Questa!

Sufiān bin Abdullàh (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. “Un giorno chiesi all’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria: “Qual è la cosa più temibile che tu temi per me?“. Dopo aver preso con due dita la sua lingua, egli, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:

“Questa!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito at-Tirmidhī.

037

Un aspetto della bellezza dell’Islàm

Alī bin al-Huseyn (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Un aspetto della bellezza dell’Islàm di un uomo è il suo disinteresse per le cose che non lo riguardano!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo hanno riferito Màlik, Ahmad e at-Tirmidhī e Ibn Māǧah da Abū Huràyrah.

027

Sedotti e illusi da Satana

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLVII – Ayah 25:

إِنَّ الَّذِينَ ارْتَدُّوا عَلَى أَدْبَارِهِمْ مِنْ بَعْدِ مَا تَبَيَّنَ لَهُمُ الْهُدَى الشَّيْطَانُ سَوَّلَ لَهُمْ وَأَمْلَى لَهُمْ.25

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    In verità, Sciayṭān ha sedotto e illuso coloro i quali hanno girato le spalle, dopo che la giusta direzione è stata loro indicata chiaramente.(25)
  • Nota
    Coloro i quali, dopo avere ricevuto il Messaggio di Salvezza dal Fuoco nella vita futura, esposto loro con precisione linguistica e chiarezza concettuale, girano le spalle, lo fanno perché Satana con i suoi artifici e i suoi raggiri ha avuto successo nei loro confronti propinando loro fallaci illusioni.

024

In cosa c’è salvezza?

‘Uqbah bin A’mir (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Fu chiesto All’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria. “In cosa c’è la salvezza?”. Disse, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Controllare la lingua, provvedere alla famiglia, piangere sui propri peccati!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo hanno riferito Ahmad e at-Tirmidhī.

077

Fuorviamento e accrescimento della guida

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLVII – Ayàt 16-17:

وَمِنْهُمْ مَنْ يَسْتَمِعُ إِلَيْكَ حَتَّى إِذَا خَرَجُوا مِنْ عِنْدِكَ قَالُوا لِلَّذِينَ أُوتُوا الْعِلْمَ مَاذَا قَالَ آنِفًا أُوْلَئِكَ الَّذِينَ طَبَعَ اللَّهُ عَلَى قُلُوبِهِمْ وَاتَّبَعُوا أَهْوَاءَهُمْ.16
وَالَّذِينَ اهْتَدَوْا زَادَهُمْ هُدًى وَآتَاهُمْ تَقْواهُمْ.17

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Quelli [coloro che rifiutano di credere] son gente, a cui Allàh ha sigillato i cuori e seguono le loro voglie irragionevoli.(16) Però a coloro che seguono la guida Egli accresce la fede e dona loro il loro sentimento di timore (di Allàh).
  • Nota
    Coloro che rifiutano di credere al Verbo Divino e alla Missione apostolico-profetica di Muhàmmad, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria si comportano irragionevolmente, poiché agiscono a loro danno, non solo nella vita terrena, ma, quel che è peggio, si procurano la dannazione eterna, per cui Allàh sigilla i loro cuori; mentre, invece, ai credenti nella Paternità Divina del Sublime Corano e nella Missione apostolico-profetica di Muhammad, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, Allàh, l’Altissimo, accresce la fede e dona at-tàqwā [il sentimento del timor di Allàh].

076

Contro il “gioco del rispetto”

Un’iniziativa importante

L'ingresso della scuola materna Cuccioli, a Trieste.

L’ingresso della scuola materna Cuccioli, a Trieste.

 

Tempo fa, abbiamo pubblicato un articolo intitolato “UNISEX – La guerra dei seguaci di Satana per cancellare i sessi”, dove lanciavamo l’allarme sull’esistenza di un progetto mondialista di progressiva distruzione della differenza tra i sessi, come corollario indispensabile al progetto di distruzione della famiglia, passo indispensabile verso l’istituzione di una dittatura satanica mondiale.

Alcune settimane orsono, sempre nella sezione Costume e Società di questo sito, abbiamo pubblicato un altro articolo sul medesimo argomento, intitolato “E la bimba si vestì da maschietto – Ma non era un gioco…”, che analizzava il cosiddetto “Gioco del Rispetto”, e il tentativo di inserirlo surrettiziamente nell’insegnamento ai nostri bambini.

Insistevamo sul carattere estremamente negativo di tale “gioco” per i nostri figli, e sostenevamo come tale iniziativa non fosse spontanea né tantomeno isolata, quanto invece la propaggine di un progetto satanico tendente a confondere e minare dalle fondamenta la psiche dei bambini.

Ci ha scritto Amedeo Rossetti, il genitore dell’asilo di Trieste “I Cuccioli” che ha denunciato questo gioco. Ci ha espresso la sua contentezza e il suo vivo ringraziamento per quanto da noi pubblicato.

