulmani avrebbero dovuto ribellarsi all’apparire di un tiranno, il Profeta Muhàmmad, che Iddio lo benedica e l’abbia in gloria, rispose:

No, finchè organizzano per voi la preghiera, ma se vedete tra le vostre autorità quacosa che odiate, allora odiate le loro azioni ma non togliete la mano, non smettete di obbedire”.

E dobbiamo dire che la mancanza di obbedienza a questo divieto è stata forse la causa principale di tutti i mali che son seguiti. E’ proprio la ribellione popolare che non è consentita. Come ha infatti confermato lo Sheykh Muhàmmad Abù al-Hudà al- Ya’qùbì:

Un capo corrotto o immorale deve essere destituito da parte di coloro che sono investiti dell’autorità per farlo, se possibile senza conflitti, né ribellioni armate, né omicidi. Ma non bisogna ribellarsi a lui. Non è possibile ribellarsi a lui anche se la shari’ah o parte di essa non viene applicata”.

Per leggere le dichiarazioni di Robert Kennedy Junior, cliccate qui.

Khutbah del Pellegrinaggio al-ifràd

 La Lode tutta appartiene ad Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce, il Sommamente Misericordioso, il Sublime, il Quale effondendo la Sua Grazia in abbondanza sui Suoi servi fedeli, li guida sul sentiero della Rettitudine.

-o-

Rendo testimonianza che non c’è divinità, tranne Allàh, il Quale non ha compartecipi nella sua divinità né per figliolanza né per condominio nella Signoria sull’universo visibile e invisibile e rendo, altresì, testimonianza, che Muhàmmad, è servo di Allàh e di Lui Apostolo, il quale ha portato la Guida divina, per mettere a nudo le fantasie teologiche dei fabbricanti di dei falsi e bugiardi. Allahùmma [o Iddio] benedici ed esalta il tuo servo e apostolo Muhàmmad e compiaciti della Sua Famiglia e dei suoi Compagni.

Continua a leggere

Salviamo questa donna!

Civiltà da una parte, dall’altra ospizi

Vecchio in un ospizio.

Vecchio in un ospizio.

.

La foto qua sopra, paragonata con quella sotto, offre un’istantanea della profonda differenza tra una società dove gli anziani invecchiano in famiglia, o presso i figli o presso altri familiari, perché hanno comunque dei parenti che si prendono cura di loro, e l’altra, dove muoiono da soli, perché non hanno famiglia, o perché se ce l’hanno non si vuole un vecchio tra i piedi. La stessa differenza che c’è tra civiltà e barbarie.

Quel che segue è tratto da Facebook.

 .

 ospizi_html_m79da700f

  Khalid Torkezi Al-Qurayshî  Ieri alle 11:54 ·

Un’altra donna oppressa: mia nonna materna discendente di ‘Abd Rahman Rakaz al-Fihri al-Qurayshi, Imam degli Imam dei Murabitun, conquistatore della Mauritania e capo della cavalleria che prese parte alla battaglia di Zallaqa contro Alfonso di Spagna. Vi scongiuro di venire a salvarla con i vostri “valori” e “principi” per parcheggiarla in un ospizio perché i suoi valori e principi la costringono a vivere come una regina presso la casa dei figli.

Mai li abbiamo fatti

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXI – Ayah 8:

وَمَا جَعَلْنَاهُمْ جَسَدًا لاَ يَأْكُلُونَ الطَّعَامَ وَمَا كَانُوا خَالِدِينَ.8

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Mai li abbiamo fatti con un corpo tale, che essi non mangiavano cibo! Essi non erano eterni. (8)
  • Nota
    Allàh, l’Altissimo, comunica con chiarezza, che nel passato Egli fece Rivelazioni per mezzo di Suoi Emissari, i quali altro non erano che uomini. Non angeli, non figli di Lui! Uomini in carne e ossa, non con “un corpo tale che essi non mangiavano cibo”; mortali, non divinamente eterni!

074

La duplice faccia

Abū Huràyrah (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Il peggiore degli uomini nel giorno della resurrezione sarà quello che va da uno con una faccia e dall’altro con un’altra faccia!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Sono concordi i due luminari.

067

Gli Inviati (*)

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXI – Ayah 7:

وَمَا أَرْسَلْنَا قَبْلَكَ إِلاَّ رِجَالاً نُوحِي إِلَيْهِمْ فَاسْأَلُوا أَهْلَ الذِّكْرِ إِنْ كُنتُمْ لاَ تَعْلَمُونَ.7

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Prima di te non abbiamo mandato se non uomini, ai quali facevamo rivelazioni (7)
  • Nota
    Allàh, l’Altissimo, comunica con chiarezza, che nel passato Egli ha fatto delle Rivelazioni per mezzo di Suoi Emissari, i quali altro non erano che uomini. Non angeli, non figli di Lui! Uomini in carne e ossa.

062

L’ipocrita

Hudhàyfah (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Non chiamate un ipocrita “capo”, perché se egli diventa capo, incorrerete nella collera del vostro Signore!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito Abū Dawūd.

073