Il credere e il non credere

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXVI – Ayàt 10-11:

وَسَوَاءٌ عَلَيْهِمْ أَأَنذَرْتَهُمْ أَمْ لَمْ تُنذِرْهُمْ
لاَ يُؤْمِنُونَ.10
إِنَّمَا تُنذِرُ مَنْ اتَّبَعَ الذِّكْرَ وَخَشِيَ الرَّحْمَنَ بِالْغَيْبِ فَبَشِّرْهُ بِمَغْفِرَةٍ
وَأَجْرٍ كَرِيمٍ.11  

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    “È uguale cosa per loro che tu li ammonisca o non li ammonisca, essi non crederanno.(10) Solamente, accoglierà il monito colui che segue il Ricordo e teme il Sommamente Misericordioso, senza averlo visto: perciò annunciagli una buona novella e una generosa ricompensa.(11)”
  • Nota
    LORO sono coloro i quali sono strutturalmente incapaci di ricevere il Messaggio, in quanto Allàh ha posto un sigillo sui loro cuori, una benda sui loro occhi e dei tappi nelle loro orecchie. Seguono il Ricordo, invece, coloro i quali sono strutturalmente capaci di ricevere il Messaggio, per cui temono Allàh, il Sommamente Misericordioso, senza averlo visto.

052

Preghiera

‘Āishah (che Allàh sia compiaciuto di lei) raccontò che l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, soleva dire:

“O Allàh, come mi hai dato un buon aspetto, fa sì che anche il mio comportamento sia buono!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito Ahmad.

Medina.

Medina.

Allàh è il “Decidente in via definitiva”

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXIV – Ayah 26:

قُلْ يَجْمَعُ بَيْنَنَا رَبُّنَا ثُمَّ يَفْتَحُ بَيْنَنَا بِالْحَقِّ وَهُوَ الْفَتَّاحُ الْعَلِيمُ.26

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Di’: “Ci radunerà il nostro Signore e poi farà giustizia tra di noi con la verità. Egli è Il Decidente in via definitiva, lo Sciente.(26)
  • Nota
    Nel giorno del Giudizio Allàh emetterà la sentenza irrevocabile riguardo al destino finale di coloro che hanno creduto alla Paternità Divina del Sublime Corano, alla Missione apostolico profetica di Muhàmmad, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, e si sono comportati coerentemente al credo, come pure tutti coloro i quali hanno creduto nell’Unità, Unicità e Unipersonalità di Allàh, l’Altissimo, in precedenza, seguendo i precetti e gli esempi dei Messaggeri di Allàh, che erano stati inviati ai loro popoli.

038

La buona condotta

Un Muzainese (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Chiesi un giorno all’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria: “Che cosa è il meglio che un uomo ha ricevuto [da Allàh ]?”. Rispose:

“La buona condotta!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito Bàyhaqī.

067

Il perchè del potere di Iblis

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXIV – Ayàt 20-21:

وَلَقَدْ صَدَّقَ عَلَيْهِمْ إِبْلِيسُ ظَنَّهُ فَاتَّبَعُوهُ إِلاَّ فَرِيقًا مِنْ الْمُؤْمِنِينَ.20
وَمَا كَانَ لَهُ عَلَيْهِمْ مِنْ سُلْطَانٍ إِلاَّ لِنَعْلَمَ مَنْ يُؤْمِنُ بالآخِرَةِ مِمَّنْ هُوَ مِنْهَا فِي شَكٍّ وَرَبُّكَ عَلَى كُلِّ شَيْءٍ حَفِيظٌ.21  

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Iblīs, a suo tempo, fece loro apparire come verità la sua suggestione, perciò essi lo seguirono, ad eccezione di un gruppo di credenti.(20) Egli, però, non ebbe potere su di loro, se non perchè Noi potessimo conoscere colui che credeva nella vita futura (distinguendolo) da colui che aveva dubbi al riguardo. E il tuo Signore è Custode di tutte le cose.(21)
  • Nota
    “Loro” sono i Sabà<, dal nome dei quali prende il nome la Sura, i quali furono sedotti dal Diavolo, il quale operò nei loro confronti la sua seduzione, che consiste nel “far apparire alle sue vittime, come verità, le sue suggestioni diaboliche”.

066

Tre individui sventurati

Abu Dhàrr (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Ci sono tre individui con i quali nel Giorno della Resurrezione Allàh non parlerà, non li guarderà, non li purificherà… individui per i quali è approntato un severo castigo!”. 

Io chiesi: “O Apostolo di Allàh, chi sono questi sventurati?”. Rispose:

“Sono; chi allunga [il suo vestito, oltre le caviglie], chi tratta con durezza [gli altri] e chi vende le sue cose con falso giuramento!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito Muslim.

039

Allàh è il “Degno di lode”

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXIV – Ayah 6:

وَيَرَى الَّذِينَ أُوتُوا الْعِلْمَ الَّذِي أُنزِلَ إِلَيْكَ مِنْ رَبِّكَ هُوَ الْحَقَّ وَيَهْدِي إِلَى صِرَاطِ الْعَزِيزِ الْحَمِيدِ.6

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Coloro che possiedono la Scienza sanno che ciò che a te vien fatto scendere dal tuo Signore è la verità e che esso guida al sentiero del Possente, Il Degno d’ogni lode!(6)

058

Cosa è l’Islàm

Nel nome di Allàh,
il Sommamente Misericordioso i
l Clementissimo.

Unicamente Allàh, l’Altissimo, ha titolo esclusivo
per esser Destinatario di Lode.
Soltanto a Lui, noi, suoi servi fedeli,
la lode innalziamo.
Soltanto di Lui, l’Onnipotente,
nel bisogno invochiamo il soccorso.
Soltanto a Lui, il Misericordioso il Clementissimo,
va il nostro ringraziamento.
Soltanto a Lui chiediamo protezione dalle nostre passioni
e dalle nostre trasgressioni.

Continua a leggere

Tre luoghi in paradiso

Anas (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Per chi abbia fatto cessare una falsità è preparato un luogo di soggiorno nella periferia del Paradiso; per chi si ritira da una disputa, anche se ha ragione [affinché la disputa non degeneri in alterco] è preparato un luogo di soggiorno nel centro del Paradiso; per chi si sforza di migliorare costantemente il suo già buon comportamento è preparato un luogo di soggiorno nei quartieri alti del Paradiso!”. [O come disse in arabo, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria].

Lo ha riferito Tirmìdhī .

045

Allàh è il “Conoscitore dell’invisibile”

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXIV – Ayah 3:

وَقَالَ الَّذِينَ كَفَرُوا لاَ تَأْتِينَا السَّاعَةُ قُلْ بَلَى وَرَبِّي لَتَأْتِيَنَّكُمْ عَالِمِ الْغَيْبِ لاَ يَعْزُبُ عَنْهُ مِثْقَالُ ذَرَّةٍ فِي السَّمَاوَاتِ وَلاَ فِي الأَرْضِ وَلاَ أَصْغَرُ مِنْ ذَلِكَ وَلاَ أَكْبَرُ إِلاَّ فِي كِتَابٍ مُبِينٍ.3

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    …Per il Conoscitore dell’invisibile! Non gli sfugge il peso di un moscerino nei cieli e nella terra; né qualcosa di più piccolo né qualcosa di più grande esiste, la cui esistenza non sia (scritta) in un libro chiaro!(3)

052