Da parte nostra, lo abbiamo incitato a continuare nell’opera di informazione, essendo d’accordo con lui che “il diritto di educazione dei figli va alle famiglie, al di là di qualsiasi colore politico o di credo religioso”.

Ora, l’amico Rossetti ci comunica che nelle scuole di Trieste viene distribuito un modulo, da compilare e firmare dai genitori, per autorizzare i propri figli a partecipare a detto gioco. E sembra che le informazioni che vengano date ai genitori a riguardo, specialmente a quelli di lingua non italiana, siano scarse o nulle, per cui c’è il pericolo che firmino non rendendosi ben conto di cosa realmente si tratti.

Gioco rispetto - Modulo_crop

Ecco il modulo che viene distribuito nelle scuole di Trieste. Come si vede, non vi traspare nulla sul contenuto demoniaco del gioco. Per cui molti genitori, non sospettando nulla, saranno facilmente portati a firmare.

Clicca qui per scaricare il modulo in formato PDF.

 -o-

Rossetti ci comunica che è stato costituito il Comitato Genitori Trieste, che verrà presentato nel corso di una conferenza stampa che è stata convocata per il prossimo martedì 28 aprile.

Da parte nostra, non possiamo che incoraggiare l’iniziativa, invitando i musulmani del posto ad appoggiarla, e salutando cordialmente tutti i partecipanti.

Abu Ismail Morselli 

Chi sa tacere

Abdullàh bin Amr (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Chi sa tacere, sarà salvo!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo hanno riferito Ahmad e at-Tirmidhī.

053

Il politeismo idolatrico

  Nel nome di Allàh,
il Sommamente Misericordioso, il Clementissimo

Unicamente Allàh, l’Altissimo, ha titolo esclusivo
per esser Destinatario di Lode.
Soltanto a Lui, noi, suoi servi fedeli, la lode innalziamo.
Soltanto di Lui, l’Onnipotente,
nel bisogno invochiamo il soccorso.
Soltanto a Lui, il Misericordioso il Clementissimo,
va il nostro ringraziamento.
Soltanto a Lui chiediamo protezione dalle nostre passioni
e dalle nostre trasgressioni.
Soltanto a Lui chiediamo perdono.
A Lui chiediamo di guidarci sul retto sentiero.
Infatti chi è guidato da Allàh
cammina sul sentiero della rettitudine
che a Lui conduce,
mentre per colui che Allàh non guida
non troverai maestro in grado di portarlo sulla retta via.

Continua a leggere

Delizie del Paradiso e tormenti infernali

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XLVII – Ayah 15:

مَثَلُ الْجَنَّةِ الَّتِي وُعِدَ الْمُتَّقُونَ فِيهَا أَنْهَارٌ مِنْ مَاءٍ غَيْرِ آسِنٍ وَأَنْهَارٌ مِنْ لَبَنٍ لَمْ يَتَغَيَّرْ طَعْمُهُ وَأَنْهَارٌ مِنْ خَمْرٍ لَذَّةٍ لِلشَّارِبِينَ وَأَنْهَارٌ مِنْ عَسَلٍ مُصَفًّى وَلَهُمْ فِيهَا مِنْ كُلِّ الثَّمَرَاتِ وَمَغْفِرَةٌ مِنْ رَبِّهِمْ كَمَنْ هُوَ خَالِدٌ فِي النَّارِ وَسُقُوا مَاءً حَمِيمًا فَقَطَّعَ أَمْعَاءَهُمْ.15

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Il paragone del Paradiso, del quale è stata fatta promessa ai timorati (è questo): In esso vi sono fiumi d’acqua, che non si corrompe; fiumi di latte, il cui gusto non muta; fiumi di vino, una squisitezza per i bevitori, e fiumi di miele purificato. In esso [nel Paradiso] per loro ci sarà ogni specie di frutta e perdono dal loro Signore! [Sono essi forse] nella stessa posizione di colui, che sta in eterno nel fuoco [nel quale, tipi così] vengono abbeverati con acqua bollente, che taglia le loro budella?(15)
  • Nota
    Certamente, i beati vedranno realizzata la Promessa di Allàh, l’Altissimo, il Quale non viene meno alle Sue Promesse; come pure i dannati per il loro rifiuto di credere all’efficacia salvifica dell’ Islàm.

024

Non sarà preservato

Abū Huràyrah (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Ognuno dei miei seguaci sarà preservato [dal fuoco] eccezion fatta per coloro che divulgano le loro malefatte. È una impudenza quella dell’uomo che commette peccato di notte e poi quando smette, all’alba, dice, mentre Allàh l’ha tenuto segreto: ‘La notte scorsa ho fatto questo e questo!’. Quello ha passato la notte nel peccato, il suo Signore l’ha coperto ed egli da se medesimo svela ciò che Allàh ha tenuto nascosto!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo hanno riferito i due luminari del Hadith.

045