Ci si può aspettare di tutto

Ibn Mas’ūd, che Allàh si compiaccia di lui, riferì che l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Una delle cose che la gente ha ritenuto dai detti dei profeti precedenti è: “Quando hai perso il pudore, da te ci si può aspettare d tutto!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Riferito da Bukhārī.

073

Destino dei credenti trionfo sublime

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LXIV – Ayah 9:

يَوْمَ يَجْمَعُكُمْ لِيَوْمِ الْجَمْعِ ذَلِكَ يَوْمُ التَّغَابُنِ وَمَنْ يُؤْمِنْ بِاللَّهِ وَيَعْمَلْ صَالِحًا يُكَفِّرْ عَنْهُ سَيِّئَاتِهِ وَيُدْخِلْهُ جَنَّاتٍ تَجْرِي مِنْ تَحْتِهَا الأَنْهَارُ خَالِدِينَ فِيهَا أَبَدًا ذَلِكَ الْفَوْزُ الْعَظِيمُ.9

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Egli vi adunerà il giorno del giàm’ (dell’ Adunata), quello è il giorno dell’inganno reciproco (taghābun)! A colui che crede in Allàh e si comporta onestamente, Egli cancellerà i suoi peccati e lo introdurrà in giardini, sotto cui scorrono i fiumi e nei quali (i beati) resteranno in eterno! Questo è il trionfo sublime!(9),

070

Indecenza e pudore

Anas, che Allàh si compiaccia di lui, riferì che l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Quando l’indecenza si verifica in una cosa, la deteriora, mentre quando in una cosa si manifesta il pudore la adorna!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Riferito da Trmidhī.

061

Esortazione a credere

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LXIV – Ayah 8:

فَآمِنُوا بِاللَّهِ وَرَسُولِهِ وَالنُّورِ الَّذِي أَنزَلْنَا وَاللَّهُ بِمَا تَعْمَلُونَ خَبِيرٌ.8

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Credete, dunque, in Allàh, nel suo Apostolo e nella Luce che abbiamo fatto scendere dall’alto! Allàh di ciò che voi fate è perfettamente informato! (8)
  • Nota
    Allàh, dopo aver dato nel Corano diverse prove tangibili della natura divina della sua Fonte, sì da rendere indiscutibile la verità della resurrezione, esorta a credere.

062

Il pudore

Abū Huràyra, che Allàh si compiaccia di lui, riferì che l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Il pudore è parte della fede e la fede porta al Paradiso; l’oscenità deriva dalla durezza del cuore e la durezza del cuore porta all’inferno!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Riferito da Ahmad e Trmidhī.

063

La resurrezione è verità

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura LXIV – Ayah 7:

زَعَمَ الَّذِينَ كَفَرُوا أَنْ لَنْ يُبْعَثُوا قُلْ بَلَى وَرَبِّي لَتُبْعَثُنَّ ثُمَّ لَتُنَبَّؤُنَّ بِمَا عَمِلْتُمْ وَذَلِكَ عَلَى اللَّهِ يَسِيرٌ.7

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Coloro che rifiutano di credere sono convinti che non saranno resuscitati. Di’: “No! Per il mio Signore, certamente, sarete fatti resuscitare e poi, certamente, sarete informati di ciò che faceste! Ciò è facile, per Allàh!”(7)
  • Nota
    Gli atei non credono nella vita futura.

058

Conoscere per comunicare

Nel nome di Allàh,
il Sommamente Misericordioso i
l Clementissimo.

Unicamente Allàh, l’Altissimo, ha titolo esclusivo
per esser Destinatario di Lode.
Soltanto a Lui, noi, suoi servi fedeli,
la lode innalziamo.
Soltanto di Lui, l’Onnipotente,
nel bisogno invochiamo il soccorso.
Soltanto a Lui, il Misericordioso il Clementissimo,
va il nostro ringraziamento.
Soltanto a Lui chiediamo protezione dalle nostre passioni
e dalle nostre trasgressioni.

Continua a leggere

Non c’è fede

Anas, che Allàh si compiaccia di lui, raccontò: L’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Non c’è fede in chi non mantiene un impegno e non c’è religione in chi non mantiene una promessa!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Registrato da al-Bàyhaqī.

053

Allontanati e di’: “Pace!”

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLIII – Ayàt 88-89:

وَقِيلِهِ يَارَبِّ إِنَّ هَؤُلاَءِ قَوْمٌ لاَ يُؤْمِنُونَ.88
فَاصْفَحْ عَنْهُمْ وَقُلْ سَلاَمٌ فَسَوْفَ يَعْلَمُونَ.89

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Fu il detto di lui (del Profeta Muhàmmad): “O Signore, in verità, quelli sono un popolo che non crede!”(88) (La Nostra risposta è) Allontanati da loro e di’: “Pace!”. A suo tempo, essi sapranno!(89)
  • Nota
    Dopo avere comunicato il messaggio, con precisione linguistica e chiarezza concettuale, circa l’unità, unicità e unipersonalità di Allàh e la missione apostolico-profetica di Muhàmmad, che allàh lo benedica e l’abbia in gloria, il compito del Musulmano è esaurito, poiché è Allàh, che guida alla Sua Luce, e coloro che rifiutano di credere incontreranno, senza vie di scampo, la Verità.
    È, quindi, dovere, come ordina Allàh, rifulga lo splendor della sua Luce, dire: “PACE!” e prendere le distaze.

064