Il collaboratore del tiranno

Aws bin Shurhabil – che Allàh si compiaccia di lui – raccontò quanto segue: l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, ha detto:

“Chi collabora con il tiranno per sostenerne il potere, sapendo che è un tiranno, è uscito dall’Islàm!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da al-Bàyhaqī.

067

Il destino finale dipende dal volere di Allàh

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLIII – Ayah 13:

لِتَسْتَوُوا عَلَى ظُهُورِهِ ثُمَّ تَذْكُرُوا نِعْمَةَ رَبِّكُمْ إِذَا اسْتَوَيْتُمْ عَلَيْهِ وَتَقُولُوا سُبْحانَ الَّذِي سَخَّرَ لَنَا هَذَا وَمَا كُنَّا لَهُ مُقْرِنِينَ .13

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Se Noi lo avessimo voluto avremmo potuto dare ad ogni (uomo) la via giusta! Ma si avvererà la parola (profferita) da Me: “Certamente riempirò l’inferno di ginn e di uomini tutti insieme!”(13)

074

L’invocazione dell’oppresso

Ali – che Allàh si compiaccia di lui – raccontò quanto segue. L’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, ha detto:

“Guardatevi dall’invocazione di chi subisce ingiustizia, poiché egli chiede ad Allàh il suo diritto e Allàh non nega il diritto a colui che ha diritto!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da al-Bàyhaqī.

073

Nulla avviene indipendentemente dal volere di Allàh l’Onnisciente

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLIII – Ayàt 5-6:

أَفَنَضْرِبُ عَنكُمُ الذِّكْرَ صَفْحًا أَنْ كُنتُمْ قَوْمًا مُسْرِفِينَ.5
وَكَمْ أَرْسَلْنَا مِنْ نَبِيٍّ فِي الأَوَّلِينَ.6

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Egli governa l’ordine dal cielo alla terra poi (esso) risale a Lui, in un tempo la cui dimensione è pari a mille anni, di quelli che voi contate. (5) Questo è il Conoscitore dell’invisibile e del visibile, al-’azìz (il Possente) al-Rahìm (il Clementissimo).(6)

066

Nasce “Il popolo della famiglia”

Un nuovo soggetto politico. Molto interessante

Il logo del nuovo soggetto politico “IL POPOLO DELLA FAMIGLIA”. Il nome, l’immagine, e soprattutto la sovrascritta “NO GENDER NELLE SCUOLE” sono senz’altro azzeccati e da noi totalmente condivisibili.

Il logo del nuovo soggetto politico “IL POPOLO DELLA FAMIGLIA”. Il nome, l’immagine, e soprattutto la sovrascritta “NO GENDER NELLE SCUOLE” sono senz’altro azzeccati e da noi totalmente condivisibili.

 

E’ nato un nuovo soggetto politico.

L’iniziativa è partita dall’avvocato Gianfranco Amato, protagonista di numerosissime conferenze contro l’ideologia gender in tutta Italia, che ne è il Segretario, e da Mario Adinolfi, responsabile del sito cattolico www.lacrocequotidiano.it , autore del bel libricino “Voglio la mamma”, e portavoce, anche per mezzo di molte apparizioni in TV, del punto di vista di tutti gli italiani che pensano che i bambini abbiano diritto, innanzitutto, ad avere un papà ed una mamma, così come prevedono le leggi naturali create da IDDIO ONNIPOTENTE.

Continua a leggere

La misericordia

‘Ā‹ishah – che Allàh si compiaccia di lei – ha detto quanto segue. L’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, ha detto:

“Allàh non dona misericordia a una famiglia, se non per beneficarla e non la concede, se non per danneggiarla!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da al-Bàyhaqī.

067

Il CRISTO, Gesù figlio di Màryam

Nel nome di Allàh,
il Sommamente Misericordioso 
il Clementissimo

La lode appartiene ad Allàh, rifulga lo splendor della Sua Luce.
Sì! Unicamente Allàh l’Altissimo ha titolo per essere lodato.

Sia Lodato Allàh per la Grazia dell’Islàm, che ci ha elargito.
Potente ed Eccelso Egli è!

La Lode appartiene ad Allàh, il Quale ci ha guidato alla Sua Luce, alla quale mai saremmo arrivati, se Egli non ci avesse guidato.

Continua a leggere

Rifiuto preconcetto di credere

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLIII – Ayah 24:

قَالَ أَوَلَوْ جِئْتُكُمْ بِأَهْدَى مِمَّا وَجَدْتُمْ عَلَيْهِ آبَاءَكُمْ قَالُوا إِنَّا بِمَا أُرْسِلْتُمْ بِهِ كَافِرُونَ.24

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Disse (l’ ammonitore): “E se io vi portassi qualcosa di meglio, quanto a guida, di ciò in cui avete trovato i vostri padri?” Dissero: “In verità, noi rifiutiamo di credere a ciò con cui tu (dici di essere) stato inviato!”(24)

074

Scudisciatori e donne seminude

Abū Huràyrah – che Allàh si compiaccia di lui – disse quanto segue. L’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, ha detto:

“Ci sono due categorie di dannati che non ho visto: gli uomini che prendono a scudisciate la gente e le donne che, benché vestite, sono nude e hanno la testa come la testa dei cammelli inclinata in avanti. Mai entreranno in Paradiso e non ne gusteranno la fragranza, benché la loro fragranza raggiunga distanze incredibili!!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da Muslim.

069

Fallacia delle tradizioni an-islamiche

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLIII – Ayàt  22-23:

بَلْ قَالُوا إِنَّا وَجَدْنَا آبَاءَنَا عَلَى أُمَّةٍ وَإِنَّا عَلَى آثَارِهِمْ مُهْتَدُونَ.22
وَكَذَلِكَ مَا أَرْسَلْنَا مِنْ قَبْلِكَ فِي قَرْيَةٍ مِنْ نَذِيرٍ إِلاَّ قَالَ مُتْرَفُوهَا إِنَّا وَجَدْنَا آبَاءَنَا عَلَى أُمَّةٍ وَإِنَّا عَلَى آثَارِهِمْ مُقْتَدُونَ.23

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    … Essi dicono: “In verità, noi abbiamo trovato i nostri padri su una linea e, in verità, noi, (camminando) sulle loro tracce, siamo sulla via giusta (22). Nello stesso modo, mai, prima di te, mandammo ammonitore in una città, senza che gli esponenti della classe dirigente di essa dicessero: “In verità, noi abbiamo trovato i nostri padri su una certa via e noi, sulle loro orme seguiamo il loro esempio !”.(23)
  • Nota
    Frequentissimamente, il Messaggio dell’Islàm è precluso dalle tradizioni, abitudini e consuetudini che hanno una fonte diversa da quella della Parola di Allàh da quella dell’insegnamento del Profeta, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria. Frase tipica: “Sono nato così e così e morirò così e così”. Oppure: “Mi hai convinto, però non cambio idea!”

056