Se desiderate raggiungermi

‘Ā‹ishah (che Allàh sia compiaciuto di lei) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Se desiderate raggiungermi, avete da condurre la vita del povero, e guardarvi bene dal frequentare la compagnia dei ricchi!”. [O come disse]

Lo ha riferito Ibn Maǧiāh.

061

Siate consapevoli della Onnipresenza Divina

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXIV – Ayah 11:


أَنْ اعْمَلْ سَابِغَاتٍ وَقَدِّرْ فِي السَّرْدِ وَاعْمَلُوا صَالِحًا إِنِّي بِمَا تَعْمَلُونَ بَصِيرٌ (سبأ: 11).

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    … Agite in modo buono! In verità di ciò che voi fate, Io sono Osservatore attento!(11)
  • Nota
    “Agite in modo buono” significa “ obbedite ad Allàh (praticando le norme coraniche) e obbedite all’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria ( mettendo in pratica i suoi precetti e i suoi esempi)”.

056

Il cordone ombelicale

Alī (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Un bimbo si lamenterà con il suo Signore, perché sta per mettere nel fuoco i suoi due genitori. Una voce, allora, dirà: “O bimbo che stai lamentandoti con il tuo Signore, fa’ entrare in Paradiso i tuoi due genitori! Allora egli li farà entrare ambedue in Paradiso con il cordone ombelicale!”. [O come disse]

Lo ha riferito Ibn Maǧiāh.

069

Forme della contestazione e triste destino dei contestatori

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXIV – Ayàt 7-8:


وَقَالَ الَّذِينَ كَفَرُوا هَلْ نَدُلُّكُمْ عَلَى رَجُلٍ يُنَبِّئُكُمْ إِذَا مُزِّقْتُمْ كُلَّ مُمَزَّقٍ إِنَّكُمْ لَفِي خَلْقٍ جَدِيدٍ.7
أَافْتَرَى عَلَى اللَّهِ كَذِبًا أَمْ بِهِ جِنَّةٌ بَلْ الَّذِينَ لاَ يُؤْمِنُونَ بالآخِرَةِ فِي الْعَذَابِ وَالضَّلاَلِ الْبَعِيدِ.8

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Coloro che rifiutano di credere, dicono: “Volete voi che noi vi indichiamo un uomo, il quale vi informa che, dopo che le vostre membra saranno decomposte, in verità, voi, certamente, (tornerete a vivere) in una creazione nuova? (7). Egli ha inventato, riguardo ad Allàh, una menzogna, oppure è un posseduto da un ginn!”. No! Coloro che non credono nella vita futura sono già fin da ora nel castigo e nell’errore più profondo!(8).
  • Nota
    Atei, agnostici, scettici, seguaci del materialismo filosofico e di quello pratico deridono i credenti nella vita futura e accusano di manipolazione delle coscienze coloro che ne predicano la verità, ma il Testimone della verità, ne segnala l’errore e le sue tragiche e irreversibili conseguenze infernali nella vita futura.

074

Il cordone ombelicale

Mu’āz bin Giàbal (che Allàh sia compiaciuto di lui) raccontò. Disse un giorno l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:

“Per Colui nella cui mani è la mia vita, un neonato morto tirerà sua madre in Paradiso con il suo cordone ombelicale, se lei lo desidera!”. [O come disse]

Lo ha riferito Ibn Maǧiāh.

073

Il Libro dei destini

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXIV – Ayah 3:


وَقَالَ الَّذِينَ كَفَرُوا لاَ تَأْتِينَا السَّاعَةُ قُلْ بَلَى وَرَبِّي لَتَأْتِيَنَّكُمْ عَالِمِ الْغَيْبِ لاَ يَعْزُبُ عَنْهُ مِثْقَالُ ذَرَّةٍ فِي السَّمَاوَاتِ وَلاَ فِي الأَرْضِ وَلاَ أَصْغَرُ مِنْ ذَلِكَ وَلاَ أَكْبَرُ إِلاَّ فِي كِتَابٍ مُبِينٍ.3

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    … Per il Conoscitore dell’invisibile! Non gli sfugge il peso di un moscerino nei cieli e nella terra; né qualcosa di più piccolo né qualcosa di più grande esiste, la cui esistenza non sia (scritta) in un libro chiaro! (3).
  • Nota
    Questa āyah informa dell’esistenza di un LIBRO, nel quale è scritta, da prima della creazione e in modo particolareggiato, la storia immodificabile dell’esistenza di ogni realtà, dalla particella sub-atomica alla mega-galassia.

042

Il digiuno facoltativo dei sei giorni nel mese di shawwāl

Nel nome di Allàh, il Sommamente Misericordioso, il Clementissimo.

Unicamente Allàh, l’Altissimo, ha titolo esclusivo per esser Destinatario di Lode. Noi, suoi servi fedeli, soltanto a Lui la nostra lode innalziamo, solo di Lui, l’Altissimo Onnipotente, nel bisogno invochiamo il soccorso e solamente a Lui, il Misericordioso il Clementissimo, rivolgiamo il nostro ringraziamento; soltanto a Lui chiediamo protezione dalle nostre passioni e dalle nostre trasgressioni; soltanto a Lui chiediamo perdono; a Lui chiediamo di guidarci sul retto sentiero; infatti solamente chi è guidato da Allàh cammina sul retto sentiero, che a Lui conduce, mentre per colui che Allàh non guida non troverai maestro in grado di portarlo sulla retta via.

Continua a leggere

Scienza Divina di ogni cosa e delle cinematiche relative

  • QUESTE SONO PAROLE D’IDDIO, Sura XXXIV – Ayah 2:


يَعْلَمُ مَا يَلِجُ فِي الأَرْضِ وَمَا يَخْرُجُ مِنْهَا وَمَا يَنزِلُ مِنْ السَّمَاءِ وَمَا يَعْرُجُ فِيهَا وَهُوَ الرَّحِيمُ الْغَفُورُ .2

  • QUESTO IL LORO SIGNIFICATO:
    Egli sa ciò che penetra nella terra e ciò che da essa esce e ciò che discende dal cielo e ciò che in cielo sale. Egli è il Clementissimo Il Generoso nel perdonare (2).
  • Nota
    Di ogni movimento ascendente e discendente Allàh, l’Altissimo ha piena contezza. Clemenza e Perdono sono due aspetti della Sua Essenza divina.

068